laRegione
berna-stipula-contratti-per-due-medicamenti-contro-il-covid
Keystone
27.12.21 - 15:31
Ats, a cura de laRegione

Berna stipula contratti per due medicamenti contro il Covid

Si tratta dell’anticorpo monoclonale Sotrovimab e della terapia combinata di anticorpi monoclonali Casirivimab/Imdevimab

La Confederazione ha concluso con le aziende farmaceutiche GlaxoSmithKline SA e Roche Pharma (Svizzera) SA contratti per la prenotazione di due “medicamenti promettenti” contro il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Si tratta dell’anticorpo monoclonale Sotrovimab e della terapia combinata di anticorpi monoclonali Casirivimab/Imdevimab.

I medicamenti in questione sono pensati per pazienti ad alto rischio con forme gravi della malattia, ha indicato l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) in una nota. L’UFSP ha concluso i due contratti per avere accesso alle dosi monoclonali di anticorpi contro il Covid-19 su raccomandazione della task force scientifica Covid-19 della Confederazione.

Il primo contratto concerne 2’000 confezioni supplementari dell’anticorpo Sotrovimab, scoperto dall’azienda ticinese Humabs BioMed di Bellinzona e sviluppato da GlaxoSmithKline in partenariato con VIR Biotechnology.

Il secondo concerne invece fino a 4’000 confezioni della combinazione di Casirivimab/Imdevimab, sviluppata da Regeneron Pharmaceuticals in partenariato con Roche Holding. Gli importi di entrambi i contratti sono confidenziali, ha indicato l’UFSP.

Anticorpi clonati

Gli anticorpi monoclonali sono anticorpi clonati in coltura che vengono iniettati per via endovenosa al paziente allo scopo di neutralizzare il virus. Gli studi clinici di GlaxoSmithKline e di Regeneron mostrano che questi trattamenti possono offrire una protezione efficace contro le forme gravi della malattia, prosegue la nota.

Sotrovimab e Casirivimab/Imdevimab sono disponibili in Svizzera rispettivamente dal 30 settembre e dal 13 maggio di quest’anno su raccomandazione della task force scientifica Covid-19.

Nonostante Sotrovimab non sia stato ancora autorizzato sul mercato, può essere impiegato per il trattamento di pazienti Covid-19 già durante la procedura di omologazione in corso sulla base dell’ordinanza 3 Covid-19 e di una domanda di omologazione presentata.

Casirivimab/Imdevimab ha invece ottenuto l’omologazione giovedì scorso.

La Confederazione si fa carico dei costi dei trattamenti nel settore ambulatoriale finché non saranno rimborsati dall’assicurazione malattia obbligatoria, precisa l’UFSP.

Altro contratto precedentemente concluso

La Confederazione ha già stipulato un altro contratto per un medicamento contro il Covid-19 con l’azienda svizzera MSD Merck Sharp & Dohme AG per la fornitura di un massimo di 8’640 confezioni di Molnupiravir.

In Svizzera la pillola anti-Covid non è ancora stata omologata. Con un adeguamento della relativa ordinanza, il preparato potrà tuttavia essere impiegato per il trattamento di pazienti Covid-19 durante la procedura di omologazione in corso.

A differenza dei due medicamenti di GlaxoKlineSmith e di Roche, il Molnupiravir di Merck è un antivirale e può essere somministrato per via orale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
13 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
14 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
14 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
16 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
20 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
Svizzera
1 gior
Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese
I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro
Svizzera
1 gior
Engadina, presenza quasi certa di tre orsi
Sono stati osservati tramite le fototrappole. In assenza di test del Dna, non è possibile certificare con sicurezza che si tratti di esemplari differenti.
© Regiopress, All rights reserved