laRegione
lombardi-pelli-e-la-lugano-da-bere
(Paramount Pictures)
12.11.21 - 05:30
Aggiornamento : 14:11

Lombardi, Pelli e la Lugano da bere

La si pensi come si vuole sul Pse, ma l’immagine di due vecchi notabili che ci scommettono sopra casse di champagne non è delle migliori

“Fulvio Pelli sarà sicuramente un buon avvocato in altri campi, ma qui (sui tempi di un piano B per il Polo sportivo in caso di bocciatura alle urne, ndr) la sua infallibilità è stata smentita. Potrei aprire sin d’ora la cassa di champagne scommessa martedì sera con lui, ma preferisco rinunciarvi a favore di un bel sì popolare al Pse il 28 novembre!”. Firmato: il municipale Filippo Lombardi. Sul tema ciascuno è liberissimo di farsi la sua opinione e contestare gli argomenti altrui, ci mancherebbe. Comunque la si pensi, però, non è molto consolante vedere il destino della città in mano a vecchi notabili che non solo ci sbocciano sopra casse di champagne, foss’anche per goliardia, ma sfoggiano i toni e i vezzi di chi non conosce riserbo. Nessun pauperismo, per carità. È che ci viene in mente ‘Una poltrona per due’, quella commediola natalizia in cui due anziani finanzieri rovinano la vita del loro rampollo per una scommessa da un dollaro. E sì che credevamo fosse passata, la Lugano da bere.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lugano pse
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
Commento
6 ore
Putin e l’effetto boomerang
Cremlino rassegnato all’allargamento dell’Alleanza atlantica a Svezia e Finlandia. E l’Ucraina ora è dotata di armi pesanti occidentali
sguardo a nord
1 gior
I bastian contrari
Commento
1 gior
È tornato il Wef di lotta e di governo
Dalle tematiche care ai ‘no-global’ fino alle proposte per riformare un sistema economico che ha mostrato tutti i suoi limiti
il commento
2 gior
Putin e l’arma della grande fame
Bloccare il grano e le navi che lo trasportano, affamando l’Ucraina e le nazioni sottosviluppate. Così Mosca prova a far svoltare la guerra in suo favore
Commento
4 gior
Viaggio nell’arena (flatulente) della Rai
La decisione del direttore generale della tv di Stato italiana di separare i talk show dall’informazione ha sollevato una mezza rivolta
L’ANALISI
4 gior
Non è la panacea, ma proviamoci
La Sfl ha approvato il nuovo format della Super League: 12 squadre e playoff
Commento
5 gior
Il disagio psichico e il circo Barnum dei social
Un tempo erano donne barbute e nani ad attrarre la gente nei circhi, oggi il disagio psichico esposto impietosamente attira i click degli utenti del web
Commento
5 gior
Schröder, poltrone come matrioske
I tedeschi gli chiedono di mollare i suoi incarichi russi e lui ne fa spuntare altri. Il vizio tropical-mediterraneo della sedia incollata non ha confini
Commento
6 gior
L’eterno declino degli Usa
La strage razzista di Buffalo è l’ennesimo, tragico sintomo di un Paese diviso, le cui fratture interne sono speculari alla potenza militare
Commento
6 gior
Il Vescovo di Lugano e il vasetto (vuoto) di marmellata
Il prete del Mendrisiotto, fermato ubriaco e con precedenti accuse di molestie, ci porta a riflettere sul binomio superato di misericordia e giustizia
© Regiopress, All rights reserved