laRegione
05.07.21 - 20:30
Aggiornamento: 26.03.22 - 15:06

‘I locali riducono l’orario per mancanza di personale’

Secondo il presidente di GastroTicino i profili presenti negli Uffici di collocamento sono spesso inadeguati

i-locali-riducono-l-orario-per-mancanza-di-personale
Ti–Press
Massimo Suter

Alcune settimane fa i settori legati alla gastronomia hanno lanciato un allarme: manca personale qualificato. Si è riusciti a sopperire a questa mancanza? «Si sta ancora facendo fatica a trovare questi lavoratori, soprattutto in cucina, ma anche nel servizio», ci dice Massimo Suter, presidente di GastroTicino. I fattori di questa carenza sono molteplici: «Durante il periodo di chiusure forzate parecchie persone hanno cercato lavoro in altri ambiti, oppure sono andate in prepensionamento. In molti casi il personale qualificato veniva anche dall’estero ed è rimasto nel proprio Paese d’origine anche a causa di una difficoltà, soprattutto a inizio stagione, a ottenere i permessi per lavorare in Svizzera».

Un escamotage che hanno trovato le aziende per sopperire alla mancanza di lavoratori è stato quello di ridurre gli orari di apertura: «Di certo non è corretto chiedere ai dipendenti di aumentare la propria presenza – prosegue il presidente di GastroTicino –. Bisogna sottostare alle regole dettate dai contratti collettivi. L’unica possibilità in alcuni casi rimane dunque quella di prevedere una o due chiusure alla settimana in più rispetto a prima. Questo permette di salvaguardare i giorni di libero del personale per chi non ha trovato la forza lavoro adeguata. È una scelta forse impopolare e poco comprensibile da parte del grande pubblico, ma abbassare la qualità del servizio non è una buona opzione».

Un bacino al quale attingere è quello degli iscritti agli Uffici di collocamento, ma secondo Suter molto spesso si tratta di profili non adeguati: «Frequentemente sono persone che hanno svolto qualche mansione nel settore, ma senza grande esperienza e formazione nell’ambito della gastronomia». Le proposte di riqualificazione ci sono e in alcuni casi vengono anche sovvenzionate dall’assicurazione disoccupazione o dalle casse di formazione di GastroTicino: «Una piccola parte del salario di chi sottostà al contratto collettivo va in un fondo comune per i corsi. Questi soldi servono a co-finanziare la formazione continua che offre la nostra associazione. Con il cosiddetto ‘articolo 33’ è possibile, per chi ha almeno cinque anni di esperienza nel settore, di seguire alcuni moduli per essere ammesso agli esami che portano all’ottenimento dell’Attestato federale di capacità (Afc)».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
21 min
Lavori forestali, nelle selve degli appalti
Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
21 min
Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’
Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
6 ore
Lugano, Lalia non slega il legislativo
I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
6 ore
Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione
Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
8 ore
Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera
Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
8 ore
In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta
Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
9 ore
Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi
Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
9 ore
AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna
Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
9 ore
Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas
Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Bellinzonese
10 ore
Ex sindaco condannato per impiego di stranieri senza permesso
Pena pecuniaria sospesa per un 68enne, già alla guida di un Municipio leventinese, reo di aver ingaggiato un cittadino serbo non autorizzato a lavorare
© Regiopress, All rights reserved