laRegione
netto-calo-di-fallimenti-in-ticino-nel-2021
Ti-Press
12.01.22 - 16:10
Aggiornamento : 16:49

Netto calo di fallimenti in Ticino nel 2021

Se a livello nazionale si registra un +4% di ditte che hanno dovuto chiudere per insolvenza, nel nostro cantone il trend è opposto: -17%

Ats, a cura de laRegione

Nonostante la crisi del coronavirus i fallimenti aziendali sono cresciuti solo di poco in Svizzera nel 2021 e sono addirittura calati in Ticino: lo indicano i dati pubblicati oggi dalla società di informazioni economiche Dun & Bradstreet (D&B), che vede negli aiuti statali anti-Covid anche un sostegno a imprese non più competitive.

Le ditte che hanno dovuto chiudere per insolvenza sono state 3’946 a livello elvetico, il 4% in più del 2020. Il Ticino si muove però in controtendenza, facendo segnare -17% (a 269), mentre i Grigioni (+17% a 49) mostrano una progressione più forte della media nazionale.

“Anche se i fallimenti aziendali in Svizzera nel 2021 sono leggermente aumentati il loro numero è ancora significativamente inferiore a quello degli anni pre-coronavirus”, sottolineano gli esperti di D&B in un comunicato odierno. “A quanto sembra i crediti Covid-19, le regole sui casi di rigore e l’accesso facilitato al lavoro ridotto non solo hanno impedito una crescita delle bancarotte, ma hanno anche persino permesso la sopravvivenza di aziende che in realtà non erano più competitive”.

Ai fallimenti per incapacità a far fronte ai pagamenti vanno poi aggiunti quelli per lacune nell’organizzazione (articolo 731b del Codice delle obbligazioni): il numero complessivo nei dodici mesi sale così a 6’082 (+6%) a livello svizzero, a 518 in Ticino (-15%) e a 75 nei Grigioni (-11%).

Se diverse aziende devono chiudere, molte aprono i battenti: le nuove iscrizioni nella Confederazione sono state 50’537 nel periodo in esame, valore in aumento dell’8% e nuovo record assoluto. Ticino (+11% a 2’307) e Grigioni (+1% a 1’061) si muovono nella corrente generale. Fra i cantoni che mostrano tassi di incremento assai elevati possono essere menzionati Sciaffusa (+28%), Zugo (+24%) e Uri (+21%).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aziende covid fallimenti
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
3 ore
Pretorio di Locarno, scelto il progetto di ristrutturazione
Il via ai lavori, che dureranno quasi tre anni, è previsto all’inizio del 2025. Investimento complessivo: 35 milioni di franchi
Mendrisiotto
4 ore
Auto in fiamme sulla A2 direzione sud, disagi al traffico
Secondo quanto riporta il Tcs, la corsia di destra dell’ autostrada è chiusa fra la galleria San Nicolao e l’uscita di Mendrisio
Locarnese
9 ore
Analisi della violenza giovanile, tra malessere ed emulazione
Diversi episodi nel Locarnese. Le chiavi di lettura in un’intervista con Loredana Guscetti, operatrice sociale che lavora sul territorio
Luganese
9 ore
‘La città si spopola? Riduciamo i costi degli asili nido’
Interpellanza al Municipio di Lugano della liberale Viscardi propone un contributo erogato dalla Città
Ticino
9 ore
Case anziani, come sta uscendo il settore da 2 anni di pandemia
Dalla gestione del virus, allo stato d’animo di ospiti e personale, fino alle sfide future. Una panoramica con Eliano Catelli, presidente Adicasi
Ticino
22 ore
Telelavoro e frontalieri: si chiede omogeneità
Un’interrogazione chiede di parificare le soglie di impiego da casa oltre le quali scattano l’imposizione fiscale e quella previdenziale in Italia
gallery
Mendrisiotto
1 gior
Furgone prende fuoco a Rancate
Il veicolo si trovava sul piazzale di una carrozzeria. Le fiamme hanno intaccato anche un’auto posteggiata a lato
Ticino
1 gior
Dopo qualche ora di tregua tornano le code al San Gottardo
In occasione del fine settimana dell’Ascensione anche le Ffs non escludono difficoltà per i viaggiatori
Bellinzonese
1 gior
Nell’ex Arsenale di Biasca un maxi deposito d’arte
Il Municipio conferma le valutazioni fatte con gli specialisti e chiede al Cc il credito di progettazione per un Centro di competenza pubblico-privato
Mendrisiotto
1 gior
Un Centro di competenze per reagire ai cambiamenti climatici
La Supsi dà vita a una unità di lavoro che farà leva sulle conoscenze della Scuola e l’intesa con enti pubblici e privati
© Regiopress, All rights reserved