laRegione
30.03.22 - 12:50
Aggiornamento: 20:05

Solide basi per un approvvigionamento elettrico garantito

Dagli ambienti economici una serie di proposte per evitare che la Svizzera si ritrovi confrontata con carenze, altrimenti possibili già nel 2025

Ats, a cura de laRegione
solide-basi-per-un-approvvigionamento-elettrico-garantito
Ti-Press
Una serie di correttivi al fine di non trovarsi confrontati con problemi di approvvigionamento

La penuria di elettricità è in cima alle preoccupazioni, con la guerra in Ucraina che ha evidenziato la vulnerabilità della Svizzera in materia di approvvigionamento. Il Paese potrebbe registrare delle carenze già nel 2025, secondo gli ambienti economici. Questi ultimi, per evitare un tale scenario, propongono quindi cinque pilastri fondamentali e adattamenti concreti del decreto concernente la revisione della legge sull’approvvigionamento elettrico e di quella sull’energia.

«Una penuria di elettricità sarebbe un disastro», ha detto in una conferenza stampa oggi a Berna Christoph Mäder, presidente di economiesuisse. «Farebbe sprofondare le famiglie nella povertà energetica e provocherebbe enormi danni economici».

L’organizzazione di categoria ritiene che una delle ragioni principali di tale rischio sia la transizione verso una società e un’economia ‘zero emissioni nette’ entro il 2050. «Con ogni centrale nucleare disattivata, si accentua il rischio di strozzature».

Aprire il mercato

Per evitare una tale situazione, economiesuisse, scienceindustries – organizzazione che rappresenta le industrie farmaceutiche e chimiche – e Swissmem – associazione dell’industria meccanica, elettrotecnica e metallurgica elvetica – vogliono rivedere le modalità di approvvigionamento. In particolare, propongono un’apertura completa del mercato «per permettere una fornitura digitalizzata e decentralizzata di elettricità».

Nel dettaglio, le tre associazioni vogliono agire su cinque punti. Chiedono di fissare una soglia d’intervento in termini di volumi d’importazione in inverno, quando il rischio di penuria è maggiore. Propongono di stabilire questa soglia a 10 TWh. Negli ultimi anni la media è stata di circa 4 TWh.

Vogliono anche dare priorità alla sicurezza dell’approvvigionamento rispetto alla protezione del clima e preparare l’integrazione nel mercato dell’elettricità dell’Unione europea (Ue). Infine, gli ambienti economici vogliono limitare i costi aggiuntivi e fissare obiettivi di incentivazione per le aziende.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
elezioni cantonali
12 ore
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
12 ore
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
2 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
2 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
© Regiopress, All rights reserved