laRegione
14.09.22 - 07:45
Aggiornamento: 18:22

Sondaggi Ssr/Tamedia: Avs 21, i Sì avanti ma perdono slancio

La percentuale di favorevoli si è ridotta al 59% perdendo 5 punti, quanto quelli guadagnati dai contrari

Ats, a cura di Red.Web
sondaggi-ssr/tamedia-avs-21-i-si-avanti-ma-perdono-slancio
Ti-Press

A tre settimane dalle votazioni federali del 25 settembre i due progetti di riforma dell’Avs raccolgono la maggioranza dei favori, anche se in calo; l’abolizione parziale dell’imposta preventiva non convince, mentre l’iniziativa contro l’allevamento intensivo non passa: è quanto emerge dal secondo sondaggio di gfs.bern/Ssr e dal terzo di Tamedia e 20 Minuten. Gli autori del sondaggio Ssr sottolineano come, nonostante le due proposte di riforma dell’Avs risultino accolte dalla maggioranza, il trend si sposti verso il "no".

Secondo l’indagine Ssr, la riforma dell’Avs 21, che prevede l’aumento dell’età pensionabile delle donne da 64 a 65 anni e sul quale si concentra l’attenzione, la percentuale dei favorevoli si è ridotta scendendo al 59% (-5 punti percentuali) e quella dei contrari è aumentata di 5 punti al 38%, rispetto all’inchiesta precedente. Simile tendenza rileva Tamedia con i "sì" al 55% (-3 punti) e i "no" al 44%. Netto il divario fra i generi, dove il progetto viene affossato dalle donne (51% Ssr; 58% Tamedia) e nettamente sostenuto dagli uomini (72% Ssr; 70% Tamedia).

A livello regionale i "sì" prevalgono nella Svizzera tedesca (64% Ssr; 58% Tamedia), mentre nella Svizzera romanda e nella Svizzera italiana – dove i risultati di Ssr e Tamedia coincidono – i sostenitori sono rispettivamente al 47 e al 49%. In generale i più scettici sono gli elettori del campo rosso-verde e della fascia di età tra i 40 e i 64 anni (Ssr) e tra i 50 e i 64 anni (Tamedia) e che vivono nei centri abitati.

La seconda parte della riforma, ossia il finanziamento supplementare dell’Avs mediante l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto (entrambi gli oggetti devono superare lo scoglio delle urne per considerare riuscita la revisione), risulta accolta dal 63% dei votanti contro il 34% dei contrari, secondo il sondaggio Ssr. Per quello di Tamedia la percentuale è rispettivamente del 56 e del 42%.

Nel caso della legge federale sull’imposta preventiva, nel sondaggio Ssr la percentuale dei favorevoli si attesta al 47% (-2 punti) e quella dei contrari al 44% (+9 punti), mentre una percentuale elevata (9%) è ancora indecisa. Per Tamedia i "sì" sono il 40% (34% nel precedente sondaggio), mentre i "no" sono il 48% (stabile) e gli indecisi il 12%. La legge è chiaramente respinta dal campo rosso-verde e registra una maggioranza solo tra i simpatizzanti del Plr. Ad appoggiarla sono più gli uomini e le persone ultra 65enni, mentre tra le regioni linguistiche, la Svizzera romanda segna la più bassa percentuale di favori.

Infine l’ultimo oggetto in votazione – l’iniziativa contro l’allevamento intensivo – raccoglie nei due sondaggi di Ssr e di Tamedia rispettivamente il 47 e il 39% di voti favorevoli e il 52 e il 60% di contrari. In entrambe le indagini si nota un calo dei sostenitori (-4 punti per Ssr e -9 punti per Tamedia) rispetto alle inchieste precedenti. Il testo è più supportato dalle donne (53% Ssr e 46% Tamedia) che dagli uomini (40% Ssr e 31% Tamedia). Inoltre trova più consensi tra i simpatizzanti del Partito socialista, Verdi e Verdi liberali e tra coloro che abitano in città.

Il sondaggio della Ssr è stato condotto da gfs.bern tra il 31 agosto e il 7 settembre tra 8’642 persone aventi diritto di voto. Il margine di errore è di +/- 2,8 punti percentuali. Il sondaggio Tamedia/20 Minuten è stato condotto dall’Istituto LeeWas il 7 e l’8 settembre su 17’377 persone: 12’930 svizzero-tedeschi, 3’907 romandi, e 540 ticinesi. Il margine di errore è di +/- 1,2 punti percentuali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
39 min
Secondo tunnel del San Gottardo: potenziale presenza di amianto
Nel frattempo sono state prese misure per proteggere i lavoratori e la popolazione, ha indicato oggi l’Ufficio federale delle strade
Svizzera
1 ora
Svizzera romanda in ‘bianco’, ecco le prime nevicate in pianura
Secondo MeteoNews, fino a domenica sono previsti tra i 5 e i 15 centimetri di neve in pianura e tra i 10 e i 50 centimetri in montagna
Svizzera
16 ore
Regolazione del lupo, Regazzi: ‘Era ora’, Gysin: ‘Andati oltre’
La modifica della legge federale sulla caccia permetterà ‘abbattimenti preventivi’. A Palazzo federale un dibattito acceso e opinioni agli antipodi
Svizzera
18 ore
Baume-Schneider, Rösti: l’en plein delle Franches-Montagnes
La regione della consigliera federale eletta esce due volte vincitrice. La ‘Question jurassienne’? Il bernese dice che lui l’aveva già chiusa
Svizzera
20 ore
Ebs, tutte le chiavi di una sorprendente elezione
Simpatica, gradita ai contadini, funzionale agli svizzero-tedeschi con gli occhi puntati sul seggio di Alain Berset. L’analisi, col politologo Georg Lutz
Svizzera
1 gior
Governo: ‘Bel regalo’ o ‘brutta sorpresa’, stampa divisa
La nomina di chi ha preso il posto di Simonetta Sommaruga fa discutere: i pro e i contro del mondo del giornalismo
Svizzera
1 gior
Tra sorpresa e preoccupazione, le reazioni dei deputati ticinesi
Elezioni dei consiglieri federali, Storni (Ps): ‘Pensavo che la questione linguistica avrebbe prevalso’. Marchesi (Udc): ‘Vedrei bene Rösti all’Ambiente’.
Svizzera
1 gior
La centrale elettrica di riserva è una priorità
La Confederazione firma i contratti con i principali gruppi che la costituiranno. A disposizione 280 MW di potenza
Svizzera
1 gior
90 anni, i bastoni da trekking e un figlio consigliere federale
Hanni Rösti non si è voluta perdere l’elezione del figlio: ‘Sono sempre di buon umore, ma oggi un po’ di più’
Svizzera
1 gior
Allarme rientrato a Palazzo federale e nelle sue adiacenze
Il dispositivo d’emergenza era scattato poco prima di mezzogiorno per un oggetto sospetto. Poi rivelatosi innocuo
© Regiopress, All rights reserved