laRegione
DJOKOVIC N. (SRB)
NISHIOKA Y. (JPN)
20:45
 
KONTAVEIT A. (EST)
0
TOMLJANOVIC A. (AUS)
2
fine
(6-7 : 5-7)
VOLYNETS K. (USA)
GOLUBIC V. (SUI)
20:40
 
Canada
1
Danimarca
2
2. tempo
(0-2 : 1-0)
Austria
0
Gran Bretagna
2
2. tempo
(0-1 : 0-1)
lugano-in-ripresa-e-ginevra-non-e-uno-spauracchio
basket
12.11.21 - 16:27
Aggiornamento : 16:52

Lugano in ripresa. E Ginevra non è uno spauracchio

Per la Sam importante banco di prova sul parquet del Nyon lungo il processo di crescita che deve portare al vertice

di Dario ‘Mec’ Bernasconi

Un tempo, diciamo qualche anno fa, la sfida fra Tigers e Lions era una partita di cartello, una delle due o tre sfide che portavano a chiare differenze in classifica. Oggi la partita rientra nel novero di quelle abbastanza scontate, pur senza perdere il dovuto rispetto per i bianconeri. Sulla carta, ma non solo, Ginevra rimane una delle big del campionato, anche se sinora ha già perso tre gare, contro Massagno, Olympic e Neuchâtel. Una crisi? Forse legata ai molti cambiamenti e a qualche infortunio, ma nella sostanza Stimac ha a disposizione un complesso forte. Per contro il Lugano sta crescendo anche se le potenzialità individuali non sono paragonabili a quelle dei ginevrini. Però con il rientro di Stevanovic e di Cafisi, coach Nikolic ha due cambi in più in regia. Ciò, vista l’esperienza dei due, dovrebbe dare anche maggiore sicurezza a chi giocherà al loro fianco, come Togninalli e Matasic, due giovani in netta crescita e lo stesso può valere per Dell’Acqua e Mina. Insomma, oggi il processo di crescita potrà continuare e se i tre stranieri saranno della partita al cento per cento, vale a dire con continuità di rendimento sia in attacco sia in difesa, il Lugano ha le carte in regola per rendere la vita dura ai ginevrini. Ginevra, che ha perso la scorsa settimana a Neuchâtel, ha mostrato non poche lacune sul piano del carattere e sull’attitudine difensiva. Tutti dicono che si riprenderà e bisognerà fare i conti con i Lions nei momenti che conteranno. Ma, almeno per ora, non sono ancora un’avversaria impossibile.

Partita di alta classifica a Nyon dove sarà ospite la Spinelli. Alta classifica perché i vodesi sono terzi con quattro vittorie e due sconfitte, quelle patite contro Boncourt e Olympic. Viaggiano con una media di 77 punti a 74, quindi con scarti minimi. Nulla a che vedere con le statistiche della Sam, 90 a 69 che, in questo momento, è afflitta da problemi di infermeria. Le assenze dei fratelli Mladjan, a meno che Gubitosa possa ritrovare per qualche minuto Dusan, fuori oramai da un mese, limita le rotazioni di peso. Però la squadra è forte in ogni reparto e chiaramente ha tutti i mezzi per ribadire la sua leadership. Nyon ha un buon gioco e la regia di Jaunin una garanzia, e alcuni giocatori validi che ci mettono tutto.

La Sam ha tutto per non complicarsi la vita, sempre che non si faccia prendere dai nervi come domenica scorsa. Per la Spinelli si tratta di un banco di prova per capire se l’atteggiamento in entrata di partita è diventato più concreto anziché esprimersi solo a partire dal secondo quarto. Anche questo è un processo di crescita importante per chi vuole arrivare in alto.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ginevra lugano tigers nyon sam massagno

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CICLISMO
41 min
Ellen van Dijk, l’ora al femminile ha un nuovo nome
Sulla pista del velodromo solettese di Grenchen, la trentacinquenne olandese ha battuto il primato della britannica Lowden: 49,254 metri
Calcio
1 ora
L’Fcl e una squadra da (ri)costruire, con il Crus e per l’Europa
Il giorno dopo la conclusione di una trionfale stagione, la società bianconera ha voluto fare il punto gettando già lo sguardo alla prossima annata
CALCIO
2 ore
Alex Frei è il nuovo allenatore del Basilea
L’ex attaccante rossoblù, fresco di promozione in Super League con il Winterthur, ha firmato un contratto di due anni con il club che lo ha lanciato
Tennis
2 ore
Stan Wawrinka deve già salutare il Roland Garros
Il 37enne vodese, rientrato sul circuito solo a fine marzo dopo oltre un anno di stop, è stato sconfitto al primo turno in quattro set dal francese Moutet
Hockey
2 ore
Nico Hischier, tutta la stoffa del capitano
Terzo elvetico ad avere la ‘C’ sulla maglia in Nhl dopo Streit e Josi, il ventitreenne vallesano si gode il ruolo di leader. ‘Ma non sono certo l’unico’
Hockey
2 ore
Helsinki, capolinea dell’avventura italiana
La selezione di Ireland e Huras perde il posto nell’élite, battuta 5-2 da un Kazakistan migliore. Repubblica Ceca ai quarti grazie a 1-0 calcistico
basket
3 ore
Il Riva è terzo. ‘E dire che per alcuni non avevamo stimoli’
Buona stagione della squadra di Valter Montini, nonostante le tante giovani in campo e qualche infortunio di troppo
Formula 1
21 ore
Verstappen e una serenità figlia (anche) della cura dei dettagli
Con la doppietta in Spagna le Red Bull hanno ripreso il comando del Mondiale ai danni di una Ferrari che ha tradito Leclerc sul più bello
Hockey
22 ore
La Svizzera e la rimonta della domenica: fanno sei su sei
Primo tempo pessimo, poi gli elvetici escono alla distanza e vincono 5-2. Ma perdono per strada Scherwey: per l’attaccante del Berna il Mondiale è finito
Calcio
22 ore
Acb, un bel successo per festeggiare la promozione
I granata, ormai certi della salita in Challenge League, battono 3-2 l’Étoile Carouge con un gol di Souza nel recupero.
© Regiopress, All rights reserved