laRegione
i-pensieri-all-addormentamento-influenzano-il-sonno
Sonno, rilassamento...
25.08.21 - 15:21
Aggiornamento: 18:52

I pensieri all'addormentamento influenzano il sonno

La prova è fornita da ricercatori dell'università di Friburgo, che hanno pubblicato il loro lavoro sulla rivista specializzata Sleep

La qualità del sonno è direttamente influenzata dai pensieri che ci occupano quando ci addormentiamo. La prova di questo sentimento diffuso è stata fornita da ricercatori dell'università di Friburgo (Unifr), che hanno pubblicato il loro lavoro sulla rivista specializzata Sleep. Finora non si sapeva con precisione se e come i pensieri che occupano la nostra mente prima di addormentarsi influenzino poi la qualità del sonno profondo. Lo studio del professor Björn Rasch e colleghi fornisce ora una risposta, ha indicato l'università in un comunicato odierno. Concetti mentali come ‘sonno’ e ‘rilassamento’, associati alla calma, e ‘stress’ e ‘pressione delle prestazioni’, viceversa assimilabili all'agitazione, rimangono attivi durante lo stato di sonno. “Abbiamo dimostrato che l'attivazione di concetti psicologici associati al rilassamento possono portare a un sonno più profondo e quindi migliorare la funzione di riposo del sonno”, dice, citato nella nota, Jonas Beck, primo autore dello studio realizzato presso il Dipartimento di psicologia applicata dell'Unifr.

Attività elettrica del cervello mutata

Cinquanta giovani hanno trascorso due notti nel laboratorio del sonno. Nella prima, i ricercatori hanno diffuso parole rilassanti come ‘relax’ o ‘mare’ a basso volume attraverso un altoparlante. La seconda notte, dall'apparecchio sono invece risuonate parole associate a ordini. Per misurare oggettivamente il sonno, è stata registrata con un elettroencefalogramma (EEG) l'attività elettrica del cervello per determinare in particolare la durata del sonno profondo. L'équipe di Rasch ha anche analizzato i segnali dell'EEG misurati entro cinque secondi dalla diffusione via altoparlante di ogni termine. Il giorno dopo, ai soggetti è stato chiesto di commentare la qualità del loro sonno e del loro stato di veglia. I ricercatori hanno dimostrato che i soggetti hanno dormito più profondamente quando venivano enunciate parole rilassanti rispetto ai messaggi stressanti. Hanno anche dimostrato che nei 2 a 3,5 secondi dopo la diffusione di parole a effetto calmante, sull'EEG appariva un maggior numero di onde lente, essenziali per la funzione di riposo del sonno. Confermando i dati oggettivi forniti dall'EEG, i partecipanti all'esperienza hanno giudicato soggettivamente più elevata la qualità del sonno e del loro stato di veglia al mattino.

Possibili applicazioni mediche

La ricerca fornisce una prima prova della potenziale influenza dell'attivazione di concetti mentali, come ‘rilassamento’, e della relativa attività cerebrale sulla fisiologia del sonno e sulla valutazione soggettiva della qualità del sonno. La ricerca apre prospettive per lo sviluppo di nuovi interventi per ottimizzare la qualità del sonno e la qualità del riposo che ne deriva, sostengono gli autori dello studio.

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
friburgo qualità sleep sonno
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Curiosità
Curiosità
4 gior
Ponti dorati: 35 milioni per quello di Waterloo dipinto da Monet
Cifra da capogiro per l’opera realizzata nel 1904, partita con un piede d’asta di 20 milioni di sterline. Cinque i privati a contendersela
Curiosità
4 gior
La prima chitarra non si scorda mai: ritrovata 46 anni dopo
Un rocker canadese vola in Giappone per riabbracciare la sua Gretsch, che gli era stata sottratta a Toronto nel 1976
Curiosità
5 gior
Anche il Borscht diventa patrimonio dell’Unesco
Il piatto tipico della cucina ucraina verrà iscritto fra i beni culturali immateriali: chiuso con un anno d’anticipo l’iter avviato nel 2019
Curiosità
1 sett
Battuta all’asta una ciliegia (una sola!) per 282 franchi
Per il loro sapore dolce e la gradevolezza al palato, i frutti della qualità Juno Heart sono ritenuti un articolo da regalo di alta fascia
Curiosità
1 sett
La Torre del Moron perde i pezzi, Mario Botta: ‘Rattristato’
Inaugurata 18 anni fa, perde gli scalini esterni. L’architetto ticinese ricorda di averla disegnata, ma di non averne seguito la costruzione
Curiosità
1 sett
Robot razzista e sessista addestrato sul web
Fa discutere un esperimento condotto negli Stati Uniti, dove un robot ha imparato ad agire secondo stereotipi comuni
Curiosità
2 sett
Il Toblerone verrà prodotto anche in Slovacchia
Secondo la radio Srf, non potrà più essere etichettato come ‘cioccolato al latte svizzero’. Lo spostamento di parte della produzione avverrà a fine 2023.
Curiosità
2 sett
La carta batte il sasso, Maika 1° e Pogacar 2° alla morra cinese
Il due volte vincitore di Tour de France e lo scalatore polacco al Giro di Slovenia, già sicuri della vittoria, si sono giocati il primo posto.
Curiosità
2 sett
Zoo di Berna, parto di alci dopo undici anni
Si tratta di due gemelli che hanno trascorso le prime settimane insieme alla madre in un recinto al riparo dagli sguardi del pubblico.
Curiosità
2 sett
Lunga vita agli iconici panni stesi sui balconi di Napoli
Eliminata dalla bozza del regolamento comunale la parte dedicata al decoro urbano che ne prevedeva il divieto
© Regiopress, All rights reserved