laRegione
15.04.22 - 11:32
Aggiornamento: 14:43

Mendrisio: il governo interviene a tutela di Valera

Il Gran Consiglio tarda a votare il Piano di utilizzazione. E il Consiglio di Stato istituisce una zona di pianificazione

mendrisio-il-governo-interviene-a-tutela-di-valera
Ti-Press
In ritardo sul Puc

Blocco edilizio su Valera, il tempo è scaduto. Due anni non sono bastati, infatti, al Gran Consiglio per apporre il suo sigillo al Puc, il Piano di utilizzazione cantonale, tratteggiato sul comparto e sul tavolo dal marzo del 2020. Un ritardo istituzionale che rischia di aprire un varco a progetti non in linea con la pianificazione che il governo cantonale ha codificato per questa area nel ‘cuore’ del Mendrisiotto, sul territorio di Mendrisio. Così, di recente, il Consiglio di Stato ha dovuto metterci la proverbiale pezza a salvaguardia dei contenuti del Puc e del futuro dei circa 190mila metri quadrati che si estendono tra Rancate, Genestrerio e Ligornetto. Di recente l’autorità cantonale ha, infatti, deciso di istituire, di nuovo, una zona di pianificazione all’interno del perimetro del comparto. Uno strumento pianificatorio che per i prossimi tre anni – con possibilità di essere prorogato – congelerà la situazione. Il dossier con la scheda descrittiva e il piano sarà in pubblicazione sino al prossimo 23 maggio.

Ammessa solo la manutenzione

L’obiettivo del Cantone è chiaro e dichiarato: "Nella zona di pianificazione – si legge nel dispositivo – è vietato ogni intervento che possa rendere più ardua la pianificazione dell’utilizzazione futura (art. 61 Lst)". Il veto cala sulla "trasformazione, il cambiamento di destinazione e l’ampliamento degli edifici esistenti". Ma soprattutto, "non sono ammesse nuove edificazioni". Come si evince ancora dalla scheda saranno attuabili solo le opere di manutenzione, sottoposte all’approvazione del Municipio locale e al preavviso cantonale. Certo il percorso non sarà lineare: la risoluzione potrà infatti essere impugnata davanti al Tribunale cantonale amministrativo (Tram) e l’eventuale ricorso non avrà effetto sospensivo.E c’è già chi si prepara a una nuova battaglia giuridica. La strategia cantonale cozza, in effetti, con le aspettative dei due maggiori proprietari dell’area, che sin qui si sono appellati a tutti i rimedi a disposizione per contestare destinazione e indennizzi finanziari.

A difesa del Puc

Il governo, in ogni caso, appare determinato a difendere il Puc. Quindi ora come ora, come si ribadisce nella scheda in pubblicazione, ci si prefigge di "evitare che prima dell’entrata in vigore del Puc siano prese misure che possano in qualche modo intralciare o compromettere la realizzazione degli obiettivi citati", di conseguenza "occorre adottare provvedimenti di salvaguardia adeguati alla circostanza". Da fronteggiare, insomma, ci sono le domande di costruzione disarmoniche per rapporto al Piano.

Sullo sfondo vi è, d’altro canto, la volontà di "ricostituire l’originaria vocazione di quest’ampia superficie in un contesto come quello del Mendrisiotto". Passo che "rappresenta quindi una misura indispensabile e concreta atta a concretizzare il citato cambio di paradigma. Si tratta in particolare di una chiara risposta alle continue trasformazioni del territorio e alla sua crescente occupazione con costruzioni e infrastrutture, a scapito degli spazi liberi, ormai rari".

La questione finanziaria

In attesa del voto del parlamento, il Consiglio di Stato ha dovuto, però, fare i conti con scadenze e lungaggini. Soprattutto dopo aver appreso, l’11 marzo scorso, che "la speciale Commissione ambiente, territorio ed energia (Cate) ha deciso di ulteriormente approfondire le implicazioni di carattere finanziario derivanti dai vincoli introdotti con il progetto pianificatorio con l’attribuzione di un mandato a un esperto esterno". In buona sostanza, un perito dovrà pronunciarsi sul valore dei terreni, da sempre un nodo gordiano nel futuro di Valera. A quanto pare le sentenze pronunciate sin qui – inclusa quella dell’Alta Corte nel 2019 – non sono bastate a sgombrare il campo.

Leggi anche:

Svolta verde a Valera

Una zona di pianificazione cantonale per Valera

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’
La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
6 ore
‘Avanti’, la porta è aperta a tutti
Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
7 ore
Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito
La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
7 ore
Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati
Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Grigioni
8 ore
Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend
Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
8 ore
Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio
Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
9 ore
Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese
Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Bellinzonese
9 ore
‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’
Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Ticino
10 ore
‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’
Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Luganese
10 ore
Lugano-Montarina, Villa Ganser e Casa Walty salvate dalla Stan
Il Tribunale amministrativo cantonale accoglie il ricorso presentato contro la licenza concessa dal Municipio per un progetto edilizio
© Regiopress, All rights reserved