laRegione
30.01.22 - 18:35

Potenziamento A2: i Verdi momò ribadiscono le perplessità

Gli ecologisti del Mendrisiotto invitano ad abbandonare il progetto PoLuMe, dopo che il Consiglio federale ha annunciato che verrà anticipato al 2030

potenziamento-a2-i-verdi-momo-ribadiscono-le-perplessita
Ti-Press
Un problema, diverse chiavi per risolverlo

Il progetto PoLuMe deve essere abbandonato. Lo ribadiscono i Verdi del Mendrisiotto, a pochi giorni dall’annuncio da parte del Consiglio federale di anticipare dal 2040 al 2030 la realizzazione del potenziamento dell’autostrada A2 tra Lugano Sud e Mendrisio, notoriamente collo di bottiglia del traffico autostradale ticinese. Che agli ecologisti il progetto non piacesse non è una novità, ma a seguito della notizia giunta da Berna – questa sì, nuova – tornano a ripetere le proprie criticità dicendosi in una nota “molto delusi e preoccupati, come certamente lo sono i 6’300 cittadini che con una petizione hanno espresso il loro dissenso sul progetto, il Municipio di Mendrisio e diverse associazioni che hanno a cuore l’ambiente e la qualità di vita degli abitanti del Mendrisiotto”.

“Aumentare la capacità autostradale con sei corsie di marcia significa martoriare ancor di più un territorio già pesantemente marcato dalle vie di comunicazione e dall’inquinamento atmosferico – si legge –. Significa anche investire almeno 1,4 miliardi di franchi per un progetto megalomane con nuove gallerie e nuovi svincoli, che intende rendere più scorrevole il traffico individuale motorizzato (per quanto tempo?) senza preoccuparsi di concretizzare le alternative che possono essere messe in atto”. I Verdi, per contro, propongono di lavorare su altre soluzioni per ridurre il traffico. A cominciare dalla promozione del telelavoro, che in queste settimane sta dando i suoi effetti benefici sulle strade. “Il traffico – aggiungono – può essere sensibilmente ridotto, se la volontà politica c’è, con la mobilità aziendale e il car pooling, con la differenziazione degli orari di lavoro e con il potenziamento del trasporto pubblico”. PoLuMe, invece, “rischia facilmente di promuovere ulteriormente il traffico individuale”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
18 min
Lavori forestali, nelle selve degli appalti
Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
18 min
Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’
Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
6 ore
Lugano, Lalia non slega il legislativo
I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
6 ore
Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione
Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
8 ore
Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera
Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
8 ore
In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta
Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
9 ore
Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi
Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
9 ore
AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna
Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
9 ore
Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas
Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Bellinzonese
10 ore
Ex sindaco condannato per impiego di stranieri senza permesso
Pena pecuniaria sospesa per un 68enne, già alla guida di un Municipio leventinese, reo di aver ingaggiato un cittadino serbo non autorizzato a lavorare
© Regiopress, All rights reserved