laRegione
wonder-woman-e-il-pianoforte-a-coda-abitano-nel-luganese
Ti-Press
Casacentrica
laR
 
30.06.22 - 05:30
Aggiornamento: 14:57

Wonder Woman e il pianoforte a coda abitano nel Luganese

Un annuncio di lavoro richiede alla babysitter doti linguistiche, gastronomiche, pedagogiche, musicali, antropologiche, mediche e non solo

Essere femmina, si sa, significa nascere già multitasking (gli uomini, si spera obiettivi, ci riconosceranno questa ‘genetica’). Eppure pare che non ci sia mai un limite alla nostra... generosità. Una donna non deve mai dirsi stanca, non deve mai perdere la pazienza, non deve mai dire di no. Non solo in un talamo. Il mondo, in generale, le richiede sensibilità, competenza, generosità. In modo continuo e disinteressato, sempre col sorriso e mai con insofferenza. Questa sei, questa devi mostrarti! Senza aspettare neppure il tempo, laddove una non ce la fa, per una giustificazione, una comprensione. Ci fa quindi arrabbiare, più che stupirci, l’annuncio pubblicato recentemente su un giornale per la ricerca di una babysitter che deve essere nello stesso tempo anche educatrice e collaboratrice domestica. Se le richieste si fermassero qui, potrebbe passare per una qualsiasi inserzione di lavoro di una qualsiasi famiglia. Invece, pare che più che una ragazza alla pari, con compiti anche di pulizia della casa, si vada all’impossibile e fantascientifica ricerca di una superdonna.

Alla neo assunta si richiedono doti linguistiche, gastronomiche, pedagogiche, musicali, antropologiche, mediche, natatorie, veterinarie, turistiche, diplomatiche. Forse un po’ troppo... anche per una donna. Richieste che, oltre al semplice caso esposto, ci portano ad analizzare una tanto delicata quanto attuale criticità presente nella società moderna: a sempre meno persone si richiede sempre di più. Zitta e lavora. Negli uffici, svuotati dalla globalizzazione e dalla digitalizzazione, il numero degli impiegati, negli anni, si è parecchio assottigliato. Nelle corsie degli ospedali un’infermiera anziché occuparsi di un piccolo gruppo di pazienti finisce per ‘ammalarsi’ di burnout dovendo dedicarsi a un intero reparto. Nel settore dei trasporti gli autisti sono stretti continuamente nella morsa di orari pressanti e allungati. Anche per chi ha potuto godere in passato di un ‘posto fisso’ il vento è cambiato e quello che ieri facevano tre funzionari, oggi è nelle mani e sulla scrivania di uno solo. Accentrare il potere da una parte, distribuirne su pochi la pressione.

La famiglia con domicilio nel Luganese (come si presenta sull’annuncio) incarna quindi proprio questo malandazzo. Ho i soldi e le possibilità, io ti pago e tu però, mia cara, mi devi tutto: l’impegno, la disponibilità, il tuo tempo, la tua vita e, alla fine, anche la tua salute. Devi curarmi figlioletti e cagnolini, educarli fra una mia assenza e l’altra, devi occuparti della mia abitazione, del mio armadio, della mia piscina e, perché no, anche del mio pianoforte a coda! Purtroppo non siamo riusciti a risalire al ‘lauto’ (si spera) stipendio, ma ci chiediamo, per l’ennesima volta, se sia etico e giusto (ah, la giustizia) caricare su una donna tutti questi ‘pesi’. Si tratta di risparmiare sul personale? Si tratta di arroganza benestante? Si tratta di credere che la ricchezza può comprare anche la privacy di ciascuno di noi? Perché pensare che una persona, donna o uomo che sia, possa, e riesca, a rispondere a tutte le nostre (anche più capricciose) richieste, ci pare davvero irrispettoso, soprattutto se a fine mese la paga non è certamente quella di un supermanager.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
annuncio babysitter wonder woman
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Opinioni
Commento
5 ore
L’ultimo apostolo del male social è Andrew Tate
Misoginia, sessismo, razzismo, omofobia, culto della violenza. I suoi contenuti incarnano il peggio della società, eppure è una webstar. Chi è?
il commento
1 gior
Bruce Springsteen ha perso la voce
Biglietti fino a 5mila dollari, i fan protestano, lui tace e manda avanti il suo manager. Eppure il Boss ci aveva insegnato la coscienza sociale
Commento
2 gior
Lugano senza Borradori, un anno dopo
La scomparsa dell’ex sindaco: un bilancio in chiaroscuro dell’operato del Municipio e uno sguardo verso i futuri appuntamenti elettorali
Commento
3 gior
Carlo Calenda, il guastatore
L’ego del nipote di uno dei maestri della commedia all’italiana rischia di consegnare l’Italia al centro-destra del trio Meloni-Salvini-Berlusconi
La formica rossa
3 gior
Aló Presidente, il richiamo ‘bolivariano’ di Alessandro Speziali
Se gli aperitivi in salsa elettorale iniziano già a metà agosto, come faremo ad arrivare ‘fit’ ad aprile 2023?
Commento
4 gior
Russia, teatro di uno scontro tra due generazioni
I 70enni, ubriachi di propaganda televisiva, appoggiano l’Operazione militare speciale. I minori di quaranta chiedono l’apertura di trattative con Kiev
Commento
5 gior
L’Ucraina e le ambiguità del Papa
Si sbloccano il viaggio a Kiev, l’incontro con Kirill e forse anche con Putin. Bergoglio doveva fugare alcuni dubbi dopo le sue dichiarazioni stonate
Commento
1 sett
È il carovita, bellezza!
La ricomposizione del potere d’acquisto dei salariati risulta auspicabile e priva di rischi: a trarne beneficio sarebbe tutta l’economia
Commento
1 sett
Orbán il sovranista e la ‘purezza razziale’
‘Non vogliamo diventare un popolo di razza mista’, ha detto l’autocrate ungherese che Meloni saluta come ‘leader dei sovranisti’
il commento
1 sett
Taiwan, sdraiata su una mina
La visita di Nancy Pelosi è la dimostrazione che ogni mossa eclatante non può far bene all’isola, eppure l’immobilità la condurrà allo stesso destino
© Regiopress, All rights reserved