laRegione
casino-di-campione-d-italia-chiesti-lumi-alla-societa
Il Casinò di Campione d'Italia (Ti-Press)
03.05.21 - 14:43
Aggiornamento: 17:43
di Marco Marelli

Casinò di Campione d'Italia, chiesti lumi alla società

Slitta l'udienza al Tribunale fallimentare di Como per discutere il piano concordato: troppo ottimistica la riapertura prevista in settembre

Si allunga l'attesa per conoscere il destino del Casinò di Campione d'Italia, chiuso dal 27 luglio 2018, con conseguenze disastrose per la comunità. È infatti slittata al 17 maggio, l'udienza (fissata per oggi) davanti ai giudici del Tribunale fallimentare di Como per discutere il piano concordato aggiornato presentato lo scorso 19 aprile dalla società di gestione della casa da gioco dell'enclave sulla quale pende la richiesta di fallimento rinnovata dalla Procura del capoluogo lariano. Invece della discussione, è arrivata una comunicazione a firma del presidente del Collegio della Prima sezione civile Agostino Abate (giudice relatore Marco Mancini e giudice Annamaria Gigli) con la quale si chiede alla Casinò Campione d'Italia di rispondere alle criticità contenute nella relazione dei due commissari giudiziali presentato dalla società di gestione della casa da gioco per ottenere l'ammissione al concordato preventivo. Una delle criticità sollevate riguarda una data che in riva al Ceresio è comprensibilmente attesissima: il giorno della riapertura del Casino. Inizio settembre, l'indicazione della Casinò Campione d'Italia. Una scadenza fin troppo ottimistica, considerato che l'ammissione al concordato preventivo, dovrà seguire il processo di omologa dalla durata non pronosticabile. Altro punto considerato critico dai commissari giudiziali consiste nella mancata chiarezza sul numero di dipendenti che hanno aderito alla proposta della società per evitare le cause di lavoro. Questo, per quantificare il costo della rateizzazione della voce dipendenti nel pianto di rientro dei debiti. Infine, osservazioni critiche da parte dei commissari giudiziali, sarebbero state espresse anche sui costi previsti per la riapertura del Casinò. Alla società, i giudici hanno concesso due settimane per superare le criticità.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
campione italia casinò criticità riapertura società tribunale fallimentare
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
8 min
A Giubiasco quasi un milione per l’ex palazzo comunale
Dopo una prima fase di risanamento strutturale, è ora necessario installare la nuova caldaia e un impianto per rinfrescare
Bellinzonese
18 min
Castellinaria, ‘Mercato coperto più accogliente e accessibile’
Per Flavia Marone (presidente del festival) la struttura di Giubiasco presenta vantaggi sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario
Grigioni
1 ora
Torneo Grandinani quest’anno declinato anche al femminile
Football: nel weekend del 13 e 14 agosto i campi di Roveredo e Lostallo accolgono la 16esima edizione dell’evento nazionale U14
Grigioni
2 ore
A13 chiusa tra San Vittore e Roveredo per un incidente
Le entrate di Grono e San Vittore sono chiuse e il traffico è deviato sulla strada cantonale
Ticino
2 ore
Sgarbi multato dalla Polizia cantonale. ‘Mai più in Svizzera’
Il critico d’arte e parlamentare italiano è stato fermato in quanto il suo autista avrebbe acceso il lampeggiante quando si trovava ancora in Svizzera
Bellinzonese
3 ore
Fitto programma per la tregiorni di feste ad Arbedo-Castione
Online il sito con gli eventi previsti al campo sportivo e sul territorio per sottolineare i 200 anni dall’aggregazione e i 600 dalla battaglia
Luganese
3 ore
Agno, il padre ha tentato di uccidere il figlio
Restano gravi le condizioni di salute del 22enne, ferito gravemente ieri dal papà successivamente arrestato. Entrambi risiedono a Rovio
Bellinzonese
3 ore
Auto fuori strada a Claro, deceduto il guidatore
Si tratta di un 77enne svizzero domiciliato in Riviera. L’auto che guidava era uscita di strada finendo in un fossato
Bellinzonese
4 ore
Disco frenante spezzato, camion fermato a Giornico
Dal 1° luglio inflitte oltre 30 contravvenzioni. Le principali infrazioni: freni difettosi, eccesso di ore di guida e manipolazione del cronotachigrafo
Ticino
4 ore
Sulle truffe per lavoro ridotto il Ticino ha fatto i compiti
È quanto emerge dai dati della Seco. Il nostro Cantone persegue anche violazioni più contenute, a differenza di altri Cantoni
© Regiopress, All rights reserved