laRegione
15.06.21 - 12:18

In Svizzera oltre 2'000 morti l'anno per infortuni non lavorativi

570'000 persone ogni anno si feriscono in casa o nel tempo libero, 2'030 di esse perdono la vita, come comunica l'Ufficio prevenzione infortuni

Ats, a cura de laRegione
in-svizzera-oltre-2-000-morti-l-anno-per-infortuni-non-lavorativi
(Keystone)

Ogni anno, in Svizzera, 570'000 persone si feriscono e 2'030 muoiono per un infortunio in casa o durante il tempo libero. Oltre a grandi sofferenze, tutto ciò causa costi per 4,8 miliardi di franchi all'anno, precisa il nuovo rapporto dell'Ufficio prevenzione infortuni (UPI).

Si stima che nel corso della propria vita ogni persona residente in Svizzera in media si fa seriamente male sei o sette volte in casa o nel tempo libero, tanto da richiedere cure mediche. Questo genere di incidenti, che costituisce oltre la metà di quelli non professionali, provoca inoltre più morti che non lo sport e la circolazione stradale messi insieme, sottolinea l'UPI.

I fattori prevalenti sono cadute (circa la metà dei casi), annegamenti o soffocamenti, e incidenti con mezzo di trasporto fuori dal traffico.

La cadute provocano ogni anno la morte di circa 1'700 persone, che nella maggior parte dei casi hanno più di 64 anni. Tra i bambini e gli adolescenti il rischio di farsi male cadendo è uguale a quello degli anziani, ma l'infortunio è meno grave e i decessi sono più rari.

Gli annegamenti e i soffocamenti in proporzione hanno spesso conseguenze gravi o fatali, e il rischio è particolarmente elevato per i bambini piccoli.

Al terzo posto ci sono gli incidenti con mezzo di trasporto fuori dalla circolazione stradale, come un velivolo, un natante o un veicolo agricolo.

Il gruppo più esposto - aggiunge l'UPI - è quello delle persone che passano molto tempo in casa e non svolgono un'attività lucrativa, come i neonati, i bambini di meno di 4 anni e gli anziani oltre i 64 anni. Comunque i casi mortali sono più frequenti che in qualsiasi altro segmento di incidenti non professionali anche tra gli adulti con un'attività lucrativa.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
‘Altri modelli da discutere in vista della prossima riforma’
A colloquio con Jerôme Cosandey di Avenir Suisse sulle prospettive future del primo pilastro dopo il risicato sì popolare ad Avs 21
Svizzera
7 ore
Domenica di bocciature a livello cantonale
La bocciatura più sonora, col 71,5% dei no, va al credito che il Canton Lucerna voleva dare alla Guardia Pontificia in Vaticano
Svizzera
9 ore
Allevamento intensivo: il no è netto
La bocciatura dell’iniziativa va oltre le previsioni: il 62,86% dei votanti ha infatti detto no
Svizzera
9 ore
Imposta preventiva: respinta dal 52% dei voti
Malgrado il testa a testa, alla fine prevale il no
Svizzera
9 ore
Riforma AVS: le donne andranno in pensione a 65 anni
La modifica della legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti approvata per un soffio: sì al 50,6%
Svizzera
10 ore
Ambasciatore ucraino a Berna, no asilo per disertori russi
Preoccupano i migliaia di russi in fuga dal loro Paese per evitare il reclutamento, si teme che tra loro vi siano spie di Putin
Svizzera
14 ore
Una votazione che ha lasciato col fiato sospeso
Le urne sono chiuse, è iniziato lo spoglio delle schede. I risultati in tempo reale
Svizzera
17 ore
C’è tempo fino a mezzogiorno per votare
Svizzeri alle urne su Avs, imposta preventiva e allevamento intensivo
Svizzera
1 gior
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
1 gior
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
© Regiopress, All rights reserved