laRegione
09.06.21 - 11:08
Aggiornamento: 16:17

Locarno, Novartis lascia la sede cittadina entro fine 2023

Il motivo è da ricondurre al calo dei profitti legati ai medicamenti tradizionali. Una cinquantina i dipendenti toccati dalla chiusura

locarno-novartis-lascia-la-sede-cittadina-entro-fine-2023

Novartis annuncia l’intenzione d'interrompere le attività del sito di Locarno entro la fine del 2023, in ragione dell’evoluzione del proprio portafoglio di prodotti e del conseguente calo della richiesta di attività di controllo qualità offerte da Pharmanalytica. La flessione degli ultimi anni nel comparto dei farmaci tradizionali (piccole molecole), si legge nel comunicato stampa, è risultato il fattore determinante della riduzione della domanda delle attività analitiche che rappresentano l’area di specializzazione del sito.
Da qui la decisione di ridurre gradualmente le attività fino alla chiusura definitiva che dovrebbe essere completata entro la fine del 2023. 

Trattative con il personale e piano sociale

Nel frattempo sono iniziate le trattative con i collaboratori e il management della sede ed è stato avviato il processo di consultazione. Novartis ha intenzione di offrire alla cinquantina di collaboratori interessati dal progetto di chiusura pieno sostegno attraverso un piano sociale che comprende, tra le varie misure, anche pacchetti di buonuscita e prepensionamento, servizi di supporto al ricollocamento interno ed esterno all’Azienda e fondi per la formazione. “Sebbene nel disegno dell’Azienda il completamento del piano di chiusura non sia previsto prima della fine del 2023, abbiamo voluto comunicare le intenzioni dell’Azienda con tempestività e con la massima trasparenza”, ha dichiarato Leandro Checchinato, Site and Quality Head di Pharmanalytica a Locarno. “Faremo tutto ciò che rientra nelle nostre ragionevoli possibilità per aiutare i nostri collaboratori ad affrontare questo difficile momento”.
 

Riorientare l'offerta

In conseguenza dello spostamento strategico dell’Azienda da prodotti farmaceutici di tipo tradizionale verso classi di farmaci di nuova generazione (farmaci biologici, specializzati e personalizzati), la pipeline dei prodotti più tradizionali (a piccole molecole) sta subendo una contrazione. Ciò ha determinato un calo della domanda per il tipo di attività che rappresenta la gran parte del volume di lavoro del sito di a Locarno, specializzato nell’esecuzione di test di stabilità e test di rilascio specifici per diversi prodotti Novartis.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
GALLERY
Mendrisiotto
21 min
Il parco delle gole della Breggia si fa più inclusivo
Inaugurato un percorso per ipovedenti nell’area del mulino del Ghitello. Stella: ‘È un patrimonio da difendere, ma anche rendere accessibile a tutti’.
Ticino
22 min
Premi cassa malati, Marco Chiesa (Udc) insiste e interroga Berna
Il presidente nazionale democentrista segue De Rosa e chiede al Consiglio federale perché nel calcolo per il ’23 non siano stati calcolati ’20 e ’21
Luganese
2 ore
Cornaredo, ‘tabula rasa’ pronta sulla carta
Presto in pubblicazione a Lugano e Porza il Piano di quartiere del comparto B1a. Previsti edifici misti di altezza tra i 30 e i 60 metri
Grigioni
2 ore
A Mesocco non si ripresenta il sindaco Christian De Tann
In corsa per la carica di capo dell’esecutivo alle elezioni comunali del 30 ottobre vi sono John Seghezzi, Fausto a Marca e Mattia Ciocco
Locarnese
3 ore
Il giudice sul pedofilo: ‘È solo la punta dell’iceberg’
Un 77enne del Sopraceneri condannato a 8 anni di carcere per ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
4 ore
Dai ruderi è nato un auditorium: inaugurazione a Biasca
Ultimati i lavori della struttura concertistica e per eventi culturali che potenzia l’offerta dell’attigua Casa Cavalier Pellanda
Ticino
5 ore
Ticino capitale del turismo sostenibile, ‘è la sfida del futuro’
Questa settimana si tiene l’Adventure travel world summit, l’evento più importante a livello internazionale per la promozione di una ‘nuova visione’
Locarnese
5 ore
Bracconieri in Vallemaggia, la Federazione prende le distanze
La Fcti condanna senza mezzi termini i deplorevoli atti compiuti da un gruppo di persone nemmeno in possesso di una licenza venatoria
Bellinzonese
6 ore
Municipio di Bodio favorevole alla fusione con Giornico
Una decisione unanime che permette di avviare l’iter per un’aggregazione ridotta rispetto al progetto che comprendeva anche Pollegio e Personico
Ticino
10 ore
Vaccinazioni di richiamo autunnali in Ticino dall’11 ottobre
Le informazioni sono già disponibili sul sito ufficiale dedicato alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione
© Regiopress, All rights reserved