laRegione
booster-dopo-4-mesi-cantoni-sorpresi-dall-annuncio-di-berset
Keystone
19.12.21 - 11:49
Aggiornamento: 14:14
Ats, a cura de laRegione

Booster dopo 4 mesi, Cantoni sorpresi dall’annuncio di Berset

Fra i Cantoni più scontenti troviamo Zurigo e Berna: ‘Berset ha suscitato enormi aspettative fra la popolazione. Impossibile vaccinare tutti entro Natale’

La variante Omicron incombe e la terza dose di vaccino sembra essere una soluzione per proteggere la popolazione: per questo motivo venerdì il ministro della Sanità Alain Berset ha comunicato che il booster verrà ora somministrato a quattro mesi dalla seconda dose e non più dopo sei mesi. L’annuncio ha colto di sorpresa i Cantoni, incaricati di organizzare la campagna vaccinale.

Secondo l’edizione odierna della “SonntagsZeitung”, soprattutto Zurigo e Berna sarebbero decisamente arrabbiati. La decisione ha infatti come conseguenza il fatto che di colpo diversi milioni di persone dovranno avere l’opportunità di fare il richiamo – 600’000 solo nel cantone di Zurigo.

È “un’operazione affrettata”, dice Peter Indra, capo dell’Ufficio della sanità del Canton Zurigo, citato dal domenicale. Riducendo il periodo di attesa per la dose di richiamo da sei a quattro mesi, il consigliere federale ha suscitato “enormi aspettative e pretese” tra la popolazione: “Centinaia di migliaia di persone a Zurigo ora pensano che avranno diritto a un richiamo entro Natale”, il che non è possibile.

Il fatto che il governo abbia scavalcato la Commissione federale per le vaccinazioni (CFV), che non aveva ancora annunciato una riduzione del tempo di attesa, crea una situazione giuridica poco chiara: si tratta di un cosiddetto impiego “off-label” del vaccino perché manca l’autorizzazione di Swissmedic. Ciò rende ad esempio impossibile per le farmacie offrire ai loro clienti il booster.

Sulla stessa linea le obiezioni dell’omologo bernese Pierre Alain Schnegg, che – sempre dalle colonne della “SonntagsZeitung” – critica principalmente il Consiglio federale per aver fatto l’annuncio sui nuovi piani di richiamo senza prima aver informato le competenti autorità cantonali: “Vorrei sapere come pensano che tutto debba funzionare”.

Il fatto che la CFV non abbia dato ancora il via libera alla terza dose dopo quattro mesi è molto problematico: il booster non può essere inoculato a “centinaia di migliaia di persone senza che ciò sia ufficiale”. I medici non possono assumersi questa responsabilità, afferma Schnegg.

Schnegg ritiene che tutti quelli che nel Canton Berna lo desiderano potranno ottenere la terza dose entro la fine di febbraio: probabilmente si ricorrerà all’esercito per svolgere questo compito.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
berna berset booster cantoni richiamo zurigo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 ore
Buon compleanno ferrovie svizzere: oggi sono 175 anni
Il 7 agosto 1847 la prima linea ferroviaria interamente su suolo svizzero fu aperta al traffico tra Zurigo e Baden. Le Ffs nacquero a inizio del XX secolo
Svizzera
13 ore
Batosta in vista sui premi di cassa malati nel 2023
Secondo uno studio di Accenture, per coprire l’aumento dei costi della salute, in Ticino si prevede un balzo in avanti di circa il 10%
Svizzera
13 ore
Con la procedura agevolata centinaia di domande di cambio sesso
Con la riforma entrata in vigore a inizio anno per il cambiamento di sesso nel registro di stato civile non è più necessario passare da un giudice
Svizzera
14 ore
Dopo i problemi iniziali, i bipiano Ffs ora molto affidabili
All’inizio i convogli Alstom-Bombardier, il più grande appalto di sempre delle Ffs, avevano problemi di accessibilità e tecnici, in gran parte risolti
Svizzera
15 ore
Il presidente di ElCom ribadisce: possibili blackout in inverno
Werner Luginbühl, che presiede la Commissione federale dell’energia elettrica, accusa i politici di non aver ‘preso sul serio’ gli avvertimenti
Svizzera
15 ore
Maillard (Uss): disordini sociopolitici senza aumento dei salari
Il presidente dell’Unione sindacale svizzera paventa conseguenze disastrose per il mercato del lavoro e i consumi senza aumenti salariali
Svizzera
17 ore
Energia, in Svizzera aiuti economici ‘né necessari né utili’
Secondo Eric Scheidegger, capo della Direzione politica economica della Segreteria di Stato dell’economia, la Confederazione è meno colpita dal problema
Svizzera
1 gior
Povertà, in Svizzera poca differenza tra campagna e città
Sono colpite principalmente donne, famiglie monoparentali e persone con un basso livello d’istruzione
Svizzera
1 gior
Barbabietola da zucchero, previsto raccolto superiore alla media
Ha beneficiato di una primavera calda e secca. La coltura potrebbe però ridursi se nelle prossime non ci sarà sufficiente pioggia.
Svizzera
1 gior
Caldo, alluvioni... ecco come funziona il sistema di allerta
Nel caso degli avvisi meteorologici non tutti i livelli di pericolosità sono definiti per ogni fenomeno.
© Regiopress, All rights reserved