laRegione
Design a tutto tondo, per la compatta i-MiEV. Il parabrezza di grande superficie aggiunge luminosità all’interno
Auto e moto
06.08.18 - 08:000

Mitsubishi i-MiEV

Votata all’ambiente urbano, la citycar elettrica riceve un moderno e funzionale sistema multimediale con schermo tattile, insieme ad altre migliorie di allestimento

Ultracittadina, compatta nelle dimensioni ed ancor più nelle manovre grazie al diametro di volta particolarmente ridotto (9 metri), pratica con le ampie quattro portiere: la i-MiEV, nonostante le otto stagioni alle spalle, resta tutto sommato una compatta elettrica godibile tra gli spazi – spesso angusti – dei nostri tessuti urbani; tanto più in parcheggio, dove la larghezza contenuta in 1,48 metri lascia ampio margine per l’accessibilità. La vettura si affida ad una meccanica senza sorprese che assicura prestazioni ed autonomia adeguate con un prezzo di listino interessante (la Style parte da 21’950 Chf, batteria inclusa); invariata tecnicamente, quest’anno ha ricevuto le attenzioni della Casa sotto forma di alcuni interessanti aggiornamenti specie alla dotazione interna, attualizzata nella parte infotainment/navigazione, insieme ad altri dettagli di allestimento.

A centro plancia, svetta ora di serie il sistema integrato MGM con schermo a sfioramento da 6,5 pollici circondato da comodi pulsanti per le funzioni principali; i servizi di navigazione avvengono anche mediante interfaccia con lo smartphone personale (protocolli Android Auto e Apple CarPlay, comandi vocali inclusi), mentre l’impianto hi-fi comprende la radio digitale DAB.

È inoltre disponibile il telecomando remoto con quadrante digitale che permette di gestire diverse funzioni del veicolo a distanza, inclusa la programmazione in anticipo della climatizzazione con l’auto ancora sotto carica.

Sono inoltre nuove le palette al volante per selezionare e variare con immediatezza i cinque livelli di rigenerazione della batteria, che determinano altrettante posizioni di intensità dell’effetto di freno motore.

Inediti pure i rivestimenti, la finitura bicolore degli interni mentre l’imbottitura dei sedili è stata rivista. È inoltre disponibile l’esclusivo allestimento Hanami, che aggiunge tra l’altro i sedili e volante in pelle (purtroppo non traforata), cerchi in lega da 15” e diversi altri dettagli di maggior pregio.

L’abitabilità è sufficiente su entrambe le file di sedili, ma l’accoglienza è ariosa anche grazie all’elevata luminosità e alla seduta posteriore leggermente rialzata; lo stesso bagagliaio, pur rialzato rispetto alla media – motore, batteria e trazione sono posteriori – offre un volume utile adeguato alle “missioni” della citycar (256 litri). Peccato per l’assenza della tendina coprivano.

La guida è quella conosciuta, briosa grazie alla risposta immediata dell’unità elettrica, dalla coppia consistente: la i-MiEV si muove docile e sbarazzina, pur senza “verve” dinamica tra le curve, amando poco gli strapazzi.

Silenziosa praticamente sempre, nel test su strada ha evidenziato un’autonomia più che adeguata con i 120 km effettivi raggiungibili ad ogni ricarica, quest’ultima completabile in circa 8 ore sulla normale presa di corrente domestica a 230V.

Scheda tecnica

Modello Mitsubishi i-MiEV
Versione Hanami
Motore elettrico
Potenza, coppia 67 cv, 196 Nm
Trazione posteriore
Cambio automatico monomarcia
Massa a vuoto 1’160 kg
0-100 km/h 15,9 secondi
Velocità massima 130 km/h
Consumo medio 12,4 kWh/100 km (omologato)
Prezzo 27’950 Chf
La compri se… cerchi un’utilitaria elettrica prettamente da città, molto compatta e particolarmente agile
Potrebbe interessarti anche
Tags
km
mitsubishi i-miev
batteria
mitsubishi
allestimento
grazie
sedili
TOP NEWS Auto e moto
© Regiopress, All rights reserved