laRegione
22.11.21 - 20:24

Buttet condannato per molestie sessuali

Pena pecuniaria e condizionale con periodo di prova di 4 anni. I fatti risalgono all’estate del 2020. L’ex consigliere nazionale non è alla prima condanna

Ats, a cura de laRegione
buttet-condannato-per-molestie-sessuali
Yannick Buttet (Keystone)

Il ministero pubblico vallesano ha condannato con un decreto d’accusa l’ex consigliere nazionale Yannick Buttet (Ppd/Vs) per palpeggiamenti e parole inopportune nei confronti dell’ex presidente del consiglio comunale di Monthey (Vs) Laude-Camille Chanton (Plr).

All’ex sindaco di Collombey-Muraz è stata inflitta una pena pecuniaria di 45 aliquote giornaliere con la condizionale per un periodo di prova di 4 anni e una multa.

Buttet ha in particolare “causato scandalo compiendo un atto sessuale in presenza di una persona che non se lo aspettava” (art. 198 Codice penale), ha indicato il ministero pubblico vallesano, confermando un’informazione diffusa da Rhône FM e Le Nouvelliste. Contattato dall’agenzia Keystone-Ats, l’ex politico popolare-democratico non ha voluto rilasciare commenti. Nei media locali, Buttet ha tuttavia affermato che non contesterà la condanna. “Non sono più un personaggio pubblico, non farò quindi alcun commento su questa vicenda”, ha indicato all’emittente Rhône FM.

“La sospensione della pena in un caso precedente è stata revocata e Yannick Buttet dovrà assumersi le spese dell’inchiesta penale, così come le spese legali della querelante Laude-Camille Chanton”, precisa l’avvocato di quest’ultima in una nota. Dal canto suo, la denuncia penale presentata dall’ex parlamentare per diffamazione è stata archiviata.

Estate 2020

I fatti al centro di questa vicenda risalgono all’estate del 2020. L’ex presidente del legislativo di Monthey Laude-Camille Chanton aveva denunciato al Nouvelliste i gesti inappropriati e i commenti sessisti fatti da Buttet sotto l’effetto dell’alcol. “A diverse riprese e nonostante le mie rimostranze, mi ha passato le mani sulla schiena, sul collo e sulle cosce”.

In seguito a queste rivelazioni, Buttet aveva rinunciato a ripresentarsi alle elezioni comunali. Dal canto suo, Laude-Camille Chanton non era stata rieletta al consiglio comunale di Monthey.

In una nota odierna, quest’ultima si è detta “sollevata” che questa “vicenda dolorosa, che ha avuto conseguenze significative sulla sua salute, giunga al termine”. “La pagina è attualmente voltata”, ha aggiunto.

Non alla prima condanna

Per Yannick Buttet non si tratta della prima condanna. Nel 2018 all’ex consigliere nazionale era stata inflitta una pena pecuniaria di 30 aliquote giornaliere sospesa per due anni per coazione e appropriazione semplice in seguito a una denuncia da parte della sua ex amante.

Venuta alla luce nel 2017, questa prima vicenda aveva indotto deputate federali e giornaliste a rivelare di essere state molestate da Buttet, in particolare in occasione di serate in cui il politico vallesano era apparentemente sotto l’effetto dell’alcool.

Buttet si era quindi dimesso dalle sue principali cariche a livello nazionale: il seggio al Consiglio nazionale, la vicepresidenza del PPD svizzero e quella della Società svizzera degli ufficiali (Sssu). Era inoltre stato sospeso dal grado di tenente-colonnello dell’esercito e aveva anche dovuto consegnare l’arma di servizio all’arsenale, come da prassi per i militi oggetto di denuncia.

Buttet si era pure ritirato per un paio di mesi dal suo mandato di sindaco di Collombey-Muraz, incarico riassunto poi il primo febbraio 2018.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
28 min
Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante
Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ’Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
17 ore
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
17 ore
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
20 ore
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
21 ore
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
23 ore
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
Svizzera
1 gior
L’urto e poi le fiamme: incidente sull’A2, una donna è grave
Il sinistro è avvenuto questa notte fra il tunnel del Seelisberg e Altdorf. La conducente è uscita dal veicolo incendiato con l’aiuto di altre persone
la guerra in ucraina/1
1 gior
Sulla riesportazione delle armi svizzere il vento è cambiato
Commissione degli Stati vuole allentare la legge. Anche per sostenere l’industria bellica svizzera. Le risposte alle principali domande.
Svizzera
1 gior
Riesportazione di armi: ‘La legge va allentata’
La commissione della politica di sicurezza degli Stati ha chiesto con 6 voti contro 4 e 2 astensioni di modificare la legge federale sul materiale bellico
Svizzera
1 gior
Compromesso all’orizzonte sulla riforma della Lpp
Sul modello di compensazione, la commissione del Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Restano in sospeso altri punti
© Regiopress, All rights reserved