laRegione
24.09.22 - 10:07
Aggiornamento: 10:42

Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato

Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico

Ats, a cura di Red.Web
axpo-e-quell-aiuto-non-ancora-utilizzato

Axpo non ha ancora usato un solo centesimo del credito d’emergenza di 4 miliardi di franchi deciso dal Consiglio federale. Lo dice il presidente del consiglio di amministrazione del gruppo energetico.

"Il fondo di salvataggio offre ulteriore sicurezza in una situazione estrema sui mercati energetici", ha dichiarato il presidente di Axpo, Thomas Sieber, in un’intervista pubblicata oggi dai giornali del gruppo CH-Media. Axpo può così garantire il suo contributo alla sicurezza dell’approvvigionamento della Svizzera, ha aggiunto.

Se alla fine di marzo il gruppo energetico aveva piazzato 3,7 miliardi di franchi di depositi nella borsa elettrica, "ora sono molti di più", ha detto il dirigente. "Non è ancora una cifra miliardaria a due cifre. Ma è un importo alto".

Importanza strategica

Questi fondi saranno restituiti ad Axpo quando sarà fornita l’elettricità promessa per contratto, ha precisato Sieber, sottolineando inoltre che il commercio di energia elettrica è di grande importanza strategica per l’azienda.

"Le centrali nucleari saranno chiuse, le concessioni idroelettriche scadranno e le centrali idroelettriche saranno consegnate ai cantoni", spiega ancora Sieber. È quindi importante essere attivi nel settore dell’elettricità.

Il gruppo Axpo - considerato un gruppo energetico d’importanza sistemica in Svizzera - ha ottenuto il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico. I suoi dirigenti si sono impegnati a rinunciare ai bonus in caso di utilizzo del prestito.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Approvata agli Stati la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
Svizzera
3 ore
In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato
In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
5 ore
A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023
Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
6 ore
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il Presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consigliere federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
Svizzera
18 ore
Consiglio degli Stati, Brigitte Häberli-Koller eletta presidente
La turgoviese del Centro prende il posto di Thomas Hefti (Plr/Gl) che ha deciso di non presentarsi alle elezioni federali del prossimo ottobre
Svizzera
18 ore
Pirati della strada, pene severe ma eccezioni possibili
Dopo il Nazionale, marcia indietro anche agli Stati sull‘attenuazione delle pene. Si introducono però attenuanti per chi sgarra per la prima volta
Svizzera
19 ore
Saranno quasi 200 i milioni di franchi destinati all’ambiente
Lo ha deciso il Consiglio degli Stati per 29 voti a 16, approvando una proposta di minoranza della verde Adèle Thorens Goumaz
Svizzera
23 ore
Nessuna sanzione disciplinare contro Roger Köppel
Il consigliere nazionale Udc era sospettato di aver violato il segreto d’ufficio per alcune dichiarazioni sul suo canale video
Svizzera
1 gior
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
1 gior
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
© Regiopress, All rights reserved