laRegione
05.07.21 - 20:30
Aggiornamento: 26.03.22 - 15:06

‘I locali riducono l’orario per mancanza di personale’

Secondo il presidente di GastroTicino i profili presenti negli Uffici di collocamento sono spesso inadeguati

i-locali-riducono-l-orario-per-mancanza-di-personale
Ti–Press
Massimo Suter

Alcune settimane fa i settori legati alla gastronomia hanno lanciato un allarme: manca personale qualificato. Si è riusciti a sopperire a questa mancanza? «Si sta ancora facendo fatica a trovare questi lavoratori, soprattutto in cucina, ma anche nel servizio», ci dice Massimo Suter, presidente di GastroTicino. I fattori di questa carenza sono molteplici: «Durante il periodo di chiusure forzate parecchie persone hanno cercato lavoro in altri ambiti, oppure sono andate in prepensionamento. In molti casi il personale qualificato veniva anche dall’estero ed è rimasto nel proprio Paese d’origine anche a causa di una difficoltà, soprattutto a inizio stagione, a ottenere i permessi per lavorare in Svizzera».

Un escamotage che hanno trovato le aziende per sopperire alla mancanza di lavoratori è stato quello di ridurre gli orari di apertura: «Di certo non è corretto chiedere ai dipendenti di aumentare la propria presenza – prosegue il presidente di GastroTicino –. Bisogna sottostare alle regole dettate dai contratti collettivi. L’unica possibilità in alcuni casi rimane dunque quella di prevedere una o due chiusure alla settimana in più rispetto a prima. Questo permette di salvaguardare i giorni di libero del personale per chi non ha trovato la forza lavoro adeguata. È una scelta forse impopolare e poco comprensibile da parte del grande pubblico, ma abbassare la qualità del servizio non è una buona opzione».

Un bacino al quale attingere è quello degli iscritti agli Uffici di collocamento, ma secondo Suter molto spesso si tratta di profili non adeguati: «Frequentemente sono persone che hanno svolto qualche mansione nel settore, ma senza grande esperienza e formazione nell’ambito della gastronomia». Le proposte di riqualificazione ci sono e in alcuni casi vengono anche sovvenzionate dall’assicurazione disoccupazione o dalle casse di formazione di GastroTicino: «Una piccola parte del salario di chi sottostà al contratto collettivo va in un fondo comune per i corsi. Questi soldi servono a co-finanziare la formazione continua che offre la nostra associazione. Con il cosiddetto ‘articolo 33’ è possibile, per chi ha almeno cinque anni di esperienza nel settore, di seguire alcuni moduli per essere ammesso agli esami che portano all’ottenimento dell’Attestato federale di capacità (Afc)».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
58 min
Nuovo svincolo autostradale di Sigirino, via ai lavori nel 2025
Presentati i dettagli del progetto. L’investimento complessivo è di 32,8 milioni, di cui l’80% a carico del Cantone.
Ticino
2 ore
Tre arresti per spaccio di anfetamine
I fermi di tre giovani sono scattati nel corso delle ultime settimane nel Locarnese e Luganese
Ticino
2 ore
Terremoto in Turchia e Siria, il Governo dona 50mila franchi
Il Consiglio di Stato ticinese ha devoluto la somma alla Catena della Solidarietà
Bellinzonese
4 ore
Aeroporto di Ambrì, ‘gestione equilibrata da non sconvolgere’
Pur evidenziando margini di sviluppo, l’ente comunale non ritiene necessario spingere per favorire grossi insediamenti oltre alla Gottardo Arena
Mendrisiotto
4 ore
Palazzine al posto dell’ex grotto Valera, ci si riprova
I promotori immobiliari presentano una variante al progetto, in prima battuta contestato dalle associazioni e bocciato dai servizi cantonali
Luganese
7 ore
‘In ansia per i miei figli’: Mezhde rischia ancora l’espulsione
Verso il preavviso negativo da parte del Cantone. L’avvocata della famiglia curda: ‘Non tengono in considerazione che lei ha vissuto più qui che in Iraq’
Bellinzonese
7 ore
L’Eoc: caso chiuso. ‘Ma noi vogliamo vederci chiaro, aiutateci’
San Giovanni di Bellinzona, senza esito le verifiche avviate sulla segnalazione di ex infermiere malate che preparavano antitumorali a mani nude
Ticino
7 ore
Albertoni: ‘La frammentazione politica ci preoccupa non poco’
Il direttore della Camera di commercio: ‘Gli imprenditori hanno bisogno di certezze. Meno ideologia e più discussioni fondate su fatti concreti’
Ticino
7 ore
‘La nostra forza? La biodiversità investigativa’
Polizia giudiziaria. Ferrari e Gnosca: ‘Profili diversi, indagini performanti’. Sta per chiudersi il concorso per aspiranti ispettori e ispettrici
Centovalli
15 ore
Golino-Zandone, trasporto pubblico da potenziare
La richiesta di più corse bus da parte del Comune delle Centovalli e della Agie Charmilles (tramite Cit) recapitata alla Sezione della mobilità
© Regiopress, All rights reserved