laRegione
robert-kowalski-dal-podio-riapre-osi-in-auditorio
© Osi Kaupo Kikkas
Robert Kowalski
Musica
10.01.22 - 12:21
Aggiornamento: 14:56

Robert Kowalski dal podio riapre Osi in Auditorio

Il prossimo 13 gennaio allo Stelio Molo, il Konzertmeister guida i ‘suoi’ archi in un programma costruito attorno alla musica polacca del secondo ’900

La stagione di Osi in Auditorio riprende il prossimo 13 gennaio all’Auditorio Stelio Molo Rsi di Lugano con il Konzertmeister Robert Kowalski, alla guida dei suoi archi in un programma costruito attorno alla musica polacca del secondo ’900. “Un ruolo inedito”, come sottolineato dal direttore artistico-amministrativo Christian Weidmann: “Per la prima volta all’interno di una stagione, Kowalski guiderà i suoi archi dal podio”.

Il programma del concerto è stato pensato da Kowalski con l’idea di presentare musicisti polacchi meno conosciuti, come Grażyna Bacewicz e Mieczysław Weinberg, sovietico ma sentitosi in vita profondamente polacco per educazione. Accanto a loro, autori più noti come Dmitrij Šostakovič e Franz Schubert.

Biglietti e abbonamenti per Osi in Auditorio sono acquistabili sul sito dell’Orchestra della Svizzera italiana www.osi.swiss.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
auditorio osi robert kowalski stelio molo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Ceresio Estate
9 ore
‘Ciò che piace’ al Trio Quodlibet
Schubert, Penderecki e Beethoven, domenica 3 luglio alle 19 nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Sorengo. Intervista alla violista Virginia Luca
Scienze
12 ore
Covid, gatto infetta la veterinaria con uno starnuto
È la prima volta che viene confermato un caso di trasmissione da gatto a uomo
Culture
17 ore
Simenon: ‘Con la pietà di Čechov e la spietatezza di Gogol’
Scrittore della mediocrità, si dice, perché la conosceva bene. Non solo ne era circondato, ma vi era ben piantato. Ma scriveva ininterrottamente.
Spettacoli
19 ore
Niente Metallica, in 11’000 chiedono il rimborso del biglietto
Rischio deficit per gli organizzatori dell’‘Out in the Green’ di Frauenfeld, rimasto orfano all’ultimo, causa Covid, della band più attesa
Spettacoli
1 gior
Sean Ardoin: il cajun nelle vene
Erede e innovatore della grande tradizione creola, il musicista zydeco spiega perché è importante coltivare e promuovere la propria eredità culturale
Spettacoli
1 gior
In 20mila per il concerto-riappacificazione fra Fedez e J-Ax
Piazza Duomo ha ospitato ‘LoveMi’, l’evento gratuito di beneficenza organizzato dalle due star a favore dei bambini con patologie neurologiche complesse
Spettacoli
2 gior
Locarno Green Project, un Film Festival ancora più verde
Da quest’anno nel Palmarès il Pardo Verde WWF per il film che meglio riflette la tematica ambientale, e un fondo tematico, il Green Film Fund
Arte
2 gior
Idee e visioni in ‘Sacro e profano’ di Mario Botta
L’architetto ticinese è stato invitato a presentare una sintesi della sua ricerca progettuale al MAXXI di Roma, visitabile fino al 4 settembre prossimo
Culture
3 gior
‘Quando suoni in un’orchestra, senti la musica che ti abbraccia’
Incontro con Sara Capone e Jonas Morkunas, due dei quattro giovani che saranno accompagnati dall’Osi nel Concerto dei Solisti del Conservatorio
JazzAscona
3 gior
Adonis Rose: ‘Che Ascona diventi un crogiolo, come New Orleans’
Musicista dalla carriera straordinaria, Adonis Rose è il coordinatore musicale delle due città. Tre anni dopo, torna con un’orchestra da Grammy
© Regiopress, All rights reserved