laRegione
07.07.21 - 08:29
Aggiornamento: 20:38

Fa propaganda Isis dal carcere: processo bis a Bellinzona

Oggi in Appello 53enne iracheno condannato in primo grado a 5 anni e 10 mesi. Dalla cella Oltralpe avrebbe anche ordinato di uccidere l'ex moglie

Ats, a cura de laRegione
fa-propaganda-isis-dal-carcere-processo-bis-a-bellinzona
L'aula dei processi al Tpf di Bellinzona (Ti-Press)

Al Tribunale penale federale di Bellinzona inizia oggi il processo d'appello a carico di un 53enne iracheno condannato in ottobre dalla Corte penale dello stesso Tpf a 5 anni e 10 mesi, più l'espulsione per 15 anni dalla Svizzera, per sostegno al sedicente Stato islamico (Isis). Il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto un nuovo procedimento a causa del suo comportamento problematico in carcere. Stando a quanto pubblicato ieri dal Tages-Anzeiger, l'uomo di origine curda continua a fare propaganda per l'Isis anche nel penitenziario cantonale di Frauenfeld, dove sta scontando la pena. Avrebbe persino dato ordine dalla prigione di uccidere la sua ex moglie.

L'uomo, che vive in Svizzera da oltre vent'anni senza aver mai avuto lavori regolari, era stato condannato per aver agito a più riprese dalla Confederazione per conto dell'Isis. Aveva contatti con i dirigenti dell'organizzazione terrorista ed era lui stesso un quadro di livello intermedio del sedicente Stato islamico. L'uomo aveva poi depositato ricorso, ma a metà gennaio la Corte dei reclami penali del Tpf ha giudicato rispettato il principio di proporzionalità da parte dell'istanza precedente. Inoltre ha considerato fondato il pericolo di fuga, già avanzato dal Tribunale delle misure coercitive bernese.

Leggi anche:

Condannato il membro dell'Isis che agiva dalla Svizzera

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Successione Sommaruga-Maurer
6 ore
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
7 ore
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
8 ore
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
9 ore
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
9 ore
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
Svizzera
10 ore
Se il Gigante giallo non resta al passo coi tempi
A rivelarlo Roberto Cirillo, Ceo della Posta: ‘Non ci stiamo muovendo abbastanza velocemente nell’attuazione della nostra strategia di ammodernamento’
Svizzera
12 ore
Al via la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
Svizzera
14 ore
In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato
In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
16 ore
A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023
Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
17 ore
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consiglieri federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
© Regiopress, All rights reserved