laRegione
chiesa-condanna-sia-la-guerra-di-putin-sia-le-sanzioni
Keystone
06.04.22 - 09:00
Ats, a cura de laRegione

Chiesa condanna sia la guerra di Putin sia le sanzioni

Il presidente Udc respinge l’idea di una vicinanza fra il partito e il capo del Cremlino, ma ritiene che le sanzioni compromettano la credibilità svizzera

L’UDC, per bocca del suo presidente Marco Chiesa, condanna senza mezzi termini la guerra di Vladimir Putin in Ucraina. Tuttavia le sanzioni non sono il mezzo adeguato per giungere alla pace. Occorre trovare una soluzione attraverso i canali diplomatici, aggiunge.

"Riprendendo ciecamente le sanzioni dell’UE, il Consiglio federale ha purtroppo compromesso la credibilità della Svizzera in quanto Stato neutrale", ha sottolineato Chiesa in un’intervista pubblicata oggi dai quotidiani svizzero-tedeschi del gruppo Tamedia. Le sanzioni, che sono un mezzo di guerra economica, non hanno posto fine ai combattimenti, ha constatato il "senatore" ticinese. A suo avviso, solo negoziati che coinvolgano tutte le parti allo stesso tavolo possono riuscirvi.

Stando al presidente dell’UDC, le dichiarazioni di questi ultimi giorni dei consiglieri nazionali democentristi Roger Köppel e Andreas Glarner non miravano a comprendere quanto deciso dal presidente russo, ma ad analizzare e a valutare la situazione. Dire che vi sia una prossimità con il capo del Cremlino è "un’insinuazione malevola" costruita ad arte dai media, aggiunge Chiesa.

Quest’ultimo se la prende pure apertamente con il ministro degli affari esteri, non ché presidente della Confederazione, Ignazio Cassis. A causa dell’adozione delle sanzioni, la Svizzera si trova ora sulla lista dei Paesi ostili della Russia, prosegue il consigliere agli Stati. Il fatto che Cassis abbia partecipato alla manifestazione sulla Piazza federale è stato "un enorme errore", a suo avviso.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
marco chiesa presidente udc russiaucraina udc
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
10 ore
Statuto S: per gli aiuti si terrà conto di salario e patrimonio
Le raccomandazioni sono state adeguate dalla Conferenza dei direttori cantonali delle opere sociali
Svizzera
11 ore
Furti con scasso a Silvaplana e Müstair
La Polizia cantonale grigionese chiede alla popolazione di segnalare eventuali persone sospette
Svizzera
11 ore
Genitori multati per aver fatto saltare la scuola alla figlia
È successo nel Canton Zurigo. La famiglia ha fatto iniziare le vacanze estive della bambina tre settimane in anticipo
Svizzera
11 ore
Impianti di risalita: la stagione estiva si conferma molto buona
In Ticino, però, si registra una diminuzione dell’affluenza rispetto all’anno scorso
Svizzera
11 ore
Ubriaco rimane bloccato con l’auto su un ponticello pedonale
Ha dichiarato di aver preso una scorciatoia per rincasare. Gli è stata rilevata un’alcolemia dell’1,4 per mille
Svizzera
12 ore
Il clima obbliga la viticoltura vallesana a ripensarsi
Siccità e temperature elevate, oppure gelo e piogge abbondanti: gli eventi estremi mettono a dura prova il settore. Studi in corso, il Cantone investe
Svizzera
13 ore
Stelle cadenti, venerdì notte il clou dello spettacolo
A Sud delle Alpi le nuvole potrebbero ostacolare l’osservazione. La luminosità della Luna potrebbe offuscare le Perseidi meno appariscenti
Svizzera
13 ore
Si scioglie il ghiaccio, il passo riaffiora dopo 2’000 anni
Il passo del Tsanfleuron, piccola porzione di terra che collega Vaud e Vallese a quota 2’800 metri, è riemerso dai ghiacci e tornato parzialmente sgombro
Svizzera
13 ore
Le associazioni padronali: tre ‘sì’ e un ‘no’ il 25 settembre
A esprimersi oggi sulle prossime votazioni quattro associazioni economiche. Il ‘no’ riguarda l’iniziativa sull’allevamento intensivo
Svizzera
13 ore
L’aumento dei tassi non sta impattando il mercato degli alloggi
Lo rilevano gli economisti di Raiffeisen. I tassi più alti influenzano invece le scelte delle modalità di finanziamento per acquisti o rinnovi di mutui
© Regiopress, All rights reserved