laRegione
04.10.22 - 14:06
Aggiornamento: 14:26

La distrazione al volante fa 60 morti e 1’100 feriti ogni anno

L’uso del telefono è la principale causa di disattenzione alla guida fra i giovani. L’Ufficio prevenzione infortuni lancia una campagna

la-distrazione-al-volante-fa-60-morti-e-1-100-feriti-ogni-anno
Depositphotos

Chiacchiere con gli altri passeggeri, cibo consumato al volante ma soprattutto chiamate o messaggi al telefono mentre si guida: tutte cause di distrazione e disattenzione che provocano ogni anno circa 1’100 feriti gravi e 60 morti. E a essere distratta mentre guida, secondo la rilevazione dell’Ufficio prevenzione infortuni (Upi), è quasi una persona su tre.

A distogliere l’attenzione a causa del telefonino sono soprattutto i giovani, con un tasso dell’11% nella fascia di età fra i 18 ei 29 anni, in confronto al 4% tra le persone di età compresa fra i 45 e i 59 anni. Ad avere la testa fra le nuvole al volante sono poi più spesso gli uomini rispetto alle donne.

L’uso del telefonino alla guida fa aumentare il rischio di incidente del fattore 3,6

Scrivere o parlare al cellulare mentre si guida aumenta il rischio di incidente del fattore 3,6. Pericolo che aumenta anche con l’uso del vivavoce, anche se la legge ne ammette l’uso. «È meglio impostare lo smartphone sulla modalità aereo prima di mettersi alla guida» consiglia l’esperta dell’Upi Patrizia Hertach.

Un like per il parcheggio come cabina telefonica

Rimanere concentrati al volante, tenere gli occhi sulla strada e fermarsi in un luogo sicuro per telefonare o mangiare è fondamentale per la sicurezza stradale. L’Upi trasmette questo messaggio tramite una serie di nuovi manifesti sulla prevenzione. I soggetti mostrano ad esempio un parcheggio con un like per l’uso del cellulare o con una porzione di patatine fritte come simbolo per fare uno spuntino. Con immagini sorprendenti e messaggi chiari si sensibilizzano le persone sul tema della distrazione. I manifesti sono da subito visibili in tutta la Svizzera.


Fonte: UPI

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
5 ore
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
5 ore
‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’
Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
5 ore
In dogana con un ghepardo imbalsamato
Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
Svizzera
5 ore
Duecentomila voci per la responsabilità delle multinazionali
A due anni dalla bocciatura alle urne dell’iniziativa, depositata alla Cancelleria federale una petizione che chiede una legge efficace
Svizzera
6 ore
Dodici milioni di... anelli per la Catena della solidarietà
È l’importo delle donazioni raccolte a favore delle vittime della carestia nell’Africa orientale
Svizzera
7 ore
Operaio travolto dal treno nella notte a Rickenbach
Nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo, un 34enne serbo, è deceduto sul posto. Ancora da chiarire le cause esatte dell’incidente
Svizzera
7 ore
Cure ambulatoriali e ospedaliere finanziate su base unitaria
Il Consiglio degli Stati approva la riforma di legge sull’assicurazione malattie. Sulla quale ora dovrà esprimersi il Nazionale
Svizzera
9 ore
I rapporti con l’Unione europea vanno rilanciati
È l’appello sottoscritto da duecento personalità svizzere. Che chiedono al Consiglio federale di chiarire quanto prima le sue intenzioni
Svizzera
9 ore
Si schianta contro un albero: morto un 21enne
Grave incidente della circolazione ieri sera a Uster. A seguito della violenza dell’impatto, il giovane è deceduto sul posto
© Regiopress, All rights reserved