laRegione
12.09.22 - 16:12
Aggiornamento: 17:07

Rette scolastiche in criptovaluta: ma è un attacco hacker

Istituti scolastici privati ticinesi oggetto di un furto di indirizzi email di famiglie che si sono viste recapitare la proposta di uno sconto del 25%

rette-scolastiche-in-criptovaluta-ma-e-un-attacco-hacker
Ti-Press
Moneta ‘virtuale’

Uno sconto di ben il 25% su rette scolastiche a quattro zeri. Chi non lo vorrebbe. Anche le famiglie più agiate, infatti, di questi tempi, guardano con favore a un risparmio sui costi dei prestigiosi istituti privati dei loro figli. Devono, dunque, aver strabuzzato gli occhi quei genitori quando hanno letto sulla propria email elettronica un messaggio della scuola disposta a concedere il taglio di un quarto delle ‘tuition and fees’ (rette e tasse) se pagate in criptovaluta. Unica richiesta? Pagarle nel giro di poche ore. Messaggio giunto in mattinata, termine della proposta lo stesso giorno. Essendo scritto in un inglese quasi perfetto, in molti non hanno subito pensato a un attacco hacker. Solo dopo averne parlato fra di loro ed essersi confrontati con l’amministrazione scolastica hanno compreso che si trattava di un ‘falso’.

Sarebbero più di uno (alla nostra redazione ne sono giunti quattro) gli istituti ticinesi coinvolti nel falso pagamento. Un’email, giunta nella casella di posta elettronica la scorsa settimana, soprattutto sulla pausa di mezzogiorno, scritta con tutti i crismi della comunicazione scuola-famiglie, con precisi e veritieri indirizzi, e con immancabili saluti finali. Facile caderci per chi è catturato da un’importante riduzione della retta. Fortunatamente, a nostra conoscenza, non vi sarebbero stati genitori caduti... nella rete. Probabilmente il tempo troppo stretto di reazione, forse la riflessione su uno sconto inaspettato e consistente, a tutti gli effetti una possibilità tanto auspicata quanto impossibile nei termini di uno sconto così ampio, hanno annullato i danni.

‘Caro/cari genitore/i’, così l’inizio della e-mail (vedi nella foto allegata) che continua poi con l’offerta per la retta relativa a tutto l’anno scolastico 2022/23: un bel gruzzoletto! Moneta richiesta? Né franchi o euro né tanto meno yen: critpovaluta, dai Bitcoin agli Usdt, ancorata quest’ultima a un’attività di riserva stabile che si basa sul dollaro americano, quindi il valore di una moneta definita Tether corrisponderà anche al tasso di cambio di un dollaro. La gentile signora Sue che firma lo scritto non manca poi di evidenziare come "la scuola stia implementando un più veloce e sicuro pagamento attraverso il metodo della criptomoneta e che sarebbe grata se il genitore o i genitori confermassero con una mail di ritorno la volontà di accettare la proposta di sconto". Una volta ricevuta la richiesta, la scuola si sarebbe poi messa nuovamente in contatto con la famiglia indicando i dettagli per il pagamento. Questa volta vero.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
51 min
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
Grigioni
4 ore
Sindaco di Lostallo, Moreno Monticelli pronto a rinunciare
Municipio riconfermato in blocco: ‘Lavoriamo bene, se Giudicetti vuole continuare io faccio un passo indietro’. A Castaneda la novità è Salvanti
Ticino
6 ore
I Verdi approvano la lista col Ps: ‘Saremo la vera novità’
L’Assemblea ha ratificato le candidature di Samantha Bourgoin e Nara Valsangiacomo per il Consiglio di Stato. ‘Bisogna puntare al raddoppio in governo’
Video
Ticino
1 gior
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
1 gior
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
© Regiopress, All rights reserved