laRegione
17.09.22 - 22:01
Aggiornamento: 18.09.22 - 16:49

Cinque gol al Berna, per un Ambrì che vola

Dopo essere già tornati da Friborgo con due punti, i biancoblù mettono sotto gli Orsi grazie alle reti di Zwerger, Heed, Hofer, Spacek e Chlapik

cinque-gol-al-berna-per-un-ambri-che-vola
Grassi ed Heed festeggiano così il punto del 2-1

Due partite, due vittorie e cinque punti in classifica per un Ambrì convicente anche nella sua prima uscita in campionato alla Gottardo Arena. Pur se in avvio, nella sfida con il Berna, sono subito gli ospiti a rendersi minacciosi, con un precoce tentativo di Vermin steso da Isacco Dotti. Nei due minuti con l‘uomo in meno l’Ambrì si difende con ordine. L’azione più pericolosa, però, arriva al quarto minuto: Scherwey intuisce l’intenzione di Chlapik nel terzo, e il puck finisce al liberissimo Sceviour, il topscorer degli Orsi, che però fallisce a tu per tu con Juvonen. La freddezza che manca agli attaccanti del Berna non fa invece difetto a quelli dell’Ambrì: illuminante passaggio di Pestoni per Shore, il cui tocco da posizione defilata finisce sul palo, ma Zwerger è lesto a ribattere in rete per l’1-0 al 5’46’’. A quel punto l‘Ambrì comincia a spingere davvero, e Wüthrich deve superarsi a un paio di riprese. Invece del raddoppio, però, arriva improvviso il pareggio ospite: Simon Moser eredita da Romain Loeffel il puck a centropista, e dopo essere entrato nel terzo sfrutta il corpo di Fischer per mascherare la partenza di un tiro che Juvonen non vede arrivare: è l’1-1 al 17’16’’. Non passa però neppure un minuto e l’Ambrì è di nuovo in vantaggio: disco in profondità di Grassi nel terzo bernese, e Bader si fa prendere in velocità, con l’accorrente Tim Heed sganciatosi dalla retrovia che non lascia scampo a Wüthrich.

E non finisce lì: una bastonata fischiata a Lindberg al 24’02’’ offre ai biancoblù la possibilità di portarsi sul 3-1, subito sfruttata dal polsino chirurgico di Filip Chlapik, che infila il puck all’incrocio dei pali dopo un lavoro preparatorio del compagno Michael Spacek e di Jesse Virtanen. Trascinato dalla linea dei cechi, ma non soltanto da quella, l’Ambrì continua a premere, e il Berna è costretto a moltiplicare gli sforzi per chiudere i varchi. Dopo aver resistito per due minuti in inferiorità (fuori Grassi per ostruzione), i biancoblù devono fare i conti con un Berna più convinto, e che riesce a portarsi sempre con maggior insistenza davanti a Juvonen, aiutato anche dal palo a due minuti e mezuzo dalla seconda pausa su tentativo di Lindberg. Basta però una nuova penalità, però, e i biancoblù vanno ancora in gol (l’espulso è Vermin per un inutile crosscheck): stavolta segna direttamente Spacek, nonostante il tiro non gli viene esattamente come avrebbe voluto, con il portiere del Berna che dà tutta l’impressione di dare involontariamente una mano al centro numero 43.

A quel punto, la partita sembra segnata. Infatti lo è, con l‘Ambrì che trova pure il modo di segnare anche un quinto gol, che porta la firma del giovane Valentin Hofer, autore del definitivo 5-1 al 50’50’’.

