laRegione
biden-cerca-di-ricucire-con-macron-ma-johnson-strappa
Biden, Johnson e Macron al G7 (Keystone)
22.09.21 - 22:31

Biden cerca di ricucire con Macron, ma Johnson strappa

Dopo il caso dei sottomarini, Washington tenta di riavvicinarsi a Parigi, ma il premier inglese incalza l’Eliseo: ‘Smettetela un po’’

Ansa, a cura de laRegione

Primi segnali di tregua dopo la bufera sul patto indo-pacifico Aukus sottoscritto da Usa, Regno Unito e Australia, per cui la Francia ha perso una commessa miliardaria di sottomarini. Dopo giorni di polemiche e accuse di Parigi, il presidente americano Joe Biden ha avuto oggi un colloquio telefonico con l’omologo francese Emmanuel Macron. Uno scambio sollecitato dalla Casa Bianca, ha sottolineato l’Eliseo, in cui i due capi di Stato hanno deciso di avviare “consultazioni approfondite per stabilire condizioni che garantiscano la fiducia e proporre misure concrete per realizzare obiettivi comuni", dandosi appuntamento "in Europa alla fine di ottobre per raggiungere dei punti di accordo”.

Intanto, un primo passo verso la distensione arriverà con il ritorno la prossima settimana a Washington dell’ambasciatore francese Philippe Etienne, che era stato richiamato per consultazioni. Il diplomatico, ha spiegato l’Eliseo, “lavorerà a stretto contatto con i funzionari americani” per tentare di risolvere la crisi. Nessuna decisione invece è stata ancora presa sull’eventuale rientro dell’ambasciatore in Australia, Jean-Pierre Thébault.

Londra più dura

Meno diplomatico, poche ore prima della telefonata tra Biden e Macron, Boris Johnson aveva cercato a suo modo di spegnere le polemiche con Parigi. “Io penso semplicemente che alcuni dei nostri più cari amici si debbano ora dare una calmata su questo argomento e darci un taglio (“donnez-moi un break”)", ha motteggiato da Washington il premier britannico, in un misto di inglese e francese. Parole che giungono dopo aver già tentato di placare le ire della Francia giurandole "amore inestirpabile”.

Per Johnson, il patto Aukus aiuta la sicurezza globale, non esclude nessuno e non è neppure “ostile" alla Cina. L’accordo, ha rivendicato ancora, “è fondamentalmente un grande passo in avanti per la sicurezza globale. È un accordo fra tre alleati dalla mentalità molto affine, che si schierano spalla a spalla per creare una partnership stretta nella condivisione di tecnologie” militari. Ad auspicare un chiarimento tra Parigi e Washington era stata anche l’Unione europea. "Siamo solidali con la Francia e consideriamo Usa, Australia e Regno Unito nostri alleati e amici, ed è importante che amici e alleati parlino tra di loro, anche di questioni problematiche", ha affermato il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis, precisando che sul caso "non è stata presa nessuna decisione operativa”, dopo che Bruxelles aveva fatto sapere di valutare l’impatto di Aukus sulle date del consiglio Ue-Usa su commercio e tecnologia (Ttc) e sui negoziati commerciali Ue-Australia. Incontri, questi, che il Ppe spinge per non rinviare.

L’Europa

Il fronte europeo appare comunque meno compatto. A sfilarsi con decisione è in queste ore la Danimarca, che “non comprende affatto” le critiche mosse agli Usa. “Ritengo Biden molto leale verso l’alleanza transatlantica“, ha detto la premier Mette Frederiksen, invitando a "non trasformare delle sfide concrete, che ci saranno sempre tra alleati, in qualcosa che non dovrebbero essere". All’attacco del patto indo-pacifico torna intanto la Cina, che invita i singoli Paesi "ad adempiere ai propri obblighi internazionali di non proliferazione nucleare". E sul caso è intervenuto anche il Vaticano. "La Santa Sede - ha detto il Segretario di Stato Pietro Parolin - è contraria al riarmo e tutti gli sforzi che si sono fatti e si stanno facendo sono nel senso dell’eliminazione delle armi nucleari”, che "creano ancora più pericoli per la pace e ancora più conflittualità. Quindi all’interno di questa visione non si può non essere preoccupati”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
boris johnson eliseo emmanuel macron joe biden onu parigi sottomarini washington
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
Estero
14 min
‘Solo un sì è un sì’: violenze sessuali, la Spagna indica la via
Primo via libera del Parlamento alla legge che pone al centro il consenso esplicito. La ministra Irene Montero: frutto di 30 anni di lotta civica.
Stati Uniti
1 ora
‘Una decisione sbagliata’ non irrompere nella classe
Tre giorni dopo il massacro di Uvalde, il capo del Dipartimento di pubblica sicurezza prende la parola. Oltre cento i colpi sparati dal killer
Olanda
4 ore
Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti
Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
Estero
7 ore
Stavolta è un guasto informatico a tenere a terra easyJet
Dopo i voli cancellati causa Covid in aprile, la compagnia low-cost fermata da problemi con i computer. Duecento decolli annullati nel Regno Unito
Estero
12 ore
Canada, la polizia uccide un uomo armato vicino a una scuola
Un portavoce dell’Unità investigativa speciale della polizia di Toronto ha spiegato che due agenti di polizia hanno sparato all’uomo e lo hanno ucciso
Confine
1 gior
Disastro al Mottarone: ‘Fune vecchia ed errori umani’
Depositata la relazione intermedia della Commissione di indagine del Ministero dei trasporti. Poco spazio alla tesi della tragica fatalità
Estero
1 gior
Kiev: ‘Segnali di un’escalation a est’
Nel frattempo Mosca disposta a lasciar uscire dal porto di Mariupol le navi che portano grano solo se si eliminano le sanzioni. Segui il live de laRegione
Estero
1 gior
‘I poliziotti non hanno attuato protocollo post Columbine’
Dopo la strage avvenuta nel 1999 il protocollo prevede che gli agenti armati presenti sulla scena trovino l’aggressore e lo uccidano
Confine
1 gior
Milano-Zurigo in tre ore? ‘Il terzo binario va fatto’
In un’interrogazione la parlamentare comasca Chiara Braga sottolinea l’importanza di implementare la struttura ferroviaria tra Camnago e Cantù
Estero
1 gior
Il Wwf critica il ‘culto della bellezza’ per frutta e verdura
Il 40% degli alimenti prodotti globalmente non viene consumato. È come se tutto il cibo prodotto da gennaio a oggi fosse stato buttato
© Regiopress, All rights reserved