laRegione
petra-gossi-taccia-di-ignoranza-marco-chiesa-e-l-udc
Keystone
Occhiatacce
Svizzera
12.04.21 - 21:520

Petra Gössi taccia di ignoranza Marco Chiesa e l’Udc

La presidente del Plr non le manda a dire: attacchi populisti e irrispettosi. ‘Se vogliono fare opposizione siano coerenti e lascino il governo’

Berna – "Attacchi populisti e irrispettosi". Questa la dura replica della presidente del Plr Petra Gössi alle recenti dichiarazioni del suo omologo dell'Udc Marco Chiesa, scagliatosi contro i consiglieri federali liberali-radicali sul tema coronavirus. La deputata svittese ha inoltre invitato il primo partito svizzero a una maggiore coerenza.

"Se l'Udc vuole perseguire una politica di pura opposizione dovrebbe essere coerente e lasciare il governo", ha detto Gössi durante l'assemblea straordinaria dei delegati del Plr, svoltasi in serata in formato virtuale. Chiesa, in un video pubblicato nel fine settimana su Twitter, aveva definito disorientati i due rappresentanti liberali-radicali nell'esecutivo, ovvero Ignazio Cassis e Karin Keller-Sutter.

Il ticinese non ha esitato a mettere pressione e a incolparli per il mancato allentamento delle misure in vigore per contrastare l'epidemia di coronavirus. Chiesa ha anche minacciato possibili conseguenze politiche per loro in vista delle elezioni federali del 2023, parlando di poltrone a rischio a causa di questo atteggiamento.

Chiesa e Udc ‘ignoranti’

Secondo Gössi però, "questo dimostra l'ignoranza di Chiesa e dell'Udc su come funziona il Consiglio federale, sebbene anche loro siano doppiamente rappresentati". Il governo non è la sede di un partito, ha sottolineato la consigliera nazionale.

Gössi ha aggiunto che i progressi della campagna di vaccinazione sono troppo lenti e che non è certo contenta di come i cittadini debbano ancora vivere con provvedimenti restrittivi anti-Covid. "Ma mi difendo dagli attacchi populisti e irrispettosi nei confronti dei nostri consiglieri federali", ha affermato, ricordando d'altronde che l'uso della provocazione è un classico in casa Udc.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
C’è un ‘caso Maurer’ in Consiglio federale?
Maurer in un discorso pubblico ha parlato di fallimento del governo nella crisi-Covid e di leggi scritte dalla task force. Il Ps chiede una presa di posizione
Svizzera
1 ora
‘La Confederazione assuma i danni causati dai lupi’
Il Consiglio nazionale ha accolto una mozione di Fabio Regazzi (Centro) che chiede di correggere una ripartizione dei costi giudicata ‘iniqua’
Svizzera
2 ore
Il Nazionale vuole altri 4 anni di moratoria sugli Ogm
Netta maggioranza alla Camera del popolo a favore di un’agricoltura senza organismi geneticamente modificati fino al 2025
Svizzera
3 ore
In Svizzera 1’632 contagi, in calo i ricoveri
Continua a scendere l’incidenza, mentre l’occupazione Covid in cure intense resta sotto il 30% per il terzo giorno di fila. 5 i decessi segnalati
Svizzera
5 ore
In Svizzera la pandemia sta frenando, meno contagi e ricoveri
I casi registrati calano di quasi un terzo su base settimanale. In Ticino si registra l’incidenza minore, con 49 casi settimanali ogni 100’000 abitanti
Svizzera
6 ore
Cure intense e triage, peseranno anche sforzi richiesti e durata
L’Accademia svizzera delle scienze mediche (Assm) ha aggiornato le linee guida per le scelte da parte dei sanitari in caso di sovraccarico dei reparti
Svizzera
6 ore
Marchesi: ‘Via il divieto di gare automobilistiche in circuito’
Il Consigliere nazionale Piero Marchesi ha depositato un’iniziativa parlamentare. Il divieto risale al 1955 in seguito al grave incidente a Le Mans
Svizzera
6 ore
Dai cantoni grandi sforzi per aumentare le vaccinazioni
Squadre mobili, ‘vaxbus’ e campagne mirate: molte le strategie messe in atto. Dopo le vacanze estive il numero di vaccinazioni è tornato ad aumentare
Svizzera
7 ore
Oltre il 17% degli alunni svizzeri è in sovrappeso
Lo rivela uno studio di Promozione Salute Svizzera su 29’000 alunni di nove cantoni, fra cui i Grigioni, e quattro città. Pesano nazionalità ed estrazione sociale
Svizzera
7 ore
80 milioni allo sport, dentro ‘Velodromo Ticino’ e Pse luganese
Unanimità agli Stati sul credito per la promozione dello sport in Svizzera per il periodo 2022-2027, in cui sono inclusi i due progetti ticinesi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile