laRegione
15.12.21 - 16:27
Aggiornamento: 16.12.21 - 15:40

Pecunia Olet, Galeazzi a processo il 12 aprile in Italia

Lo ha deciso oggi il giudice delle udienze preliminari. Il municipale di Lugano: ‘Sono tranquillo. Dopo un decennio, finalmente farò chiarezza’

di Guido Grilli e Marco Marelli
pecunia-olet-galeazzi-a-processo-il-12-aprile-in-italia
Ti-Press
Il municipale di Lugano, Tiziano Galeazzi

Il municipale di Lugano e granconsigliere Udc, Tiziano Galeazzi, sarà rinviato a giudizio con l’ipotesi di reato di riciclaggio aggravato il prossimo 12 aprile 2022 nell’ambito dell’inchiesta Pecunia Olet, avviata cinque anni fa dalla Squadra mobile di Brescia e dalla Guardia di finanza di Bergamo. Oggi nel primo pomeriggio si è svolta l’udienza preliminare nella quale la giudice, Maria Beatrice Parati, ha disposto il rinvio a giudizio di tutti gli indagati coinvolti nelle indagini, come richiesto dal pm Carmen Santoro. I fatti risalgono a 10 anni fa. L’inchiesta ha visto il sequestro complessivo di 10 milioni di euro su conti svizzeri, come avevamo riferito nelle scorse settimane. Raggiunto telefonicamente da laRegione, Galeazzi ribadisce di essere sereno e di sentirsi tranquillo.

‘Ho sempre agito come consulente e dipendente di banca, rispettando le regole e le leggi’

In un comunicato stampa inviato alle redazioni, intitolato “Dopo un decennio, finalmente farò chiarezza”, il municipale di Lugano scrive: “In merito alle notizie apparse sui media e che riguardano il mio rinvio a giudizio nell’inchiesta giudiziaria italiana ‘Pecunia Olet’, tengo a precisare che affronterò il processo con serenità e tranquillità, poiché finalmente si farà chiarezza su una vicenda che si protrae da più di dieci anni. Come ho sempre sostenuto pubblicamente nelle prese di posizione, ho sempre agito nel mio lavoro di consulente e dipendente di banca, rispettando sempre le regole bancarie svizzere e le leggi di questo Paese, a riprova di ciò non ho mai avuto ravvedimenti dalle autorità giudiziarie elvetiche. Riaffermo con vigore che l’ex cliente – di cui parla l’inchiesta – era una cliente della banca nella quale lavoravo, e come per tutti i clienti, il mio ruolo, riguardava esclusivamente e semplicemente la gestione dei suoi investimenti in Borsa, facendo anche fede alla massima confidenzialità richiesta dagli istituti di credito e dalle loro policy e dai clienti stessi, che vigeva all’epoca dei fatti”. Prosegue Galeazzi: “In questo senso, il processo mi darà l’occasione, con il mio legale avv. Davide Giudici di Como di poter citare in aula diversi specialisti di settore e attori istituzionali. Auspico pure che questo caso non diventi un ‘processo politico’ o un ‘affaire’ tra Svizzera e Italia, ma che il tutto rimanga circoscritto alle aule giudiziarie e per questo rinnovo la fiducia nella giustizia italiana. Mi auguro che al termine del dibattimento si potrà mettere definitivamente la parola fine su questa decennale vicenda”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
40 min
Le sirene d’allarme suoneranno l’1 febbraio per il test annuale
La consueta prova dei dispositivi di allarme avverrà a partire dalle 13:30. La comunicazione ufficiale anche in lingua ucraina per non suscitare paure
Bellinzonese
53 min
Fatturato record nel 2022 per Interroll: crescita del 4%
Buon risultato per l’azienda di Sant’Antonino. Malgrado un sensibile calo di nuove commesse, c’è ottimismo per l’anno in corso
Mendrisiotto
6 ore
Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food
Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
6 ore
La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’
Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
14 ore
A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale
Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
18 ore
Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi
Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
18 ore
Si torna a fare il pieno in Ticino
Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
18 ore
Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda
Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
19 ore
Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa
Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Grigioni
20 ore
Il Parco Val Calanca è realtà
Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
© Regiopress, All rights reserved