laRegione
Inline hockey
07.09.21 - 13:37
Aggiornamento: 15:30

Prima Lega, il Sayaluca II fa suo il derby d'alta classifica

I luganesi s'impongono 6-5 in casa del Paradiso e rafforzano il primato nel gruppo 2. In Lna Sayaluca ko nel big match, Malcantone vittorioso e ai playoff

di Simon Majek
prima-lega-il-sayaluca-ii-fa-suo-il-derby-d-alta-classifica
Mauricette Schnider
Il rigore decisivo di Franco Briccola

Il tanto atteso derby tra le dominatrici incontrastate del campionato di Prima Lega ha superato ogni aspettativa. Paradiso e Sayaluca II si sono affrontati a viso aperto, regalando al folto pubblico presente (e agli spettatori di Swissworld Tv) un’infinità di emozioni e capovolgimenti di fronte che hanno reso l’incontro spettacolare e avvincente. Se è vero che i Tigers di Paradiso si sono presentati davanti ai propri tifosi con una formazione ridotta a causa di infortuni e assenze di peso, va detto che tutte le tre linee del Sayaluca II hanno spinto sull’acceleratore sin dalle prime battute, portandosi meritatamente più volte in vantaggio. Dopo l’1-1 al termine del primo tempo, gli ospiti si sono portati avanti 3-1 grazie a Facciotti e Casati. Sulle ali dell’entusiasmo capitan Perni e compagni sembravano occupare tutta la pista, senza lasciar respirare i tigrotti. Poi, un po’ inspiegabilmente, il Sayaluca II ha tirato i remi in barca, come fosse parco del risultato acquisito. I Tigers non si sono fatti pregare e hanno rimesso la partita in perfetto equilibrio ancor prima della seconda sirena, grazie al bomber Michele Crivelli.

Il terzo tempo ha sorpreso un po’ tutti, a cominciare dallo slap shot violentissimo di Vasile Santini infilatosi all’incrocio dei pali dell’estremo difensore dei tigrotti, Livio Rimoldi, la seconda rete di Facciotti e il tiro perfetto da angolazione impossibile di Goncalves. 6-3 e partita chiusa? Nient’affatto! «Abbiamo smesso di spingere», spiega capitan Perni del Sayaluca II o, se preferite, «abbiamo lottato fino all’ultimo secondo», così il coach del Paradiso Renzo Ricci. Così, nonostante i crampi e il fiato corto, i Tigers si sono portati a -1 grazie a due reti di Marco Della Santa. Complici le parate del sempreverde Daniele Amadò, qualche ingenuità di troppo, un buon numero di occasioni sprecate e un cronometro che galoppava verso il 60', i Tigers non sono comunque più riusciti a raddrizzare l’incontro, vinto 6-5 dal Sayaluca II, che con ancora quattro partite da giocare ha messo una seria ipoteca sulla prima posizione al termine della stagione regolare.

Lna: il Sayaluca ci prova ma il big match va al Rossemaison, Malcantone ai playoff

Di rara intensità anche il big match di Lna tra la prima squadra del Sayaluca e i campioni svizzeri in carica del Rossemaison, disputatosi domenica scorsa nel Palamondo di Cadempino. In quella che per molti è la finale preannunciata per il titolo, si è visto di tutto. Dal powerplay implacabile degli ospiti alle sferzate offensive dei vari Muri, Zappa e Bernasconi, passando dalla prestazione difensiva stellare del giovane Edo Cornaro, senza dimenticare le prodezze dell’incredibile estremo difensore giurassiano, Joel Vuillemier, che al termine di un incontro così equilibrato e incerto ha fatto la differenza. «Non ci è mancato nulla – spiega il nuovo acquisto del Sayaluca Christian Didier –. Fino al 30esimo avevamo la partita in mano». Infatti, in 4 contro 4, il Sayaluca ha dimostrato di avere una marcia in più, portandosi avanti 3-1, mentre il Rossemaison è stato molto abile a sfruttare una doppia superiorità numerica per realizzare due reti in 12 secondi! Nel terzo conclusivo, nonostante il nuovo vantaggio siglato da Davide Sundermann, i ticinesi non sono riusciti a evitare l’aggancio e il sorpasso degli ospiti a 13 minuti dal termine. Il finale di gara è un fin troppo noto copione: mille tiri e occasioni d’oro da un lato e un portiere intrattabile, semplicemente spaziale dall’altro, che ha blindato il 4-5 finale. «Sono orgoglioso della prestazione di tutti i miei ragazzi», afferma soddisfatto Gracco Barberis, che conclude con un convinto: «Ho delle buone sensazioni per i playoff».

