laRegione
15.12.21 - 15:50
Aggiornamento: 17:29

Acquarossa, il 2022 è nelle cifre nere

Via libera dal Cc al Preventivo che stima un avanzo di 28mila franchi. Approvata la proposta di un nuovo regolamento per tutelare i beni culturali

acquarossa-il-2022-e-nelle-cifre-nere
Ti-Press
Grotti da tutelare

Via libera al Preventivo del Comune di Acquarossa che stima un leggero avanzo d’esercizio pari a 28mila franchi e il mantenimento del moltiplicatore d’imposta al 95%. Il Consiglio comunale, nella seduta di ieri sera, ha pure approvato il piano finanziario per il periodo 2022-2025. Un documento ritenuto importante “visto come nei prossimi anni la situazione finanziaria sarà incerta, sia per il non ancora chiaro influsso della crisi pandemica sulle finanze cantonali e comunali, sia per l’incertezza che regna sulla potenziale ripresa economica generale”. L’esecutivo, che per il futuro ipotizza la sostanziale stabilità del gettito fiscale, con un aumento limitato all’1% all’anno (circa 30mila franchi), specifica la volontà di mantenere il moltiplicatore al 95% “per evitare un ulteriore carico fiscale sui cittadini”. Il capitale proprio (circa 7,9 milioni) “rimane comunque sufficiente per assorbire gli eventuali disavanzi d’esercizio” ipotizzati per 2023 (-81’500 franchi), 2024 (-18’700) e 2025 (-27mila). “Questi – scrive ancora l’esecutivo nel messaggio – saranno da verificare anche in funzione dell’evoluzione del gettito fiscale, della tenuta del livellamento e dell’effettiva realizzazione degli investimenti previsti ma che magari non vengono realizzati”.

Un aiuto per proprietari che vogliono ristrutturare immobili storici

Il legislativo ha pure approvato la proposta di adozione del nuovo regolamento concernente i contributi in materia di tutela e valorizzazione dei beni culturali. Le nuove norme sono rivolte in particolare ai privati proprietari d’immobili che decidono di mettere mano ai propri stabili al fine di salvaguardare e valorizzare il patrimonio storico e culturale del comune. Tenendo conto del valore architettonico e artistico dei beni di loro proprietà l’impegno finanziario non è indifferente, per questo il Municipio ha deciso di adottare un regolamento che permetta di quantificare i singoli contributi comunali da elargire entro i propri limiti di delega. Per quanto riguarda i beni d’importanza cantonale è previsto un contributo del 10% della spesa effettiva, ritenuto un massimo di 60mila franchi se si tratta di chiese e oratori, mentre per gli altri monumenti il limite massimo di spesa ammonta a 10mila franchi. Quanto ai beni culturali d’importanza locale, il contributo locale previsto potrà raggiungere il 20% della spesa effettiva (comprese le prestazioni proprie), per un massimo di 10mila franchi.

Maggiore protezione per i grotti

Luce verde dal Cc pure all’istituzione di un vincolo di protezione locale per i grotti di Dongio, Marogno e Motto. Con questo vincolo i proprietari dei grotti potranno beneficiare anche di aiuti cantonali e comunali in caso di interventi di restauro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Luganese
10 ore
Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale
Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
11 ore
Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’
Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Bellinzonese
11 ore
Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone
È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Bellinzonese
12 ore
Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni
Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Ticino
12 ore
Aumenti cassa malati, De Rosa: ‘Per il Ticino stangata ingiusta’
Il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa critico sull’aumento dei premi del 9,2% rispetto al 6,6% della media nazionale
Bellinzonese
12 ore
Bellinzona, un’opera che ‘aumenta la qualità di vita’
Inaugurata ufficialmente la passerella ciclopedonale della Torretta che collega il centro storico turrito a Carasso e che valorizza la mobilità lenta
Locarnese
14 ore
Arcegno, la prima vendemmia al ‘Vigneto di Luca’
Vissuta come una festa da giovani e adulti la raccolta dell’uva. Dal 2024 le bottiglie saranno vendute a scopo benefico
Mendrisiotto
17 ore
Morbio Inferiore, tra incubi del vetro e turismo del rifiuto
L’ecopunto in via Pascuritt è molto gettonato, tanto che, secondo un residente della zona, ogni giorno ci sarebbero 20 contravvenzioni
Bellinzonese
17 ore
Minacciava di suicidarsi, ‘salvato’ da polizia e Croce Verde
Vasto dispiegamento di polizia e sanitari questa mattina in via Galbisio a Carasso: evitato il peggio, l’uomo è stato ricoverato
© Regiopress, All rights reserved