laRegione
Svizzera
Turchia
18:00
 
Italia
Galles
18:00
 
BRENGLE M. (USA)
GOLUBIC V. (SUI)
17:45
 
SAMSONOVA L. (RUS)
2
BENCIC B. (SUI)
1
fine
(1-6 : 6-1 : 6-3)
un-audit-esterno-per-fare-chiarezza-sull-ex-macello
L'ex... ex macello (Ti-Press)
Luganese
10.06.21 - 15:550
Aggiornamento : 16:19

Un audit esterno per fare chiarezza sull'ex Macello

La richiesta al Municipio di Lugano avanzata da un'interpellanza sottoscritta da un gruppo di consiglieri Ps e Pc, Movimento Ticino&Lavoro e Verdi

Un audit esterno sullo sgombero e soprattutto sulla demolizione dell’ex Macello. A richiederlo a gran voce al Municipio di Lugano, in forma di interpellanza, un gruppo di consiglieri Ps e Pc, Movimento Ticino&Lavoro e Verdi. "Non si tratta soltanto d’impegnare l'esecutivo a una maggiore presa di responsabilità nel chiarimento della controversia – scrivono – ma anche di un esercizio che potrebbe eventualmente servire a identificare e a correggere quelle disfunzioni amministrative, istituzionali e politiche di fondo che potrebbero avere contribuito a determinarla; ciò, ad esempio, per quanto concerne anche il fondamento e la portata delle deleghe decisionali accordate dal Municipio all’amministrazione comunale, compresa la Polizia comunale". 

Lo sgombero e la demolizione parziale dell’ex Macello avvenuti nella notte tra il 29 e il 30 maggio stanno, infatti, continuando a tenere banco non solo sulla scena politica luganese: "Questi avvenimenti, oltre ad avere avuto un notevole impatto sulle prospettive future dell’autogestione, sono stati accompagnati da una serie di gravose incognite circa l’agire delle autorità. Non a caso, la vicenda si vede già al momento oggetto di una querela penale, di un’istanza d’intervento alla Sezione degli enti locali e di svariati atti parlamentari" non mancano di ricordare i consiglieri comunali. A suscitare seri interrogativi, soprattutto, "il fatto che, stando a quanto emerso dalla stampa, uno scenario di tale portata fosse già stato previsto in precedenza dalla Polizia comunale, senza tuttavia che il Municipio nella sua interezza e in qualità di organo collegiale fosse mai stato effettivamente coinvolto. Altrettanto problematica è inoltre la constatazione secondo la quale, come confermato anche da alcuni municipali, la stessa decisione di demolire l’ex Macello sarebbe stata presa soltanto all’ultimo momento e consultando unicamente una parte dell’Esecutivo. Non da ultimo, sono numerose le preoccupazioni che sorgono in relazione all’intervento effettivo di demolizione, a partire dall’assenza di un accertamento relativo alla presenza di sostanze nocive, dall’esistenza o meno di un caso d’urgenza e dal mancato coinvolgimento del Dicastero immobili della Città". 

Da qui la richiesta di un audit esterno. Per quale scopo in particolare? "Allo scopo di meglio accertare anche quegli aspetti e quelle problematiche che – non assumendo necessariamente un rilievo specifico ai fini del perseguimento penale e della vigilanza amministrativa esercitata dalla Sel – interessano nella fattispecie i processi decisionali e di controllo interni al Comune, indipendentemente dall'esito delle inchieste in corso riteniamo necessario aprire a tempo debito", è la spiegazione degli interpellanti che ricordano come "il Regolamento comunale istituisce un Servizio di revisione interna, finalizzato anche a valutare e migliorare i processi di controllo, di gestione dei rischi e di corporate governance".

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
3 ore
Locarno, non vi fu alcun pestaggio in gendarmeria
Il Tribunale federale scagiona i due agenti dall'accusa di aver picchiato, nel 2013, un automobilista italiano fermato perché ubriaco
Luganese
4 ore
I sette municipali di Lugano davanti ai magistrati
Saranno ascoltati martedì mattina in forma separata e in contemporanea sulla demolizione dell'ex Macello. Ancora diversi i punti da chiarire
Luganese
6 ore
Aeroporto di Lugano, altro ricorso
Le cordate Northern Lights e Team Lug contestano l'ultima decisione del Municipio: vi sarebbe il rischio di altre esclusioni senza chiare motivazioni
Locarnese
23 ore
Onsernone, la scuola dell'infanzia 'traballa'
Mancano i bambini e c'è il rischio che i pochi alunni debbano lasciare la valle per recarsi in un istituto del piano. Trattative col Decs in corso
Luganese
1 gior
Scudo: la pandemia porta più incertezza ma più utenti
Il servizio di cure a domicilio del Luganese chiude il 2020 con un volume d'affari di circa 20 milioni e un utile di oltre 300mila franchi
Mendrisiotto
1 gior
Giovani rubano un furgone e lo fanno affondare nel Ceresio
La vicenda è avvenuta nella notte tra lunedì e martedì. È stata aperta un'inchiesta
Bellinzonese
1 gior
Serravalle, un sentiero interattivo fra natura e storia
Il progetto 'Salamandra Vagabonda' partirà la prossima primavera e permetterà di scoprire le ricchezze del territorio delle frazioni di Ludiano e Semione
Ticino
1 gior
‘Avvocati, meno generalisti e sempre più specialisti’
Gianluca Padlina alla sua ultima partecipazione in veste di presidente dell’Ordine a una cerimonia per l’avvenuta promozione di nuovi legali. A ventotto il brevetto
Locarnese
1 gior
Isole, un rilancio da primato storico assoluto
Dall'apertura della stagione sfondato il tetto dei 50mila visitatori. Il coordinatore Veronese: “Passione, collaborazione e impegno ampiamente condivisi”.
Ticino
1 gior
In Marocco perseguitano i gay, ma non per la Sem
La Segreteria della migrazione svizzera vuole rimandare in patria un ragazzo che per la sua omosessualità rischia le botte e la galera.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile