laRegione
bisogna-agire-subito-per-evitare-un-esplosione-dei-ricoveri
Keystone
14.11.21 - 10:09
Aggiornamento: 14:48
Ats, a cura de laRegione

‘Bisogna agire subito per evitare un’esplosione dei ricoveri’

A dirlo la responsabile della Task Force-19 del Consiglio federale, Tanja Stadler, preoccupata per l’attuale tendenza dei contagi

Le autorità devono reagire rapidamente per arginare l’attuale ondata pandemica. Parola della responsabile della Task Force-19 del Consiglio federale, Tanja Stadler, secondo cui si corre il rischio di un’esplosione dei contagi da Covid-19.

Se la Svizzera vuole evitare di dover agire in stato di emergenza, la tendenza attuale deve essere rallentata, ha spiegato la specialista in un’intervista concessa alla “Sonntagszeitung”, «riducendo i contatti tra le persone oppure insistendo maggiormente per un incremento delle vaccinazioni».

A breve termine c’è poco da fare per quanto riguarda le immunizzazioni: durante la settimana nazionale di vaccinazione sono state somministrate circa 25mila prime dosi e, al momento, è sempre più difficile convincere gli indecisi. Insomma, per Stadler l’inverno si annuncia difficile sul fronte della pandemia. Se l’attuale tendenza non cambierà, ci possiamo attendere fino a 30mila ricoveri, ha sottolineato.

Tuttavia, secondo Stadler vi è ancora tempo per somministrare una terza dose a tutta la popolazione. Ma bisognerebbe incominciare in dicembre, ossia 6 mesi dopo la somministrazione delle seconda dose. Con un richiamo, la protezione contro l’infezione potrebbe essere aumentata al 95%.

Da un punto di vista scientifico, ha spiegato la docente del Politecnico federale di Zurigo, la situazione è chiara: o si vaccina a ritmo sostenuto, oppure devono essere considerati ulteriori provvedimenti restrittivi per rallentare la circolazione del virus. A suo avviso, i politici non hanno scelta: nelle prossime settimane dovranno prendere in seria considerazione un nuovo pacchetto di misure al fine di evitare il sovraffollamento degli ospedali e un incremento dei decessi da coronavirus.

Le opzioni sul tavolo sono note: obbligo della mascherina, rispetto delle misure igieniche, certificati, dose di richiamo ed eventuali chiusure di attività. Su quest’ultimo punto, Stadler spera che possano essere evitati lockdown su vasta scala. In primo luogo, a suo parere andrebbero considerate altre opzioni, come l’obbligo del certificato sul luogo di lavoro oppure l’obbligo della mascherina agli eventi combinato col possesso di un certificato.

Per Stadler, la regola del 2G, cioè l’accesso a certe aree solo per le persone guarite o vaccinate, ha sia vantaggi che svantaggi. Se meno persone partecipano a un evento, ciò avrebbe senz’altro un effetto frenante sulla circolazione del virus. Tuttavia, simili riunioni potrebbero spostarsi in luoghi privati, annullando l’effetto preventivo.

Stadler si è detta preoccupata per i bambini che non hanno ancora avuto l’opportunità di essere vaccinati. Oltre a ciò, a suo avviso non si fa abbastanza per proteggerli, specie nelle scuole. Per Stadler è sorprendente che l’autorizzazione al vaccino per i più piccoli non sia ancora stata presentata a Swissmedic. Fino a quando la vaccinazione dei bambini non sarà disponibile, dovranno essere adottate misure preventive, ossia test regolari, ventilazione delle aule scolastiche e obbligo della mascherina.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio federale contagi coronavirus ricoveri tanja stadler task force-19
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
1 ora
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
2 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
2 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
Svizzera
3 ore
Travail.Suisse esige aumenti salariali fra il 3 e il 5%
L’organizzazione sindacale chiede l’incremento per compensare l’attuale forte aumento del costo della vita e gli incrementi di produttività delle aziende
Svizzera
3 ore
Il futuro sistema di voto online alla prova degli hacker etici
La Posta ha chiesto di effettuare dei test di intrusione pubblici per scovare falle sul sistema che dal 2023 dovrebbe essere a disposizione dei Cantoni
Svizzera
6 ore
‘Sulla cybersicurezza servono regole più forti’
Secondo lo specialista Stéphane Koch, le aziende andrebbero obbligate a garantire la propria sicurezza pena essere ritenute responsabili per gli attacchi
Svizzera
6 ore
Disoccupazione Seco immutata al 2,0% a luglio, in Ticino al 2,3%
Rispetto allo scorso anno il calo è però sensibile, con il 28,7% in meno di persone iscritte nelle liste degli uffici regionali di collocamento (Urc)
Svizzera
1 gior
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
1 gior
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
© Regiopress, All rights reserved