laRegione
swissmedic-valuta-l-approvazione-della-terza-dose
Per intanto restano due le iniezioni raccomandate (Ti-Press)
16.09.21 - 17:32
Aggiornamento : 17:49

Swissmedic valuta l’approvazione della terza dose

Pfizer e Moderna hanno presentato una richiesta per effettuare un ulteriore richiamo. Per la Commissione federale per le vaccinazioni non è tuttavia urgente

Ats, a cura de laRegione

Swissmedic sta valutando se dare il via libera a una terza dose dei vaccini Covid-19 di Pfizer/BioNtech e Moderna: i due produttori hanno depositato la scorsa settimana una domanda in questo senso. Swissmedic sta analizzando i dati ricevuti per modificare le raccomandazioni di dosaggio, ha indicato oggi, 16 settembre, l’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici in una nota. Secondo la Commissione federale per le vaccinazioni (Cfv), per il momento non vi è tuttavia alcun bisogno urgente di somministrare un ulteriore richiamo.

I vaccini anti Covid-19 di Moderna e Pfizer/Biontech sono attualmente omologati in Svizzera per le persone a partire dai 12 anni. Entrambi i preparati vengono somministrati in due dosi. Swissmedic esamina la sicurezza e l’efficacia di queste terze dosi sulla base dei dati clinici che le vengono presentati e valuta se le informazioni di cui dispone sono sufficienti per estendere l’omologazione in questione.

Protezione da decorsi gravi anche con due iniezioni

Un richiamo è una dose supplementare di vaccino che viene somministrata dopo un certo periodo di tempo alle persone che hanno completato la vaccinazione primaria, al fine di stimolare la loro memoria immunitaria. Dosi di richiamo possono essere necessarie se la protezione dopo la vaccinazione primaria completa non è più sufficiente a prevenire gravi sviluppi della malattia Covid-19. Gli attuali dati clinici dei vaccini a mRNA utilizzati finora in Svizzera come pure i risultati degli studi compiuti mostrano che, con due dosi somministrate, la protezione contro i decorsi gravi della malattia è mantenuta. La Cfv ritiene quindi che attualmente non vi sia alcun bisogno urgente di somministrare dosi di richiamo a tutta la popolazione. La quantità di anticorpi diminuisce lentamente dopo l’immunizzazione di base con una doppia vaccinazione. Di conseguenza si riduce anche la protezione dall’infezione e dalla malattia asintomatica o lieve, mentre la protezione contro i decorsi gravi della malattia, compresa l’ospedalizzazione, è garantita per un periodo più lungo. Questo poiché, oltre agli anticorpi, la vaccinazione completa produce anche cellule B della memoria e cellule T, che fondamentalmente garantiscono la protezione da forme gravi della malattia riattivandosi dopo un contatto con il virus e secernendo grandi quantità di anticorpi, che a loro volta combattono l’agente patogeno in modo rapido ed efficiente.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
covid-19 moderna pfizer biontech swissmedic terza dose vaccino
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
‘I cambiamenti climatici alla base di incidenti come questo’
Il glaciologo Jacopo Gabrielli torna sulla tragedia consumatasi stamane sul Grand Combin e costata la vita a due persone
Svizzera
1 ora
Le lingue dei segni vanno riconosciute giuridicamente
Il governo riprende l’idea della Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Nazionale. Ma non con una legge separata
Svizzera
3 ore
C’è un volto e un nome dietro ai misteriosi incendi
È un 33enne svizzero il presunto piromane che da aprile teneva col fiato sospeso gli abitanti del canton Soletta. Oltre una dozzina i roghi
Svizzera
4 ore
Base jumper si schianta con la tuta alare nel canton San Gallo
L’incidente si è verificato in mattinata nella località di Walenstadtberg, tra l’Alp Tschingla e l’Alp Büls
Svizzera
5 ore
Task force per individuare i beni russi? Non ce n’è bisogno
Pur riconoscendo che ‘l’attuazione delle sanzioni pone sfide in parte nuove’, il Consiglio federale non ritiene necessaria la sua istituzione
Svizzera
5 ore
Ferito cadendo da un muretto con la sedia a rotelle elettrica
L’incidente si è verificato ieri poco dopo le 17.45 a Fanas, nel canton Grigioni. L’uomo, un 89enne, è stato elitrasportato a Coira
Svizzera
5 ore
Lauree in psicologia in Italia, si può esercitare senza stage
Il Governo risponde a un’interrogazione di Lorenzo Quadri: i ticinesi laureati in Italia fra il 2018 e il 2020 non dovranno svolgere lo stage post laurea
Svizzera
6 ore
Due vittime sul Grand Combin, travolte da seracchi
Il crollo dei blocchi di ghiaccio sull’‘Himalaya della Svizzera’ ha travolto una quindicina di persone; nove quelle rimaste ferite
Svizzera
11 ore
Iniziativa contro gli F-35: raccolte 100’000 firme
L’alleanza ‘STOP F-35’ afferma di aver raccolto le firme necessarie per l’iniziativa che chiede di vietare l’acquisto dei jet da combattimento
Svizzera
1 gior
‘Ammettiamo gli studenti degli Stati terzi fuggiti dall’Ucraina’
La petizione inviata al Consiglio federale chiede di aprire le porte delle università anche a loro
© Regiopress, All rights reserved