laRegione
09.05.22 - 14:40
Aggiornamento: 15:00

Settore alberghiero col vento in poppa

Nel primo trimestre sono stati registrati 2,9 milioni di pernottamenti in più rispetto all’anno scorso

Ats, a cura de laRegione
settore-alberghiero-col-vento-in-poppa
Keystone

Inizio anno decisamente positivo per il settore alberghiero svizzero: nel primo trimestre sono stati registrati 8 milioni di pernottamenti, pari a un aumento del 55,5% (+2,9 milioni) su base annua. Lo rende noto l’Ufficio federale di statistica (Ust).

Gli stranieri hanno generato in totale tre milioni di pernottamenti (+187,6%; +1,9 milioni), mentre il turismo interno ha generato circa 5,1 milioni di pernottamenti (+22,4%; +924’000), ha comunicato l’organismo di Neuchâtel.

Nel solo mese di marzo l’intero settore alberghiero ha registrato tre milioni di pernottamenti, con un aumento che su base annua è arrivato al 60,4% (1,1 milioni). In questo caso, i visitatori stranieri hanno rappresentato 1,2 milioni di pernottamenti (+194,6%; +787’000) e quelli indigeni 1,8 milioni (+23,5%; +347’000).

Sempre in marzo, il Ticino risulta in controtendenza, con i pernottamenti che sono passati dai 153’572 dell’anno scorso ai 139’619 di quest’anno. Nei Grigioni il dato è salito da 513’004 a 685’290.

Nel trimestre è però positivo anche il dato ticinese, passato da 248’154 pernottamenti a 284’649. Molto positivi i numeri grigionesi, passati da 1’550’056 a 2’096’152.

Differenze fra arrivi stranieri

Ancora lontane da un ritorno alla normalità risultano le cifre riguardanti i turisti in provenienza da Cina e India. Nel primo caso è rimasto a casa il 95% delle persone se si paragonano i dati col marzo 2019, mentre fra gli indiani si è ritornati a circa un terzo dei volumi.

Altri mercati si sono ripresi più rapidamente, in particolare la regione del Golfo, ma anche gli Stati Uniti, con pernottamenti che in marzo hanno superato i 100’000: quindici volte in più rispetto all’anno scorso. Gli Usa raggiungono così il quinto posto fra i Paesi di provenienza, superando Italia e Paesi Bassi.

Lanciando uno sguardo alla guerra in Ucraina, si nota che i turisti provenienti dalla Russia sono diminuiti del 10% rispetto al 2021. La contrazione si registra soprattutto nelle zone di montagna, mentre in città come Ginevra e Zurigo vi è addirittura un aumento delle presenze.

In generale, i cittadini russi hanno comunque perso di peso sul mercato turistico elvetico: nel marzo 2022 rappresentavano lo 0,54% dei pernottamenti di stranieri, un dato che era ancora dell’1,2% sull’insieme del 2021.

Leggi anche:

Aumentano i turisti in Ticino, soprattutto quelli ‘indigeni’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
4 ore
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
18 ore
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
18 ore
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
2 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
2 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
© Regiopress, All rights reserved