laRegione
cassa-malati-ps-soddisfatto-ma-i-premi-devono-continuare-a-scendere
Ti-Press
28.09.21 - 18:32

Cassa malati, Ps soddisfatto ‘ma i premi devono continuare a scendere’

Marina Carobbio: ‘Necessario che le grandi riserve delle casse vengano utilizzate in misura ancora maggiore per ridurre ulteriormente il carico sugli assicurati’

In merito all’annunciato calo dei premi di cassa malati “la pressione esercitata dal Ps sta funzionando: l’anno prossimo, dato che gli assicuratori malattia stanno finalmente attingendo dalle loro riserve miliardarie, il premio medio di cassa malati scenderà per la prima volta dal 2008”. Lo scrive il Ps Ticino, notando: “Anche se questa evoluzione è positiva, è necessario rafforzare questa tendenza, poiché la pressione sulle famiglie rimane molto alta. Negli ultimi dieci anni, infatti, il premio di cassa malati medio è aumentato del 2,4%; molto più di quanto sono aumentati salari e pensioni”.

«La soglia di sopportazione è stata raggiunta molto tempo fa e non solo a causa della crisi del coronavirus. Per molti assicurati, è diventato quasi impossibile pagare i premi» afferma la consigliera agli Stati Marina Carobbio. «Per questo motivo è necessario che le grandi riserve delle casse vengano utilizzate in misura ancora maggiore per ridurre ulteriormente i premi. Non dimentichiamo che gli assicuratori malattia possiedono ancora 12 miliardi di franchi di riserve che possono utilizzare per ridurre i premi senza mettere in pericolo la loro solvibilità».

Il Partito socialista “esige che i costi della crisi non vengano scaricati sulle spalle delle persone che sono state maggiormente colpite e si oppone all’iniquo sistema antisociale dei premi pro capite”. Inoltre, “si batte nell’interesse di tutta la popolazione e contro la resistenza dei partiti di destra che non vedono di buon occhio le misure per la riduzione dei costi nel settore sanitario. Il Ps s’impegna anche a combattere i prezzi elevati dei medicamenti”.

Sulla riduzione dello 0,1% in Ticino, “è un passo nella giusta direzione, tuttavia il Ps ricorda che è importante continuare a fare pressione a livello federale, dove – oltre alla nostra iniziativa per premi meno onerosi, che chiede che nessuna famiglia paghi più del dieci per cento del suo reddito disponibile – sono ancora depositate delle iniziative cantonali presentate dal Canton Ticino”.

Laura Riget, copresidente del Ps Ticino, auspica che «la riduzione dei premi venga portata avanti anche negli ambiti di competenza cantonale, in primo luogo facendo una seria riflessione sulle cliniche private, la cui concorrenza di facciata fa lievitare i costi e in secondo luogo portando avanti l’iniziativa popolare per “cure mediche e ospedaliere di prossimità”. Questa proposta, da tempo pendente in commissione sanitaria, permetterà – grazie a un rafforzamento delle cure di base – di contenere i costi sanitari garantendo la qualità delle cure».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cassa malati marina carobbio premi ps riserve
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Un Arcobaleno per ogni deputato? ‘Il santo non vale la candela’
L’iniziativa di Ermotti-Lepori e Berardi (Ppd) per favorire l’uso del trasporto pubblico non convince a Commissione parlamentare ‘Costituzione e leggi’
Ticino
1 ora
‘Chi propone la polizia unica non conosce la realtà ticinese’
Felice Dafond, Associazione dei comuni: non ci sono motivi per rivedere l’organizzazione attuale, le polcom garantiscono la sicurezza di prossimità
Locarnese
1 ora
‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’
Festa liceale interrotta, parla la vittima: ‘Quei violenti venivano da fuori. Cercavano solo un pretesto per attaccar briga. Le istituzioni reagiscano’
Grigioni
10 ore
San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura
Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
Ticino
11 ore
Il Conservatorio: ‘Formazione musicale, la politica ora agisca’
Nel Rapporto 2021 il direttore Brenner a 10 anni dal voto popolare ‘bacchetta’ per i ritardi. Medici: ‘Offriamo un’educazione di alta valenza formativa’
Mendrisiotto
11 ore
Uno scippo e poche rapine, ma più sfratti e atti giudiziari
La sicurezza tiene nella Regione I di Polizia nel Sud del Mendrisiotto. A mettere a dura prova i cittadini sono le difficoltà effetto della pandemia
Ticino
12 ore
Capanne pronte ad accogliere gli escursionisti
L’offerta della Federazione alpinistica ticinese si è arricchita di altri ottanta posti letto
Ticino
12 ore
Il turismo rallenta, ma l’estate sarà ottima
Difficilmente si replicherà la stagione dello scorso anno, ma le prospettive restano positive per gli operatori del settore
Gallery
Bellinzonese
13 ore
Serravalle, in scena ‘Visioni di una battaglia in corso’
Il 26, 27 e 28 di maggio il Teatro Tan di Biasca ritornerà ad animare la fortezza bleniese con la pièce di Remo Binosi
Mendrisiotto
13 ore
Ospitava uno spacciatore e si faceva pagare in coca: condannato
Un 50enne del Mendrisiotto condannato per complicità all’infrazione aggravata alla Legge sugli stupefacenti. Come ‘affitto’ riceveva la sostanza.
© Regiopress, All rights reserved