laRegione
15.01.21 - 17:49

La pandemia e la disparità tra luoghi di culto e luoghi di cultura

Con una lettera al consigliere federale Berset, i Liberi pensatori chiedono conto del trattamento differenziato di cui gode la chiesa, esentata dalle misure di protezione

la-pandemia-e-la-disparita-tra-luoghi-di-culto-e-luoghi-di-cultura
Messa in maschera (Ti-Press)

Luoghi di culto sì, luoghi di cultura no: potremmo sintetizzare così, la lettera che l'associazione dei Liberi pensatori ha inviato al consigliere federale Alain Berset, seguito da un testo analogo inviato al Consiglio di Stato dalla sezione ticinese dei Liberi pensatori. Perché questo trattamento differenziato che esenta le cerimonie religiose dalle restrizioni per contrastare la pandemia? Perché la Chiesa non dovrebbe contribuire anche lei allo sforzo collettivo che per il bene comune della salute viene invece richiesto a negozianti, operatori culturali e a tutta la cittadinanza chiamata a ridurre i propri contatti. “È semplicemente arbitrario che il Consiglio federale esoneri i soli attori religiosi da questo obbligo di solidarietà per contribuire alla gestione della pandemia” si legge nella lettera firmata dal presidente Andreas Kyriacou.

La libertà di fede – che i Liberi pensatori difendono integrandola ovviamente con la libertà di non avere una fede – garantita dalla costituzione federale è infatti compatibile con una temporanea limitazione della libertà di riunione, dal momento che questa non ostacola né le proprie convinzioni ideologiche né l’appartenenza a una comunità. E che le cerimonie religiose siano una possibile occasione di contagio, scrivono i Liberi pensatori, è purtroppo dimostrato da numerosi esempi, storici e attuali.

Quanto alla tesi che vede le cerimonie religiose un importante, e quindi indispensabile, supporto, i Liberi pensatori sottolineano come in questi tempi difficili anche gli eventi culturali e gli incontri con amici e familiari costituiscono un conforto e un aiuto spirituale: le persone non credenti superano il quinto della popolazione, persone che hanno anche loro diritto a “nutrire il proprio spirito” in modo umanistico.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Spettacoli
14 ore
Morto il regista Dragone, suoi gli show del Cirque du Soleil
Origini italiane, naturalizzato belga, avrebbe compiuto 70 anni il 12 dicembre. E tra i leader mondiali di eventi e spettacoli teatrali.
Arte
22 ore
Louise Nevelson ‘painted it black’
Al Museo comunale d’arte moderna di Ascona un’antologica sull’iconica artista statunitense da domani all’8 gennaio ’23. Ma si inaugura oggi alle 17.
Culture
1 gior
Osi: il dopo Weidmann, per ora, è con Widmer e Flury
Direzione affidata all’attuale vicedirettore Samuel Flury e al membro della direzione Barbara Widmer, nell’attesa del bando per la nuova figura
Ticino7
1 gior
‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli
Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
2 gior
Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini
L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Video
Musica
2 gior
‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen
Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Scienze
2 gior
Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione
In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
3 gior
Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno
Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
3 gior
Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’
Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Spettacoli
3 gior
Anahì Traversi racconta ‘Amor fugge restando’
Il nuovo capitolo del Collettivo Treppenwitz debutta venerdì 30 settembre al Lac, con l’attrice che diventa autrice e regista
© Regiopress, All rights reserved