laRegione
INLINE HOCKEY
18.10.22 - 18:06
Aggiornamento: 18:40

Semifinali playoff: bene Malcantone, Sayaluca spalle al muro

In Lnb, Novaggio sconfitto in trasferta in gara-1

di Simon Majek
semifinali-playoff-bene-malcantone-sayaluca-spalle-al-muro

Le semifinali dei playoff di Lna stanno superando ogni aspettativa in quanto a emozioni e spettacolo. Sabato sulla pista di Cassina d’Agno contro il Rothrist, il Malcantone è partito a rilento, forse per via dell’emozione. Gli ospiti invece sono partiti in quarta andando in vantaggio già dopo 50 secondi e terminando il primo tempo avanti 2-1. Nel periodo centrale il Malcantone ha preso in mano la partita, pareggiando con Andrea Involti. Solo allo scadere del tempo una disattenzione difensiva ha permesso agli argoviesi di riportarsi avanti. Nel periodo conclusivo, gli sforzi offensivi dei ticinesi sono stati premiati dalla doppietta di capitan Ronny Hurni per il 3-2. Punteggio inchiodato fino al 60’ grazie all’ottima prestazione di Demian Burri e di tutto il reparto difensivo. Sabato 22 ottobre alle 17, il Rothrist dovrà vincere in casa se vorrà regalarsi l’eventuale bella, domenica, nuovamente a Cassina d’Agno. Naturalmente il Malcantone cercherà di chiudere in due partite: «Sarà dura», spiega coach Schuler, «ma se giochiamo per tutti i sessanta minuti possiamo farcela».


Partita eccelsa anche quella disputata al Forum Biwi tra Rossemaison e Sayaluca. All’insegna dell’equilibrio, gara-1 di questa semifinale si è disputata a un ritmo altissimo e con giocate sopraffini da ambo le parti. Dopo un primo tempo a reti inviolate, i padroni di casa hanno operato il break decisivo nel periodo centrale, facendo valere il celebre cinismo sotto porta che li contraddistingue. Il Sayaluca non è rimasto a guardare, ma si è dimostrato troppo impreciso e poco efficace davanti al portiere giurassiano Joel Vuilleumier. In rete per i ticinesi solo Raffaele Meli e il capitano Marcel Müller, per il provvisorio 3-2 a favore del Rossemaison, che ha chiuso la pendenza con il 4-2 giunto a 6 secondi dal termine. In gara-2, prevista sabato 22 ottobre alle 17 al Palamondo di Cadempino, il Sayaluca deve vincere se vuole continuare a sperare e giocarsi la bella domenica di nuovo in terra giurassiana. «Abbiamo tutte le carte in regola per girare la serie», dice fiducioso Roy Bay, «dobbiamo però tirare di più ed essere cinici sotto porta».


In Lnb, il big match di semifinale tra Aire-la-Ville e Novaggio Twins, che molti considerano una finale anticipata, ha messo in luce le qualità tecniche e fisiche di queste due compagini che nulla hanno da invidiare alle squadre di Lna. Ne è scaturita una partita spettacolare, corretta e di rara intensità. Dopo un primo tempo ermetico finito 1-0 per i ginevrini, le difese hanno poi allentato le maglie, concedendo un giustissimo 4-4 dopo 40 minuti. Nel periodo conclusivo le difese hanno ricominciato a chiudere troppo bene per concedere altre reti. E così, gara-1 si è decisa ai supplementari. Dopo appena 12 secondi, François Gascon ha sorpreso tutti facendo esplodere il pubblico di casa, grazie alla rete del 5-4. Gli uomini di Fabio Merlo hanno poco da rimproverarsi, ma sabato 22 ottobre alle 14 sulla pista amica di Novaggio potranno rifarsi e rimettere la serie in parità per poi giocarsi la partita decisiva domenica.


Stagione finita invece per i Paradiso Tigers, sconfitti anche in gara-2 dei play-off per la promozione contro il Bassecourt. Nonostante ai giurassiani mancassero diversi giocatori, i Tigers non sono riusciti a esprimersi come coach Ricci avrebbe desiderato: «Nessuna voglia di vincere, questa serie riflette bene una stagione di alti e bassi». Davanti al pubblico di casa i tigrotti sono stati umiliati dal Bassecourt, che si è qualificato per il turno successivo sul punteggio di 11-4. «Sapevamo che era una stagione di transizione», conclude un deluso Renzo Ricci.


Tutto facile per gli juniores del Sayaluca, che sulla pista di Buix si sono guadagnati l’accesso alle semifinali col punteggio di 9-3. Nonostante le provocazioni e il nervosismo del terzo tempo, i ragazzi di Andrea Giovetto sono riusciti a portare a casa la vittoria. «Siamo dei polli», tuona coach Giovetto, evidentemente insoddisfatto della prestazione dei suoi. Sabato 22 ottobre per gara-1 delle semifinali per il titolo sarà la volta dell’Avenches, già sconfitto l’anno scorso. I luganesi dovranno però fare a meno di Leo Cattaneo, sospeso per una penalità di partita. «Speriamo di ripetere l’exploit dell’anno scorso. In tutti i casi sarà una bella partita, perché loro giocano molto bene", si rallegra Giovetto.


Finisce rispettivamente al quarto e quinto posto l’avventura agli Svizzeri dei Mini di Capolago e Vedeggio. Sul fondo rapido e veloce del palazzetto dell’inline di Wolfurt, le nostre squadre ticinesi hanno dimostrato che lo skater hockey ticinese dei più piccoli è in grande crescita, ma che manca ancora qualcosa per competere con i migliori. Per tutti i giocatori e le giocatrici coinvolti è stato un weekend magico, il giusto premio per una stagione fantastica.
Vi ricordiamo che sabato 22 ottobre sulla pista di Cassina d’Agno a partire dalle 9.30 si terranno le finali svizzere di categoria Senior per i giocatori over 35, alle quali parteciperanno i Capolago Flyers. «Il morale è alto e siamo al completo, con 2 portieri e 14 giocatori», spiega l’allenatore-giocatore Federico Bernasconi, «giocheremo tutti, daremo il massimo e poi si vedrà».
Programma, risultati e classifica su www.fsih.ch.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
2 ore
‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo
I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
2 ore
Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’
I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
3 ore
Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1
Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
4 ore
Ambrì, una sconfitta che non ci voleva
La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
4 ore
Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti
Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
8 ore
Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto
Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
9 ore
La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull
Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
9 ore
A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich
La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
9 ore
Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri
Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
10 ore
Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti
A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
© Regiopress, All rights reserved