laRegione
30.11.21 - 17:57
Aggiornamento: 18:33

Con l’Yb sfida d’alta quota, ‘ma dobbiamo rimanere umili’

Lugano domani a Berna contro i campioni svizzeri, che non stanno brillando. Il mister bianconero Croci-Torti: ‘Attenti a non peccare di presunzione’

di Daniele Neri
con-l-yb-sfida-d-alta-quota-ma-dobbiamo-rimanere-umili
Ti-Press
Mattia Croci-Torti, allenatore del Football Club Lugano

Riuscirà il Lugano, sulle ali dell’entusiasmo, a conquistare punti a Berna? I campioni svizzeri dello Young Boys, reduci dalla sconfitta contro la capolista Zurigo al Letzigrund, non stanno attraversando un buonissimo momento. Devono fare i conti con molti infortuni, un calendario fitto e una classifica lontana dalle aspettative precampionato (quarto posto a 9 punti dallo Zurigo, per quanto con due partite da recuperare, con il Lugano domani sera e con il Basilea).

«Attenzione però a non peccare di presunzione - ha ammonito l’allenatore Mattia Croci-Torti - anche se gli ultimi successi, dentro e fuori dal campo, ci hanno fatto molto bene. In questi ultimi mesi la parola più importante è stata ‘umiltà’. Continuiamo a lavorare come fatto sinora. Sappiamo tutti che l’Yb è una squadra fortissima; ma dobbiamo provarci a tutti i costi, mettendo in campo i presupposti giusti. Non solo come outsider, bensì da protagonisti».

Sul tipo di partita che si aspetta, il mister bianconero ha affermato che «da qualche giorno mi frullano in testa due possibili varianti. Molto dipenderà anche da loro; soprattutto da chi giocherà. Credo che nei primi venti minuti, i bernesi verranno a prenderci molto alti».

Croci-Torti non vuole comunque svelare quali saranno le carte che lui metterà in campo, ma qualche cambiamento nell’undici titolare ci sarà. Unico assente sarà il centrocampista algerino Hadj Mahmoud. Mijat Maric e Mohammed Amoura probabilmente saranno i sacrificati, rispetto all’incontro di sabato contro il Gc, e dovrebbero perciò partire dalla panchina. Sull’algerinom il “Crus” ha detto che «è un giocatore offensivo e sul terreno deve godere della massima libertà. Tocca a noi essere bravi a fargli capire le dinamiche della nostra squadra; dopo di che, tutto sarà più facile per lui».

A contendersi una maglia sul fronte offensivo dovrebbero essere Asumah Abubakar (per quanto leggermente infortunato) e Christopher Lungoyi, reduce da una doppietta segnata nel fine settimana con la Under 21. In porta ci sarà ancora Amir Saipi, che gode della fiducia del tecnico ticinese: «In questo momento ci sta dando parecchie soddisfazioni e sarebbe sbagliato cambiare l’attore. Non nego però la grande considerazione che ho per Noam Baumann e Sebastian Osigwe. Quest’ultimo verrà visitato dai medici, per verificare se si è completamente ristabilito dall’infortunio alla spalla».

Due considerazioni anche su Mickael Facchinetti. «In passato ha ricevuto diverse critiche. Però ci tiene tantissimo e, quando è entrato in campo, lo ha fatto sempre con l’attitudine giusta. Per me costituisce un importante ‘jolly’. Sono contento delle sue prestazioni e lui, dopo aver giocato poco nello scorso campionato, aveva sete di rivincita».

L’aria dell’alta classifica fa bene a tutti e la partita contro lo Yb sarà una verifica importante. Per la squadra non mancano gli stimoli, su cui si è soffermato Croci-Torti. Partendo «dalla salvezza e dalla Coppa Svizzera, obiettivi che mi sono stati dati all’inizio del mio percorso alla guida del Lugano»; passando anche «dall’aiuto “morale” dal campo, in favore del Polo sportivo degli eventi», approvato domenica in votazione popolare. «Abbiamo una proprietà ambiziosa e dunque anche noi vogliamo sognare, però mantenendo i piedi per terra. È ovvio che, se si vogliono raggiungere traguardi ambiziosi, bisognerà puntellare la rosa, così da poter contare su un gruppo più forte. E la concorrenza interna può dare molto alla squadra. Si sa che nel calcio tutto è possibile: noi dobbiamo restare vigili ed essere pronti a tutto. Carlos Da Silva e lo staff tecnico stanno lavorando per noi».

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
1 ora
Il sogno di Zeman, da Praga a Foggia via Cornaredo
Uscita da poco ‘La bellezza non ha prezzo’, autobiografia dell’allenatore ceco con capitoli dedicati pure all’Fc Lugano e al calcio di casa nostra
il dopopartita
6 ore
Ambrì punito ‘oltre misura’ dal Ginevra
I Leventinesi tengono testa alle Aquile con una prova generosa e un po’ sfortunata, ma pagano la tripletta di Teemu Hartikainen nel periodo centrale
IL DOPOPARTITA
7 ore
Riecco i tre punti, nonostante Asselin. ‘Prova di carattere’
I bianconeri chiudono le quattro trasferte di fila espugnando la Raiffeisen Arena di Porrentruy. Samuel Guerra: ‘In queste settimane abbiamo imparato’
hockey
8 ore
Ambrì generoso ma sconfitto dal Ginevra
In casa della capolista i biancoblù sono stati sconfitti 5-2.
Hockey
8 ore
Il Lugano espugna Porrentruy e torna a sorridere
I ragazzi di Luca Gianinazzi tornano al successo nell’ultima traferta della serie, piegando i giurassiani con il punteggio di 5-2
QATAR 2022
12 ore
I rigori premiano la Croazia, il Brasile fa le valigie
In vantaggio al 105’ con Neymar, i sudamericani si fanno rimontare a pochi minuti dal traguardo e dal dischetto pagano gli errori di Rodrygo e Marquinhos
Tennis
12 ore
Wawrinka sconfitto da Medvedev
L’avventura dello svizzero nel torneo d’esibizione in Arabia Saudita si conclude in semifinale, con il doppio 6-4 in favore del russo
Basket
14 ore
Lugano-Olympic, all’Elvetico arriva un po’ d’Europa
Mentre la Sam stasera va in campo per ricevere lo Swiss Central, i Tigers si preparano a sfidare l’eterno nemico, il club meglio gestito di tutto il Paese
QATAR 2022
15 ore
L’Africa chiede al Marocco di scrivere la storia
La selezione magrebina potrebbe essere la prima del Continente nero a raggiungere le semifinali di un Mondiale
SCI NORDICO
16 ore
Nadine Fähndrich trionfa nello sprint classico a Beitostölen
In Norvegia la 27enne lucernese ha colto il terzo successo in Coppa del mondo, precedendo la norvegese Weng e la finlandese Matintalo
© Regiopress, All rights reserved