laRegione
migrazione-domande-d-asilo-in-aumento-rispetto-a-un-anno-fa
Ti-Press
Delle 1’446 richieste inoltrate a gennaio, 1’051 erano primarie
28.02.22 - 11:02
Aggiornamento: 21:52
ATS, a cura di Moreno Invernizzi

Migrazione, domande d’asilo in aumento rispetto a un anno fa

Rispetto a dicembre, le richieste sono calate di 115 unità, ma su base annua il totale è nettamente cresciuto: +614

In gennaio, le domande d’asilo presentate in Svizzera sono state 1’446, un numero in calo rispetto a dicembre (-115), ma in aumento nel paragone su base annua (+614). I principali Paesi di provenienza sono stati l’Afghanistan e la Turchia. Le domande pervenute dal primo Paese sono state 343 (+18 rispetto a dicembre), quelle dal secondo 234 (-49). Seguono l’Eritrea (150, -18), l’Algeria (116, -17) e la Siria (76, -38).

Delle 1’446 richieste inoltrate a gennaio, 1’051 erano primarie. Le persone che presentano una domanda d’asilo di questo genere lo fanno indipendentemente da individui che hanno già chiesto protezione. Una domanda secondaria, al contrario, interviene successivamente a un’altra precedentemente registrata, per esempio in caso di nascita o ricongiungimento familiare. In gennaio inoltre, la Segreteria di Stato della migrazione (Sem) ha liquidato in prima istanza 1’368 richieste, di cui 376 con una decisione di non entrata nel merito (in 277 casi in virtù dell’Accordo di Dublino), 467 con la concessione dell’asilo e 288 con l’ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza in prima istanza è aumentato di 112 unità da dicembre, attestandosi a 4’550.

Sempre durante lo scorso mese, 170 persone hanno lasciato la Confederazione sotto il controllo delle autorità o sono state rimpatriate o trasferite in uno Stato terzo. La Svizzera ha chiesto ad altri Stati Dublino la presa in carico di 498 richiedenti e 126 persone sono state portate nel Paese competente. Dal canto suo, Berna ha ricevuto 312 domande di presa in carico Dublino, accogliendo 76 persone.

Infine, informa la Sem, a gennaio la Svizzera ha accolto 27 rifugiati reinsediati. Per il biennio 2022-2023, il Consiglio federale ha deciso di dare ospitalità a un massimo di 1’600 profughi bisognosi di particolare protezione che si trovano in situazione precaria nei Paesi di prima accoglienza.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
domande d'asilo migrazione svizzera
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
13 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
14 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
14 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
16 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
20 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
1 gior
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
© Regiopress, All rights reserved