Ma il vero affare del fine settimana l’ha fatto il Malcantone di Kevin Schuler, che sabato sulla pista di Cassina d’Agno si è preso il lusso di sconfiggere 5-3 l’ormai ex capolista Rothrist, mentre domenica ha staccato il biglietto per i playoff espugnando al termine di un’estenuante serie di rigori la pista del Bienne 90. In evidenza, ancora una volta, le mani d’oro del giovane Franco Briccola, autore di una tripletta sabato e del rigore decisivo domenica. Da notare anche l’en plein nei rigori di Alessandro Müller, che ha insaccato tre volte su altrettanti tentativi. «Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi – spiega coach Schuler –. Questi 5 punti danno una bella smossa alla classifica». Infatti, il Malcantone è schizzato in quarta posizione a due giornate dal termine ed è padrone del proprio destino.

In Lnb Alan Baggiolini trascina il Novaggio

Continua anche la serie positiva del Novaggio Twins in Lnb. Sulla pista del La Broye i ragazzi di Sacha Mafferetti hanno dovuto attendere i supplementari per conquistare i due punti. A decidere la gara è stata la quarta rete personale del top "sniper" del Novaggio, lo scatenato difensore Alan Baggiolini, sempre più anima e colonna portante dei malcantonesi.

Programma, risultati e classifiche su www.fsih.ch.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HOCKEY
5 ore
Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’.
I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’.
CALCIO
6 ore
Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva
Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
6 ore
Il primo derby è tutto del Lugano
I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
COSE DELL'ALTRO MONDO
12 ore
Non basta fare bene i compiti, Las Vegas ne sa qualcosa
Un’accurata programmazione può portare dall’altare alla polvere, ma i Raiders, nonostante Adams e Jones, rimangono la sola squadra senza vittorie
TIRI LIBERI
12 ore
L’estate del basket, dagli Europei alle dimissioni arbitrali
Il prossimo weekend riparte il campionato svizzero per voli che si spera non siano pindarici. Facciamoci sorprendere
Hockey
13 ore
L’Ambrì perde anche Isacco Dotti
Dopo l’infortunio di Heed, si fa male un altro difensore
Storie mondiali
23 ore
Usa 94, gloria per la Svizzera e requiem per Escobar
Durante il Mondiale 1994, dove i rossocrociati tornavano dopo quasi trent’anni, un calciatore colombiano venne ucciso a causa di un’autorete
hockey
1 gior
‘Possiamo vincere, ma aiutandoci a vicenda’
Michael Spacek, al suo primo derby ticinese, punta sul complesso, forte anche delle tante bocche da fuoco: ‘Poco importa chi segna ed è il top scorer’
hockey
1 gior
‘Anche il mio rendimento deve migliorare’
Markus Granlund, nonostante le due reti segnate, non è soddisfatto del suo inizio a Lugano. Ma è tutta la squadra che nel derby deve riscattarsi.
CALCIO
1 gior
Nations League, chiudere i conti con la salvezza
La Svizzera ospita a San Gallo la Repubblica Ceca. Un pari basterebbe per mantenere il posto in Lega A. Partita numero 100 per Ricardo Rodriguez
© Regiopress, All rights reserved