laRegione
turismo-in-svizzera-parmelin-discute-coi-responsabili-di-settore
(Keystone)
05.05.21 - 17:23
Ats, a cura de laRegione

Turismo in Svizzera, Parmelin discute coi responsabili di settore

Il settore chiede libertà di movimento fra paesi con livelli di contagio simili e certificato Covid Free per vaccinati riconosciuto a livello internazionale

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin e i consiglieri federali Ueli Maurer e Alain Berset hanno discusso oggi in forma virtuale con i responsabili del settore turistico, duramente colpito dalla crisi pandemica.

Al centro dei colloqui la strategia futura di rilancio della Confederazione.

Nonostante la pandemia, lo scorso inverno le strutture delle località sciistiche hanno potuto rimanere aperte durante l'alta stagione, rileva il Dipartimento federale dell'economia (DEFR) in una nota. Nelle città, invece, il quadro si presenta a tinte decisamente meno rosee. Il trend negativo del 2020 si è mantenuto inalterato anche all'inizio del 2021.

Grazie al miglioramento della situazione pandemica, ci si può però attendere una graduale normalizzazione delle attività turistiche nel resto dell'anno, anche se, probabilmente, si confermeranno le grandi differenze già rilevate tra una regione e l'altra, prosegue il DEFR.

Dall'inizio della crisi, viene ricordato, il settore alberghiero e quello della ristorazione hanno ricevuto un importo complessivo di circa due miliardi di franchi in indennità per lavoro ridotto. A questi si aggiungono gli aiuti stanziati per i casi di rigore, la metà dei quali - circa un miliardo di franchi - è andata, oltre che al settore della ristorazione, a quello degli alloggi.

I rappresentanti del settore hanno colto l'occasione per formulare una serie di richieste sulle libertà di viaggio, che possono essere riassunte in tre principali punti: libertà di movimento tra Paesi con un livello simile di rischio di contagio, introduzione di un certificato "Covid Free" per chi è vaccinato, guarito o negativo al test per entrare e uscire liberamente da un Paese, e infine, la garanzia che questi certificati siano digitalizzati, standardizzati e riconosciuti a livello internazionale.

Parmelin li ha informati che la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) sta preparando un rapporto sull'attuale strategia. Sarà presentato al Consiglio federale in novembre e conterrà anche le basi strategiche per il periodo dal 2022. Dal prossimo anno la Confederazione intende concentrarsi maggiormente sull'aspetto dello sviluppo sostenibile e sulla revisione integrale, da effettuare entro il 2024, delle basi legali per l'attività di promozione del settore alberghiero tramite la Società svizzera di credito alberghiero (SCA).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
certificato covid free guy parmelin turismo svizzero
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Bancomat fatto esplodere nel canton Soletta
È successo la scorsa notte a Nuglar, un villaggio a pochi chilometri da Basilea. I residenti dell’edificio sono stati evacuati.
Svizzera
3 ore
La Svizzera importerà 1’000 tonnellate di burro in più
Ad oggi la produzione di latte è inferiore alle aspettative e la maggior parte viene impiegata per produrre formaggio
Svizzera
22 ore
I due centauri morti sul Bernina erano sposati da un mese
Stavano scendendo dal passo con un maxi scooter quando sono stati travolti da due auto
Svizzera
22 ore
Boom dei costi, i contadini: alzare i prezzi di pane e latte
I produttori di cereali e latte chiedono aumenti di pochi centesimi dei prezzi al dettaglio per compensare il boom milionario dei costi di produzione
Svizzera
22 ore
Svizzeri e viaggi: Edelweiss fa il record di passeggeri
La compagnia svizzera specializzata in voli per vacanzieri ha fatto registrare il più alto numero di passeggeri trasportati in un mese nella sua storia
Svizzera
22 ore
Lieto evento allo zoo di Basilea: nascono tre procavie
Si tratta di un roditore tipico dell’Africa subsahriana. Il parto è stato possibile nonostante due operazioni agli occhi per la madre dei cuccioli
Svizzera
1 gior
Il lupo che doveva essere abbattuto a Uri si è dato alla macchia
Per l’animale era stato autorizzato l’abbattimento dopo oltre dieci predazioni. Verosimilmente non è più nel territorio del cantone
Svizzera
1 gior
Caduta fatale per un escursionista 77enne nel Klöntal
È successo ieri nel canton Glarona. Il corpo è stato trovato a 1’512 metri d’altitudine.
Votazioni federali
1 gior
Avs: modifiche apprezzate soprattutto dagli uomini
Secondo il sondaggio di Tamedia e 20 Minuten si prospetta un ‘sì’ anche per l’iniziativa sull’allevamento. ‘No’ invece per l’imposta preventiva.
Svizzera
1 gior
Vallese, alpinista 64enne muore sul Täschhorn
L’uomo, un olandese, si trovava in compagnia di un altro scalatore. Si trovava a circa 3’910 metri d’altitudine quando è caduto dalla parete rocciosa.
© Regiopress, All rights reserved