laRegione
RUUD C. (NOR)
0
RAMOS-VINOLAS A. (ESP)
0
1 set
(3-2)
DAVIDOVICH FOKINA A. (ESP)
0
HURKACZ H. (POL)
0
1 set
(3-3)
roma-si-colora-anche-un-po-di-rossoblu
laR
 
16.06.21 - 15:22
Aggiornamento: 17:39

Roma si colora anche un po' di rossoblù

Tra gli oltre 4'000 tifosi rossocrociati attesi per la partita tra Italia e Svizzera anche diversi ticinesi, pronti a tutto per non perdersi il 'derby'

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Non saranno le decine di migliaia di tifosi rossocrociati che nel 2006 in occasione dei Mondiali avevano invaso la Germania, ma i circa 4’000 sostenitori della Nati attesi per Italia-Svizzera hanno finalmente iniziato a colorare Roma. Tra di essi anche diversi ticinesi, per i quali la sfida con i cugini azzurri rappresenta ben più di una semplice partita.

«Non sarà un derby per gli italiani, ma per noi lo è eccome – ci dice Luca, arrivato nella capitale italiana già martedì con un gruppetto di amici –. Subito dopo il sorteggio, ci siamo detti che non avremmo potuto perderci questa partita per nulla al mondo, tanto che avevamo già acquistato i biglietti per le date originali. Poi sono arrivati il rinvio e le limitazioni di pubblico, ma il sorteggio tra coloro che già possedevano il biglietto ci ha premiati e ora siamo qui».

Luca e i suoi compagni di viaggio hanno raggiunto Roma «rigorosamente in treno. All’arrivo hanno controllato e schedato ogni persona in arrivo dalla Svizzera, più che altro per questioni di hooligans penso visto che a livello di certificati covid non ci hanno chiesto nulla. Diverso sarà invece allo stadio, l’Uefa è stata molto chiara riguardo ai requisiti per entrarci (vaccinati, immuni o con test entro le 48 ore, ndr) e due di noi infatti si sono sottoposti al tampone prima di partire. Questo e altro per esserci».

‘Un lusso potersi godere questa Roma surreale e la partita’

Tra i gruppi più numerosi approdati nella Città Eterna – e sottoposti ai controlli già citati («siano rimasti un po’ sorpresi, ma alla fine ci siamo fatti due risate») – anche quello “guidato” da Davide Santini della Ps Sport, azienda ticinese che da diversi anni organizza viaggi per eventi sportivi… «A livello calcistico il nostro debutto se così si può definire è stato nel 2018 ai Mondiali in Russia, dove siamo andati in 35 a Rostov per la partita della Svizzera con il Brasile, stavolta invece siamo una cinquantina», ci racconta Davide, prima di spiegarci come «stavolta l’aspetto principale dell’organizzazione più che gli hotel e le cose da visitare, è stato rimanere aggiornati su restrizioni, documenti e condizioni necessarie per effettuare la trasferta. Per evitare di dover effettuare i test in Italia, abbiamo persino dovuto ritardare tutto il programma di 4-5 ore, in maniera da rimanere dentro le 48 ore richieste dall’inizio del match con i tamponi fatti in Svizzera».

Come ricompensa, vivere quello che è una sorta di privilegio… «In primis è una grande emozione poter tornare allo stadio, ma devo dire che anche vivere Roma, le sue attrazioni, i ristoranti con così poca gente, è un lusso, è quasi surreale ma bello. Se poi la Svizzera dovesse fare una bella partita, sarebbe davvero il massimo».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
euro2020 italia-svizzera
Potrebbe interessarti anche
EURO 2020
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Hockey
6 ore
Colorado non stecca: terza finale e terzo trionfo
Ci pensa Lehkonen: al 33’ di gara 6 risolve la sfida e regala agli Avalanche la Coppa Stanley. Battuti i Tampa Bay Lightning
Tennis
7 ore
Wimbledon e la disabitudine all’erba
Il torneo più prestigioso al mondo si gioca, paradossalmente, sulla superficie meno amata
ATLETICA
14 ore
Anche i 200 metri respingono Sha’Carri Richardson
Ai trials statunitensi la 22enne sprinter dopo aver fallito nei 100 (i batteria) è stata eliminata in semifinale anche sulla distanza doppia
CORSA D'ORIENTAMENTO
17 ore
Staffetta amara per la Svizzera ai Mondiali in Danimarca
Un clamoroso errore di Joy Hadorn in seconda frazione impedisce agli elvetici di salire sul podio e li costringe a un amaro quarto posto. Oro alla Svezia
CICLISMO
17 ore
Robin Froidevaux e Caroline Baur nuovi campioni svizzeri
A Steinmaur il vodese ha preceduto Reichenbach, Stüssi e Schmid. In campo femminile, argento per la ticinese Linda Zanetti nelle U23
BOXE
2 gior
Il giorno che Mike sbranò le orecchie a Holyfield
25 anni fa su un ring del Nevada Mike Tyson si rese protagonista di un episodio davvero clamoroso
atletica
2 gior
Us Ascona protagonista nella prima giornata degli Svizzeri
Oro di Gian Vetterli nel lancio del disco, argento di Ajla Del Ponte sui 100 m, bronzo di Emma Piffaretti nel lungo. Mujinga Kambundji da record
nuoto
2 gior
Noè Ponti chiude ottavo nella finale dei 100 delfino
Vince Kristof Milak, mentre Noè crolla nel finale ed è ultimo
CALCIO
2 gior
‘A Lugano per ultimare il mio apprendistato’
Lukas Mai, nuovo difensore centrale dei bianconeri, chiamato a sostituire Maric: ‘La dirigenza mi ha fatto capire di essere davvero interessata a me’
TENNIS
2 gior
A Wimbledon Wawrinka pesca l’italiano Sinner
Subito un pezzo grosso per il vodese, presente a Londra grazie a una wild card. In campo femminile, Golubic contro Petkovic, Bencic contro Wang
© Regiopress, All rights reserved