laRegione
04.05.21 - 10:15
Aggiornamento: 11:14

Uccise un amico d’infanzia: 14 anni di carcere

Il condannato, un rumeno di 33 anni, aveva accoltellato a morte il collega di lavoro che conosceva da sempre

uccise-un-amico-d-infanzia-14-anni-di-carcere
Ha deciso il tribunale di Horgen (Zurigo)

Il tribunale distrettuale di Horgen (ZH) ha condannato oggi un 33enne rumeno a 14 anni di reclusione per assassinio e all'espulsione dalla Svizzera per 13 anni. Nel 2018 l'uomo aveva ucciso con 15 coltellate il suo amico d'infanzia e collega di lavoro a Samstagern. La sentenza non è ancora definitiva.

Il tribunale ha riconosciuto alla sorella e ai genitori della vittima un risarcimento di 34'000 franchi. I giudici hanno seguito in gran parte le richieste del Ministero pubblico, che chiedeva 20 anni di prigione e 15 di espulsione dal Paese. La difesa auspicava l'assoluzione per mancanza di prove. L'imputato è rimasto in silenzio durante tutto il processo.

I due operai edili connazionali avevano bevuto parecchio quella sera di settembre del 2018 in un alloggio aziendale a Samstagern. Dopo l'esuberanza iniziale, si erano fatti prendere dall'aggressività, finendo per azzuffarsi. Un compagno di stanza, più grande, era riuscito a separarli, ma quando tutti dormivano l'accusato si era intrufolato nella stanza del suo avversario, che pure lui dormiva, e aveva sferrato 15 pugnalate, uccidendolo. L'arma, probabilmente un coltello costruito a mano, non è mai stata trovata.

Il 33enne, che non ha precedenti, era venuto in Svizzera alcuni mesi prima del crimine, grazie alla mediazione del suo amico. Nella loro lunga amicizia, i due era arrivati più volte a discutere animatamente, soprattutto se c'era di mezzo l'alcol, ha affermato il giudice.
Nota:

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
34 min
Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino
Il Consiglio federale intende concedere la concessione per una sola casa da gioco: protesta il Consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
1 ora
Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante
Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ’Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
18 ore
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
18 ore
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
21 ore
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
23 ore
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 gior
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
Svizzera
1 gior
L’urto e poi le fiamme: incidente sull’A2, una donna è grave
Il sinistro è avvenuto questa notte fra il tunnel del Seelisberg e Altdorf. La conducente è uscita dal veicolo incendiato con l’aiuto di altre persone
la guerra in ucraina/1
1 gior
Sulla riesportazione delle armi svizzere il vento è cambiato
Commissione degli Stati vuole allentare la legge. Anche per sostenere l’industria bellica svizzera. Le risposte alle principali domande.
Svizzera
1 gior
Riesportazione di armi: ‘La legge va allentata’
La commissione della politica di sicurezza degli Stati ha chiesto con 6 voti contro 4 e 2 astensioni di modificare la legge federale sul materiale bellico
© Regiopress, All rights reserved