laRegione
12.05.22 - 08:30
Aggiornamento: 16:26

‘Altro che terza corsia A2. Prima viene l’ambiente’

La Stan si dice contraria al potenziamento dell’autostrada tra Lugano e Mendrisio. ‘È tempo di cambiare prospettiva’

altro-che-terza-corsia-a2-prima-viene-l-ambiente
Ti-Press
Cresce il fronte del ‘no’

Non è creando una terza corsia autostradale (da usare nelle ore di punta) che si scioglie il nodo del traffico. Anche la Stan, la Società ticinese per l’arte e la natura, ne è convinta. E dichiara quindi tutta la sua contrarietà al potenziamento dell’A2 tra Lugano sud e Mendrisio e, in generale, all’ampliamento delle strade nazionali. È giunto il tempo, si fa capire per voce del presidente Tiziano Fontana nelle osservazioni recapitate a Berna, di un "cambiamento di prospettiva". Insomma, gli "obiettivi ambientali, di tutela del paesaggio e di protezione del clima" devono avere la precedenza sulle opere viarie.

In effetti, fa notare Fontana, "il Luganese e il Mendrisiotto sono le due regioni più inquinate della Svizzera, con l’esposizione della popolazione a valori oltre la soglia legale di numerosi inquinanti dell’aria. Vi è quindi una grave inadempienza del Consiglio federale nella risoluzione di questi problemi, che saranno aggravati dall’aumento di traffico conseguente alla costruzione della seconda galleria autostradale del San Gottardo". Il progetto PoLuMe, un intervento da quasi 2 miliardi di franchi firmato da Ustra (l’Ufficio federale delle strade) e anticipato al 2030, aumentando le capacità di transito, si ribadisce in una nota, farà crescere anche traffico e inquinamento.

C’è poi un altro aspetto che alla Stan sta a cuore. Nuove strade significano altresì consumo del suolo. Tutto ciò, si osserva, "deve trovare un limite, poiché vi è il dovere, da parte dell’autorità federale, di applicare l’articolo 2, capoverso 4, della Costituzione federale che così recita: ‘Si impegna per la conservazione duratura delle basi naturali della vita’". Giunti a questo punto e a fronte, si rincara, di dati statistici e previsioni del traffico "non realistici", occorre percorrere altre vie. In altre parole, si esorta nel documento, "devono essere potenziate tutte le misure alternative per ridurre il traffico durante le ore di punta: il trasporto aziendale, le auto condivise, i posteggi alle frontiere da incentivare anche con vantaggi finanziari".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
7 ore
‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’
Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
10 ore
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
13 ore
‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’
Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
17 ore
Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci
Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
22 ore
Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti
Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Ticino
1 gior
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
1 gior
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
1 gior
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
1 gior
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
1 gior
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
© Regiopress, All rights reserved