laRegione
23.11.21 - 11:26
Aggiornamento: 15:50

La Svizzera prenota la pillola anti-Covid della Merck

La Confederazione ha sottoscritto un contratto per la pillola antivirale Molnupiravir. Dovrebbe essere disponibile al più tardi entro gennaio 2022

Ats, a cura de laRegione
la-svizzera-prenota-la-pillola-anti-covid-della-merck
(Keystone)

La Confederazione ha sottoscritto un contratto per la prenotazione della pillola antivirale Molnupiravir prodotta dalla Merck. Il medicamento orale, considerato promettente contro il coronavirus, dovrebbe essere disponibile al più tardi entro gennaio 2022.

Su raccomandazione della Task Force scientifica sul Covid-19, l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) ha stipulato con l’azienda svizzera Msd Merck Sharp & Dohme Ag un contratto per la fornitura di un massimo di 8’640 confezioni di Molnupiravir.

Una confezione serve a curare un paziente, ha detto a Keystone-Ata un portavoce dell’Ufsp.

Uno studio clinico – precisa l’Ufsp in una nota – ha mostrato l’efficacia del preparato da assumere per via orale “nei pazienti Covid-19 non ospedalizzati che presentano un rischio elevato di decorso grave della malattia”.

In Svizzera la pillola anti-Covid non è ancora stata omologata. Con un adeguamento della relativa ordinanza, il preparato potrà tuttavia essere impiegato per il trattamento di pazienti Covid-19 durante la procedura di omologazione in corso, scrive ancora l’Ufsp.

La Confederazione assumerà i costi del trattamento nel settore ambulatoriale finché non saranno rimborsati dall’assicurazione malattia obbligatoria.

Con il nuovo contratto, la Confederazione si assicura un altro promettente medicamento contro il Covid che va ad aggiungersi agli anticorpi monoclonali Casirivimab/Imdevimab e Sotrovimab, già disponibili. Contrariamente a questi ultimi, il Molnupiravir presenta proprietà antivirali e può essere somministrato per via orale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
13 ore
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
Svizzera
17 ore
Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato
Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico
Svizzera
18 ore
L’alternativa è il pellet. Ma meglio fare scorta per tempo
SvizzeraEnergia vara la campagna ‘Zero spreco’: ecco qualche consiglio utile per evitare un inverno (giocoforza) freddo
Svizzera
1 gior
È allarme riscaldamento: ‘Fate il pieno del tank al più presto’
L’obiettivo? Contribuire al raggiungimento del risparmio volontario del 15% dei consumi di gas stabilito dal governo sull’esempio dell’Ue
Svizzera
1 gior
Luce verde all’export di munizioni in Qatar
Il Consiglio federale ha avallato la richiesta di esportazione di armamenti per il cannone di bordo del jet Eurofighter
Svizzera
1 gior
Crisi energetica, svizzeri ancora sordi agli inviti al risparmio
Malgrado le esortazioni a un uso più parsimonioso, il consumo di elettricità nel nostro Paese resta stabile
Svizzera
1 gior
Microplastiche nell’ambiente, bisogna fare di più
Il governo rinuncia a nuove misure, ma c’è un potenziale di miglioramento. Ogni anno in Svizzera sono circa 14’000 le tonnellate disperse
Svizzera
1 gior
Si schianta contro il guardrail sotto l’effetto dell’alcol
L’incidente, che ha avuto per protagonista un giovane, si è verificato poco prima di mezzanotte a Samedan
Svizzera
1 gior
Bilancia dei pagamenti, +11 miliardi nel secondo trimestre
Eccedenza di quasi 1 miliardo inferiore rispetto allo stesso periodo del 2021 per la Banca nazionale svizzera
© Regiopress, All rights reserved