laRegione
l-attesa-per-la-vaccinazione-del-richiamo-non-va-accorciata
Keystone
14.12.21 - 08:28
Aggiornamento : 16:14

L’attesa per la vaccinazione del richiamo non va accorciata

Lo sostiene il presidente della Commissione federale vaccinazioni. Prevista per oggi la raccomandazione per il vaccino ai bambini fra i 5 e gli 11 anni

Nonostante gli alti tassi di infezione e i progressi della vaccinazione, Christoph Berger, presidente della Commissione federale per le vaccinazioni, ritiene che la Svizzera dovrebbe mantenere il periodo di attesa di sei mesi per le vaccinazioni di richiamo.

Lo scopo delle vaccinazioni di richiamo è quello di proteggere dalle forme gravi della malattia. Pertanto, devono essere vaccinati prima coloro che presentano il più alto rischio e che hanno fatto la seconda dose da più tempo, ha detto Berger in un’intervista ai giornali CH Media. Quando queste persone avranno ricevuto il booster, si potrà discutere di accorciare il tempo di attesa.

Oggi la commissione emetterà una raccomandazione per la vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni, che è stata approvata dall’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic. Nei bambini, non solo la carica virale è bassa, ma anche i rischi legati alla vaccinazione sono ridotti. Non c’è motivo per cui i bambini non debbano essere vaccinati.

Finora non si sa quanti bambini in Svizzera siano stati infettati dal coronavirus. La Commissione di vaccinazione stima che siano da un quarto a un terzo del totale. Questo significa che c’è ancora una chiara maggioranza che non è entrata in contatto con il virus e per la quale la vaccinazione ha quindi senso.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
christoph berger commissione federale vaccinazioni coronavirus vaccino anti covid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Losanna, una petizione per revocare il dottorato a Mussolini
Più che a chiedere di cancellare la decisione dell’ateneo, i firmatari vogliono che essa venga riconsiderata
Svizzera
2 ore
Cinquantenne rinvenuto morto nel suo appartamento
Scomparso dal Canton Basilea il 16 maggio, l’uomo è stato trovato privo di vita, intossicato, nel Canton Grigioni
Svizzera
3 ore
Tanta Ucraina nella prima giornata del Forum di Davos
A inaugurarlo è stato il presidente della Confederazione Ignazio Cassis, che a margine si è incontrato anche con lo statunitense John Kerry
Svizzera
3 ore
Imminente la visita di Maros Sefcovic in Svizzera
Il commissario europeo per le relazioni con la Confederazione potrebbe arrivare a giugno. Per discutere delle relazioni Berna-Bruxelles
Svizzera
3 ore
Covid, ecco la quarta dose di vaccino per persone a rischio
Secondo richiamo raccomandato per le persone con un sistema immunitario fortemente indebolito, ma solo dopo la valutazione di uno specialista
Svizzera
4 ore
Gli svizzeri tornano a viaggiare all’estero, anche più di prima
Il dato emerge dalla rilevazione delle spese senza contanti fatte al di fuori della Confederazione. Il flusso è maggiore anche del periodo pre-pandemia
Svizzera
5 ore
La pandemia ha acuito le diseguaglianze di genere
Le misure per contrastare il Covid-19, adottate in un contesto di squilibri già esistenti, hanno amplificato il problema. Lo indica uno studio
Svizzera
5 ore
Tocca la linea elettrica con la canna: pescatore folgorato
Tragica fatalità per un 55enne impegnato con amo e lenza in compagnia del figlio sul torrente della Val Pednal
Svizzera
8 ore
Ai nastri di partenza la stagione delle fragole in Svizzera
Nelle prossime tre settimane ne saranno raccolte in Svizzera oltre 1’000 tonnellate, sufficienti per approvvigionare completamente il mercato
Svizzera
9 ore
Autorizzato l’abbattimento di una lince nell’Oberland bernese
Il felino, identificato dalle trappole fotografiche e dal tipo di ferite, in 12 mesi ha ucciso 15 animali da reddito nonostante le misure di protezione
© Regiopress, All rights reserved