laRegione
26.07.22 - 22:52

Dopo 12 giorni, allerta canicola revocata anche a sud delle Alpi

Lo ha annunciato MeteoSvizzera, che non esclude un ritorno delle alte temperature la prossima settimana

dopo-12-giorni-allerta-canicola-revocata-anche-a-sud-delle-alpi
Ti-Press
Ondata di calore particolarmente intensa e lunga

Dopo 12 giorni, stasera alle 18 è stata revocata l’allerta canicola anche per il Sud delle Alpi. Lo ha reso noto MeteoSvizzera.

L’allerta era entrata in vigore lo scorso 14 luglio, ricorda nel suo blog l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia. Quella era la stata la prima giornata in cui veniva superata in modo generalizzato la soglia dei 25 °C di temperatura media giornaliera, soglia concordata con le autorità cantonali per l’emissione di un’allerta canicola.

MeteoSvizzera parla di un’ondata di caldo "particolarmente intensa e lunga". Anche oggi le temperature hanno di nuovo raggiunto e localmente superato i 34°C, con una punta massima di 36.1°C a Biasca e 34°C a Cevio e Grono. Tuttavia – spiega sempre MeteoSvizzera – l’aria favonica arrivata sul versante sudalpino, in particolare nelle valli superiori, ha ridotto la sensazione di afa. I rovesci e i temporali annunciati per questa sera, soprattutto nel Sottoceneri, pongono fine alla lunga fase canicolare. Nei prossimi giorni si prevede che le temperature massime si manterranno generalmente sotto i 30°C e le minime sotto i 20°C, tornando a valori vicini alla norma pluriennale.

MeteoSvizzera annuncia però un possibile ritorno delle temperature elevate a partire dalla metà della prossima settimana, con possibili superamenti delle soglie di canicola. L’ondata di calore, tuttavia, dovrebbe essere meno intensa e duratura di quella appena terminata. L’affidabilità di questa previsione è però ancora piuttosto bassa, precisa il servizio meteorologico nazionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
19 min
Imposta di circolazione, dietrofront del Consiglio di Stato
Nella seduta odierna il Governo ha deciso di ritirare i Decreti legislativi urgenti sull’applicazione dell’imposta di circolazione per l’anno 2023
Ticino
1 ora
In Ticino 1’403 nuovi contagi e 6 decessi
I posti letto occupati da pazienti covid sono 109. Quattro le persone che attualmente si trovano in cure intense
Video
Ticino
1 ora
Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio
Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.
Luganese
2 ore
Lugano, domani l’accensione dell’albero di Natale
La Città ricorda il tradizionale appuntamento che si terrà a partire dalle 17.15 in Piazza della Riforma
Locarnese
2 ore
‘Caso La Palma’, condanna confermata e pena più severa
Per la Corte di appello e revisione penale fu omicidio intenzionale e non solo colposo. L’imputato dovrà scontare 18 anni e mezzo di carcere
Luganese
6 ore
Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità
La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
8 ore
Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità
Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
8 ore
Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione
I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
Luganese
17 ore
Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’
Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
17 ore
Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione
Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
© Regiopress, All rights reserved