laRegione
laR
 
26.04.22 - 05:30
Aggiornamento: 16:31

Il ‘Mattino’ bollettino del Municipio di Lugano, puntata 7’047

Ci risiamo: sindaco (e vicesindaco) della Città rilasciano dichiarazioni ufficiali ai media, per venir puntualmente smentiti poi dal settimanale leghista

il-mattino-bollettino-del-municipio-di-lugano-puntata-7-047
Tutto ok?

Per la settordicimillesima volta il ‘Mattino della domenica’ si veste da bollettino del Municipio di Lugano. Nulla di strano che il municipale Lorenzo Quadri festeggi in pompa magna l’avvicendamento ai vertici dell’Usi: che Boas Erez avesse con le proprie (legittimissime) opinioni sull’autogestione pestato i piedi ai municipali leghisti e filo-leghisti, lo sanno effettivamente anche i sassi. Apprezziamo che se non altro stavolta a firmare i contributi non siano stati scoiattoli e fringuelli e bestiole varie.

Il problema è che Quadri non parla per sé o per la Lega, ma per il Municipio. Smentisce le dichiarazioni ufficiali di sindaco e vicesindaco definendole "parole di circostanza sui giornali". E a Palazzo civico tutti muti. Sostiene inoltre che il nuovo rettore dovrà "sapersi relazionare in modo corretto con la politica cittadina". A parte che al limite dovrebbe essere il contrario, ma cos’è? Un avvertimento? Fortuna che arriva il colpo di coda (di paglia) finale: "Il Municipio non ha ovviamente alcun ruolo nella conclusione anticipata del mandato", assicura Quadri di nuovo a nome di tutti. Ora sì che siamo sereni e convinti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
Commento
9 ore
Troppe segnalazioni cadute nel vuoto: serve un filo diretto
Ex direttore delle Medie arrestato e molti altri casi di disagio: perché non pensare a un numero WhatsApp per gli allievi?
Commento
9 ore
L’ingrato compito di doversi accollare i costi della crisi
Senza i milioni della Bns il Preventivo 2023 del Cantone balla male: tuttavia il contesto richiederebbe un’azione agli antipodi da parte dello Stato
Commento
1 gior
Referendum grotteschi, ‘cristallini’ esempi di democrazia
Messa in scena perfetta per un leader militarmente alle strette, dopo aver sperato di occupare la capitale nemica con un blitz di una manciata di giorni
Commento
3 gior
L’arte della supercazzola, dal Mascetti a TiSin
L’associazione padronale Ticino Manufacturing si sfila dalle sue stesse oscenità, con un comunicato piuttosto surreale
Commento
3 gior
Ueli Maurer, lo statista riluttante
Da artefice dell’ascesa dell’Udc a consigliere federale e rispettato ‘tesoriere’. Il suo ritiro chiude un cambio generazionale nel primo partito svizzero.
Commento
4 gior
Quando la bomba scoppia in mano all’artificiere
Tutti i non sentito dire dei piani alti dell’amministrazione cantonale: dall’ex funzionario del Dss al direttore di scuola media
Commento
5 gior
La rivoluzione contro il velo
Le donne in piazza con coraggio dopo la morte di Mahsa Amini, colpevole di avere un hijab messo male. Il regime però ha risposto con il pugno duro
Commento
6 gior
Cassa malati, sogno (o chimera) di un pomeriggio autunnale
L’annuncio dei premi 2023 è senz’altro un brutto risveglio. Abbondano le motivazioni che spiegano la stangata, mancano le soluzioni
Commento
1 sett
Con la candidatura di Marchesi, a destra parte la bagarre
Se il presidente Udc verrà eletto in governo, sarà a scapito di un seggio leghista. La Lega dovrà difendersi anche dagli ‘amici’, che però corrono veloce
Commento
1 sett
L’era del tofu merluzzato
Gli italiani disposti a provare qualsiasi cosa pur di vedere un cambiamento. Ma il cambiamento, finché ci saranno Casini e i suoi emuli, pare impossibile
© Regiopress, All rights reserved