laRegione
12.11.21 - 17:43
Aggiornamento: 20:01

I tifosi svizzeri a Roma: ‘Che il Papa ce la mandi buona!’

Le strade della capitale si sono riempite di fan in attesa della partitissima di stasera tra Italia e Svizzera. Tra loro anche alcuni ticinesi

i-tifosi-svizzeri-a-roma-che-il-papa-ce-la-mandi-buona

Roma – Ci siamo, è il gran giorno di Italia-Svizzera e si vede. Sin dal mattino le strade di Roma hanno iniziato a riempirsi di tifosi in attesa di recarsi poi allo Stadio Olimpico, dove alle 20.45 la selezione di Roberto Mancini e quella di Murat Yakin si giocheranno il primato del gruppo C delle qualificazioni Mondiali, sinonimo di qualificazione diretta a Qatar 2022. Rispetto alla sfida giocata sempre nella capitale romana agli ultimi Europei e chiusasi con un netto 3-0 per i padroni di casa, gli spettatori che potranno entrare all’Olimpico saranno decisamente di più dei circa 15’000 che erano presenti a giugno, ben 51’900, ossia due terzi della capienza massima. Tra loro, sono attesi anche poco meno di 2’000 persone provenienti dalla Svizzera. Come Mathieu, che incontriamo a Piazza del Popolo (cuore della festa, com’era già capitato in occasione dell’Euro) e che arriva da Losanna. «Non potevo mancare, ero già presente a giugno e quel 3-0 non mi è ancora andato giù. Stasera sarà ancora difficile, ci mancano tanti giocatori e non pretendo una vittoria, ma una prestazione migliore dal punto di vista dell’atteggiamento sì. Se poi ci prenderemo pure la rivincita, meglio ancora».

Severin, da Basilea, la vede diversamente… «A me non interessa come giocheremo né quello che è successo in passato, in palio c’è qualcosa di troppo importante, i Mondiali. Sarebbe importante almeno pareggiare per poi provare a mettere a posto la differenza reti (ora favorevole di due gol agli Azzurri, ndr) all’ultima giornata. E se per farlo dovremo giocare chiusi in difesa stasera, va benissimo».

‘A dirla tutta, firmeremmo per un pareggio’

Tra chi ha un conto in sospeso con Roma e con l’Olimpico ma mette davanti l’obiettivo Qatar c’è anche Davide Santini, responsabile dell’agenzia Ps Sport che come quattro mesi fa ha organizzato la trasferta romana per un gruppo nutrito di ticinesi... «Siamo circa una cinquantina di persone, avremmo potuto essere di più se si fosse giocato in un’altra città, ma essendo ancora a Roma non tutti coloro che erano già presenti a giugno hanno deciso di intraprendere nuovamente la trasferta – ci spiega –. Peccato per loro perché l’atmosfera è decisamente bella, c’è già davvero tanta gente per le strade e anche allo stadio ci sarà sicuramente un ambiente da brividi».

Il pronostico del gruppo? «Sarà una partita molto difficile per la Svizzera, abbiamo tanti infortunati, anche l’Italia, ma la loro panchina è decisamente più lunga, per cui firmeremmo tutti per un pareggio per poi giocarci tutto lunedì a Lucerna contro la Bulgaria, con l’Italia che invece andrà su un campo ostico come quello di Belfast. In ogni caso siamo ottimisti sul fatto che peggio del 3-0 dell’ultima volta non dovrebbe andare, vedremo, noi ci crediamo».

Sull’organizzazione della trasferta Santini ammette che «è stato decisamente più facile organizzarla rispetto allo scorso giugno, quando in sostanza si trattava della prima uscita in regime Covid. Inoltre essendo di venerdì sera, chi vuole può anche rimanere a farsi un bel weekend nei giorni successivi. E devo dire che a prescindere dalla partita, l’impressione è che il turismo a Roma sia davvero ripartito, la gente che non c’era a giugno è qui adesso. Ora però ci interessa la partita, per cui forza Svizzera e che il Papa, almeno stavolta, ce la mandi buona».

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
6 ore
Storico ma inutile successo del Camerun sul Brasile
Gli africani, nel finale di partita, trovano con Aboubakar il gol per battere la formazione delle riserve verdeoro
QATAR 2022
6 ore
Shaqiri, Embolo, Freuler, la Svizzera è agli ottavi
Superata la Serbia al termine di una partita ricca di emozioni. Rossocrociati superiori all’avversario, prestazione eccellente
Sci
6 ore
Lake Louise, Sofia Goggia e un sorriso al fotofinish
Nella prima libera femminile della stagione l’italiana batte per 4 centesimi Suter e per 6 l’austriaca Hütter. Lara è 18esima: ‘Domani ci riprovo’
QATAR 2022
9 ore
Svizzera affronta la Serbia senza Sommer ed Elvedi
I due ancora alle prese con un attacco influenzale. Saranno sostituiti da Gregor Kobel tra i pali e da Fabian Schär in difesa. Shaqiri in campo da subito
Qatar 2022
9 ore
La Corea sconfigge il Portogallo B e va agli ottavi
I sudcoreani rimontano la rete iniziale lusitana, ribaltano il risultato e, grazie al maggior numeri di gol segnati, superano l’Uruguay
Qatar 2022
10 ore
L’Uruguay batte il Ghana 2-0, ma non basta
La sconfitta del Portogallo contro la Corea permette agli asiatici di superare la Celeste a livello di gol segnati
Hockey
10 ore
Fatton senza ghiaccio per sei, otto settimane
Prestato allo Zugo a metà novembre, il ventunenne portiere del Lugano ha rimediato lo strappo dei legamenti di una caviglia
Calcio
10 ore
Il Lugano di Croci-Torti torna a sudare. ‘Siamo carichi’
Ritrovo a Cornaredo per i bianconeri, per l’inizio della preparazione al campionato che riprenderà il 22 gennaio. ‘Una preparazione diversa dal solito’
Altri sport
11 ore
Il Ticino torna da Losanna con sette medaglie al collo
Buon risultato d’assieme per i judoka di casa nostra in una competizione a cui accedevano soltanto i migliori atleti del ranking nazionale
BASKET
12 ore
Due trasferte in Romandia per Spinelli e Tigers
Il Massagno non deve scherzare contro il Nyon, mentre un Lugano con qualche assente di troppo sarà ospite del Ginevra
© Regiopress, All rights reserved