Ambrì Piotta - Berna (2-1 2-0 1-0) 5-1
Reti: 5’46’’ Zwerger (Shore, Pestoni) 1-0. 17’16’’ Moser (Loeffel) 1-1. 18’06’’ Heed (Grassi) 2-1. 24’55’’ Chlapik (Spacek, Virtanen/esp. Lindberg) 3-1. 39’13’’ Spacek (Zwerger, Chlapik/esp. Vermin) 4-1. 50’50’’ Hofer 5-1.
Ambrì Piotta: Juvonen; Heed, Isacco Dotti; Virtanen, Burren; Fohrler, Zaccheo Dotti; Fischer; Grassi, Kostner, Trisconi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Hofer, Spacek, Chlapik; Pestoni, Shore, Zwerger.
Berna: Wüthrich; Zgraggen, Untersander; Beat Gerber, Loeffel; Colin Gerber, Goloubef; Pinana; Moser, Lindberg, Vermin; Bader, Baumgartner, Bärtschy; Scherwey, Sceviour, Lehmann; Ritzmann, Fahrni, Näf
Arbitri: Borga, Tscherrig; Stalder, Gnemmi
Note: 6’775 spettatori (tutto esaurito). Penalità: Ambrì Piotta 4 x 2’; Berna 3 x 2’. Tiri: 30-30 (8-10, 12-11, 10-9). Ambrì privo di Pezzullo, Müller (infortunati), McMillan (squalificato) Patenaude e Zündel (in soprannumero) e Dufey (Ticino Rockets); Berna senza DiDomenico, Henauer, Kahun, Gelinas (infortunati), Dähler, Fuss, Ryser e Meile (Swiss League). Pali: 37’30’’ palo colpito da Lindberg. Prima del confronto omaggiato Daniele Grassi per la sua 501esima partita in Lega nazionale A. Premiati a fine partita, quali migliori in pista, Dominic Zwerger e Colton Sceviour.

Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5420
2
HC Aspi Capitals
5399
3
HC Kaski Male
5355
4
HC TUT-TUT
5333
5
LucHC Lions
5176
6
ASIA TEAM
5158
7
SV Rokaner
5141
8
AmStars
5136
9
Team Belozoglu
5136
10
HC Klo10Flies
5134
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
8 ore
Un missile di Fullkrug tiene in corsa i tedeschi
Finisce in parità la sfida più attesa tra una Spagna che dovrà stare attenta al Giappone e una Germania che si gioca tutto con il Costarica
Sci
11 ore
Wendy, il gran giorno è arrivato. Ma lo deve condividere
Sulle nevi del Vermont la svittese centra infine un trionfo nello slalom che inseguiva da una vita. A far festa con lei, però, c’è anche Larson
Qatar 2022
11 ore
Senza Neymar l’esame di maturità di Yakin
Il tecnico rossocrociato, che 15 mesi fa allenava ancora in Challenge League, contro il Brasile non disporrà di Okafor
Qatar 2022
12 ore
Davies illude il Canada, Kramaric lo elimina
La Croazia rimonta grazie soprattutto a una doppietta della punta dell’Hoffenheim
IL DOPOPARTITA
12 ore
Un weekend in bianco: ‘Restiamo positivi, meritavamo di più’
L’Ambrì rende nuovamente la vita dura allo Zurigo, che però trova il modo di spuntarla. ‘La fortuna? Non è stata dalla nostra, ma bisogna anche cercarla’
QATAR 2022
13 ore
Belgio sconfitto, a Bruxelles scoppiano disordini
La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua per disperdere i tifosi facinorosi. Le autorità hanno chiesto alla popolazione di non recarsi in centro
QATAR 2022
14 ore
‘Battere il Brasile? Non mi stupirebbe’
Nestor Subiat fiducioso sulle qualità della Nazionale svizzera. ‘E per l’Argentina il Mondiale inizia adesso’. Il ricordo del 1994 e di Andres Escobar
Qatar 2022
14 ore
Marocco troppo forte per il Belgio
Dopo il pareggio coi croati vicecampioni del mondo, i magrebini colgono la posta piena coi Diavoli rossi
Qatar 2022
16 ore
Bandiera del Kosovo nello spogliatoio serbo: ‘Fifa ipocrita’
Criticata dal governo della Serbia la decisione di avviare un procedimento disciplinare contro la locale Federcalcio per il vessillo esposto ai Mondiali
Tennis
17 ore
Coppa Davis, nelle qualificazioni Svizzera-Germania
Trasferta impegnativa per i rossocrociati, che sfideranno Zverev e compagni all’inizio di febbraio
© Regiopress, All rights reserved