laRegione
03.08.21 - 12:51
Aggiornamento: 13:15

Non dichiarò reddito a servizi sociali, espulsione annullata

Per Tribunale federale il caso è di lieve entità e la donna non ha agito attivamente con intenti truffaldini. Autorità comunali ritenute corresponsabili.

non-dichiaro-reddito-a-servizi-sociali-espulsione-annullata
Keystone
Il Tf: 3'300 franchi sono troppo pochi per giustificare un’espulsione

Berna – Il Tribunale federale (TF) ha annullato l'espulsione dal territorio svizzero, disposta dalla giustizia argoviese, di una donna straniera che non aveva dichiarato ai servizi sociali un reddito di 3300 franchi. Per i giudici si tratta di un caso di lieve entità e le autorità comunali sono inoltre da considerare corresponsabili.

La ricorrente aveva ricevuto l'aiuto sociale nel 2016 e nel 2017. Fino a novembre 2016, il suo salario di aiutante cuoca era versato direttamente ai servizi sociali del suo comune. Tra febbraio e settembre 2017, la donna, che riceveva una rendita esistenziale, aveva lavorato come donna delle pulizie. Aveva comunicato il suo reddito all'assicurazione contro la disoccupazione ma non ai servizi sociali. Aveva dunque ricevuto più aiuti di quanti potesse pretendere.

Pena annullata

Per questo motivo il Tribunale cantonale argoviese l'ha condannata a una pena pecuniaria sospesa di 50 aliquote giornaliere e all'espulsione per 5 anni. In una sentenza pubblicata oggi, il TF ha annullato tale pena.

I giudici di Mon Repos ritengono sì che la donna fosse a conoscenza dell'obbligo di informare le autorità comunali, nel 2011 aveva del resto già omesso tale obbligo (ma non era stata sanzionata penalmente). La Corte di diritto penale del TF ritiene però che si tratti di un caso leggero e che va quindi punita con una semplice contravvenzione. La ricorrente non ha agito attivamente per truffare i servizi sociali e non ha mostrato grande energia criminale.

I fondi ottenuti indebitamente non sono poi stati utilizzati per acquistare beni di lusso ma per comperare un nuovo letto per il figlio. Inoltre, dichiarando il salario all'Ufficio di collocamento il comune è venuto a conoscenza del nuovo reddito ma il funzionario incaricato non si è mosso assumendosi così una certa responsabilità.

(sentenza 6B_1246/2020 del 16 luglio 2021)

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
4 ore
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
21 ore
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
22 ore
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
1 gior
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
1 gior
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
1 gior
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
1 gior
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
2 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
2 gior
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
© Regiopress, All rights reserved