laRegione
tf-divieto-di-entrata-in-svizzera-per-un-boss-della-ndrangheta
Ti-Press
06.12.21 - 13:02
Aggiornamento: 18:56

Tf: Divieto di entrata in Svizzera per un boss della ’ndrangheta

Il mafioso era stato estradato in Italia nel 2017 e condannato a 9 anni e 6 mesi di reclusione. Confermata dal Tf l’espulsione di 20 anni dalla Svizzera

Il Tribunale federale (Tf) ha confermato il divieto di entrata in Svizzera e Liechtenstein pronunciato nei confronti di Leo Caridi. Il boss della ’ndrangheta nel 2017 è stato estradato in Italia, dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi di reclusione per appartenenza a un’organizzazione mafiosa.

Nato nel 1961, Leo Caridi è considerato dalla giustizia italiana il capo di un clan di Reggio Calabria. La sua cosca avrebbe in mano diversi quartieri della città. Fra il 1986 e il 2017 l’uomo è stato condannato a sette riprese.

In una sentenza pubblicata oggi, la seconda Corte di diritto pubblico stima che il Tribunale amministrativo federale (Taf) abbia preso la decisione corretta confermando un’espulsione di 20 anni pronunciata dall’Ufficio federale di polizia (Fedpol).

Le istanze hanno giustamente considerato il ricorrente “una grave minaccia per la sicurezza interna ed esterna della Svizzera”. Le autorità hanno potuto basarsi sul verdetto della Corte di cassazione di Roma e su vari articoli apparsi sui media.

I giudici dell’Alta Corte di Losanna hanno anche sottolineato che Caridi, autorizzato a soggiornare temporaneamente in Vallese fra il 2016 e il 2017, ha lavorato con un uomo attivo nel settore immobiliare. Quest’ultimo è stato condannato a quattro riprese nei cantoni Vaud, Neuchâtel e Vallese. Questo alimenta la tesi della Fedpol, secondo la quale Caridi fosse in Svizzera per infiltrarsi nel tessuto economico-politico elvetico.

Secondo il Tf, la Confederazione ha “un interesse pubblico e legittimo” ad allontanare una persona “pesantemente condannata e che ha una forte influenza nella criminalità organizzata della sua regione”. Tollerare la sua presenza rappresenterebbe una minaccia per la Svizzera e un motivo di tensione con l’Italia.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
'ndrangheta boss divieto entrata svizzera tf
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
36 min
Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus
Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
1 ora
Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari
Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
15 ore
Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe
In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
17 ore
Incidente mortale ieri sera a Schlatt
Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
18 ore
Ventisettenne annega nel lago di Zurigo
È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
19 ore
HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte
Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
20 ore
Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9
A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
21 ore
Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade
Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
23 ore
Derubato di telefono e portafoglio da ignoti
Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
1 gior
Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave
L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
© Regiopress, All rights reserved