laRegione
10.08.22 - 10:56
Aggiornamento: 17:19

Avs: modifiche apprezzate soprattutto dagli uomini

Secondo il sondaggio di Tamedia e 20 Minuten si prospetta un ‘sì’ anche per l’iniziativa sull’allevamento. ‘No’ invece per l’imposta preventiva.

Ats, a cura di Red.Web
avs-modifiche-apprezzate-soprattutto-dagli-uomini
archivio Ti-Press

Approvazione dei due progetti sull’Avs e dell’iniziativa sull’allevamento intensivo, ma no alla legge federale sull’imposta preventiva: sono i risultati del primo sondaggio di Tamedia e "20 Minuten" in vista delle votazioni del 25 settembre.

16’341 persone di tutta la Svizzera hanno partecipato al primo sondaggio dal 3 al 4 agosto. Ciò che appare evidente è una differenza di opinioni fra uomini e donne su tutti gli oggetti, ma in particolare riguardo all’Avs e l’aumento di età pensionabile per le donne da 64 a 65 anni.

Uomini favorevoli alla modifica Avs

Fra gli interrogati, il 53% approva la modifica Avs riguardo all’età, contro il 44% di contrari e il 3% che non ha dato indicazioni. Fra le donne, le favorevoli sono solo il 36%, mentre fra gli uomini la quota sale al 71%.

In generale, l’innalzamento dell’età pensionabile è chiaramente respinto dai gruppi di popolazione interessati, come le fasce di età fra 50 e 64 anni (58%) e oltre i 65 anni (65%). I più giovani sono invece favorevoli (58%). Contraria poi la sinistra.

Sempre riguardo all’Avs, si registra il 58% di "sì" per l’aumento dell’Iva, che aiuterebbe a finanziare il ramo. I contrari sono il 38% e il 4% non ha fornito indicazioni di voto. Anche in questo caso le donne (50%) sono meno convinte degli uomini (65%).

Sì all’iniziativa sull’allevamento

Secondo il sondaggio, l’iniziativa sull’allevamento intensivo viene sostenuta dal 55% degli interrogati, contro il 43% di contrari e il 2% senza indicazioni. Spesso le iniziative partono però bene, per poi perdere slancio. Sostegno viene fornito in particolare dalle donne (64%), decisamente più convinte degli uomini (44%).

Approvazione arriva poi dalla sinistra e dai partici ecologisti, mentre l’elettorato borghese è tendenzialmente contrario.

No al progetto sull’imposta preventiva

Per quel che riguarda la legge federale sull’imposta preventiva, il sondaggio indica che il campo dei "no" si attesta al 51%, con un 30% di "sì" e ben un quinto che non si è pronunciato.

Il progetto è seccamente respinto dal campo rosso-verde. Una maggioranza chiara si trova solamente nelle file del Plr. Anche in questo caso, vi è una differenza fra i sessi: solo il 25% delle donne hanno intenzione di approvare il testo, contro il 37% degli uomini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Le Ffs vogliono 60% di merci in più su rotaia entro il 2050
Presentato il concetto ‘Suisse Cargo Logistics’. Promesse più flessibilità, velocità e digitalizzazione, con un occhio di riguardo ai trasporti ecologici
Svizzera
5 ore
Il parlamento apre il paracadute per Axpo
Anche il Consiglio degli Stati ha approvato a passo di carica la linea di credito di 4 miliardi per far fronte a problemi di liquidità
Svizzera
5 ore
Primo sì in Parlamento all’imposta minima sulle multinazionali
Il Consiglio degli Stati quasi all’unanimità sposa la linea governativa: lasciare la maggior parte degli introiti supplementari ai Cantoni interessati
Svizzera
6 ore
Maudet studia il ritorno e si candida al Consiglio di Stato
Caduto in disgrazia, di nuovo in pista: l’ex enfant prodige del Plr vuole difendere i ‘valori di una nuova lista’
Svizzera
9 ore
Energia, il governo al parlamento: ‘Le misure attuali bastano’
Dibattito al Nazionale sul tema. Il Consiglio federale criticato per la poca anticipazione rispetto a carenze ed emergenze prevedibili
Svizzera
9 ore
La crisi energetica fa tornare di moda il telelavoro
Alcune aziende, fra cui la Posta, stanno riconsiderando l’idea di rispedire a casa i dipendenti per risparmiare sul riscaldamento dei luoghi di lavoro
Svizzera
12 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
14 ore
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
16 ore
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
Svizzera
1 gior
In autostrada al massimo a 100 all’ora
È la proposta lanciata dall’Associazione traffico e ambiente per diminuire i consumi energetici
© Regiopress, All rights reserved